SEGNALACI mobile report
focus
VALLESE
15.04.2018 - 07:000

Il nuovo Barryland a Martigny

Museo vivente dei San Bernardo tra leggende e attualità

 

MARTIGNY - Il Barryland si trova a Martigny, città situata nel basso Vallese, accanto all’anfiteatro romano. L’antico arsenale è stato trasformato nel 2006 in un museo vivente da un team di architetti. Oltre agli oggetti d’arte e alle numerose testimonianze della storia del colle e dell’Ospizio del Gran San Bernardo, i leggendari San Bernardo costituiscono l’attrazione principale del museo. Con gli oltre 70'000 visitatori all’anno, il Barryland è la seconda attrazione culturale più importante del Vallese. Il primo piano è dedicato alla storia del Gran San Bernardo, del suo Ospizio e dei suoi cani. Dal 19° secolo si sono formate innumerevoli leggende sui cani del Gran San Bernardo. Il museo mostra oggetti e testimonianze dei numerosi eventi che si sono succeduti al colle, attraversato nel corso dei secoli anche da Annibale e Napoleone.

I cani dell’Ospizio hanno lasciato il segno nella regione e costituiscono il punto focale del museo. I San Bernardo sono stati soggetti molto apprezzati sin dagli albori della fotografia, come testimoniano i numerosi scatti fotografici che sono giunti fino ai nostri giorni. Tra i punti forti dell’esposizione ci sono inoltre i Barry nella pubblicità, nell’arte e in una grande collezione di francobolli di 85 paesi diversi. Al piano terra si trova il settore riservato ai cani viventi. Le cucce sono collegate con la recinzione esterna in cui i Barry possono scorrazzare liberamente per il piacere dei visitatori. Grandi e piccini possono inoltre accarezzare i San Bernardo e seguire le cure e le attività proposte dal team dei collaboratori.

All’interno dello spazio intitolato “Barry Family” verrà inaugurato il 20 aprile il nuovo “Théâtre Barry” dove saranno rappresentante storie multimediali ambientate al colle del Gran San Bernardo. Il progetto, finanziato da enti pubblici e privati, gode pure del contributo dell’azienda Läderach, famosa per il suo raffinato cioccolato. Per festeggiarela nuova attrazione verrano proposti, sabato 21 e 28 aprile, dei ciocoatelier riservati a grandi e piccini.

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-23 03:19:10 | 91.208.130.87