Immobili
Veicoli

Sicurezza e cyber securityIl Gruppo Wagner: il vero “ago della bilancia” nella guerra in Ucraina

30.06.22 - 07:00
Storia e peculiarità di un attore tanto protagonista quanto invisibile.
Sicurezza e Cyber security
Il Gruppo Wagner: il vero “ago della bilancia” nella guerra in Ucraina
Storia e peculiarità di un attore tanto protagonista quanto invisibile.

Chi sono e la loro struttura
Il Gruppo Wagner è un’organizzazione paramilitare simile a una PMC (Private Military Company), un’Organizzazione Militare Privata Russa che, legalmente e ufficialmente, non esiste. Di fatto, essa non è registrata né in Russia, né in altre parti del mondo, seppur legata indissolubilmente allo Stato Russo benché il Cremlino lo neghi sotto tutti i fronti. Fondata da Dimitri Utkin e finanziata dall’oligarca Russo Yevgeny Prigozhin, il solo nominare il gruppo Wagner genera rumori di fondo e voci di corridoio. L’inizio delle loro operazioni risale al 2014 durante l’operazione che ha portato all’annessione della Crimea, dove circa 1.000 mercenari hanno supportato le milizie ribelli e successivamente l’esercito Russo nei combattimenti per il controllo delle regioni di Lugansk e Donetsk. Successivamente nel 2015, la Wagner è stata inviata in Siria in supporto al regime di Bashar al-Assad. A oggi, il gruppo ha operato in Ucraina, Libia, Repubblica Centrafricana, Mali, Mozambico, Venezuela e Sudan. Il numero esatto dei soldati di ventura al soldo della Wagner non è chiaro, anche se alcuni report stimano che possa contarne fin oltre le 5.000 unità. Il numero esatto di combattenti è verosimilmente più alto e, secondo il canale Telegram ufficiale del gruppo “Reverse Side of the Medal”, stanno attualmente reclutando. Far parte del suo organico è un’opzione allettante con una paga media di circa $4.600 al mese, contro i $1.200 medi di un soldato dell’esercito regolare Russo. È conseguentemente probabile che vedremo una grande espansione del Gruppo in futuro. Il fatto paradossale è che la Wagner sia oggettivamente illegale in Russia, in quanto l’essere mercenari è vietato per legge. Ciò nonostante, il Cremlino mantiene legami diretti molto saldi con la corporazione. Per esempio, essa opera esclusivamente in Nazioni dove la Russia mantiene rapporti e interessi di politica estera, per il quale detiene molti privilegi sia dentro che fuori dalla Russia. Gli operativi della Wagner ottengono il passaporto dal Central Migration Office Unit 770-001, un ufficio passaporti tradizionalmente collegato direttamente con il Ministero della Difesa Russo. La loro base d’addestramento principale è locata nella cittadina di Molkino, nella regione di Krasnodar, condivisa unitamente con la 10th Brigata Separata per Servizi Speciali – unità parte dell’Intelligence Militare Russa, il GRU. L’utilizzo delle infrastrutture militari russe è pratica comune: in Libia, la Wagner ha utilizzato aerei cargo russi IIyushin II-76 per rifornire il suo personale. Dato che essa goda di molti più benefici rispetto a una classica PMC, è parere di molti analisti di intelligence quello di ritenerla un'organizzazione procuratrice, in grado d'incrementare oltre gli interessi russi all’estero. Le capacità della Wagner sono quelle di un’entità multifunzione, in grado di fornire addestramento, equipaggiamenti, assistere le forze nazionali di paesi ospite e capacità tattiche specializzate dove necessario. Come un esercito tradizionale, sono in grado di dispiegare e fornire essenziali capacità di intelligence, dal reclutamento di fonti di Human Intelligence HUMINT, alla sorveglianza speciale e ricognizione. La Wagner procura anche servizi di protezione diplomatica e scorta ad élite politiche, nonché sicurezza a luoghi sensibili e risorse critiche economiche, particolarmente in Africa. Si sono rivelati anche particolarmente abili nel disseminare campagne di propaganda e disinformazione.

Perché la Wagner è così importante per la Russia?
La Russia utilizza la Wagner per estendere la loro influenza all’estero salvando nel mentre risorse nazionali e mantenendo l’apparenza di uno stato forte, nel caso che operazioni all’estero vadano negativamente con perdita di vite umane, aspetto molto importante per Putin a livello interno. Ad esempio, durante l’intervento Russo in Siria, sondaggi pubblici riportavano oltre il 50% di supporto pubblico al coinvolgimento della Russia, contro appena il 19% riguardante il coinvolgimento di soldati russi nel conflitto. La Wagner può quindi essere impiegata per riempire questo gap senza influenzare la politica interna e l’opinione pubblica. Un’altra risorsa che il governo russo può vantare nel suo utilizzo è la negazione plausibile e comoda delle proprie responsabilità, nonché quelle della Wagner stessa. I mercenari della Wagner sono sistematicamente segnalati come responsabili d'innumerevoli crimini contro i diritti umani come stupro, saccheggio, esecuzioni sommarie e altri crimini gravi. Per il semplice fatto che essi non siano riconosciuti come contractors legali, che nemmeno esistano ufficialmente per lo stato Russo, eventuali procedimenti giudiziari risulterebbero molto complessi da realizzare ed inverosimilmente porterebbero a una conclusione, e siccome le loro azioni non sono riconosciute dal governo russo né tanto meno riflettono la sua volontà, l’attribuzione delle responsabilità è incredibilmente difficoltosa.

A cura di: Ferretto Marcello

Noi di Saint Michael Services, esperti di Sicurezza Privata in Open Source Intelligence, Threat Assessment, Risk Mitigation e Threat Intelligence, siamo in grado di fornirvi un servizio di OSINT di livello governativo, nonché il solo e unico portale integrato di Open Source Intelligence disponibile al mercato privato e civile, tutt’ora impiegato nel settore governativo, portando il livello di consapevolezza della Sua impresa a un livello superiore.

ULTIME NOTIZIE SICUREZZA E CYBER SECURITY