MA True Cannabis
RIVOLUZIONE CANNABIS
01.07.2020 - 08:000

Cosa sono i Tricomi?

Tipologie e funzioni delle appendici dei fiori di Cannabis

La Cannabis è molto più di quello che si vede ad occhio nudo. Basti pensare a tutti i fitocannabinodi che sono contenuti nelle Infiorescenze di Cannabis.

Sicuramente più facili da individuare sono i tricomi, quei piccoli cristalli che sembrano sempre coprire le foglie e i boccioli dei Fiori di Cannabis. Tendono ad essere lucenti, appiccicosi e trasportano gli aromi più intensi e sorprendenti.

La funzione dei Tricomi

I Tricomi sono i centri produttivi delle centinaia di cannabinoidi, terpeni e flavonoidi ad oggi identificati nella Cannabis e che rendono uniche le differenti varietà prodotte in tutto il mondo.

La produzione di Tricomi può essere osservata in molte specie di piante in tutta il regno naturale, assumendo varie forme fisiche oltre a servire a diversi scopi. Ad esempio, i tricomi trovati su alcune piante carnivore aiutano a catturare le prede.

Nella Cannabis, i Tricomi funzionano come meccanismo di difesa. Quando le piante di Cannabis iniziano a produrre Fiori, spesso diventano vulnerabili a vari insetti e animali, nonché a variabili ambientali come i raggi UV potenzialmente dannosi.

I Tricomi fungono da deterrente per gli animali perché il loro gusto e aroma intenso rendono sgradevoli i Fiori di Cannabis ai predatori. Allo stesso tempo, svolgono anche una duplice funzione nel proteggere le piante dai venti dannosi e persino da alcune varietà di crescita fungina.

I Tricomi della Cannabis

I Tricomi esistono in molte forme e dimensioni, ma ce ne sono tre che appaiono più spesso nelle piante di Cannabis.

I Tricomi bulbosi sono i più piccoli e compaiono sulla superficie dell'intera pianta. La loro dimensione varia tra i 10-15 micrometri, il che implica che possano essere composti anche da solo una manciata di cellule.

I Tricomi capitati sessili sono leggermente più grandi e contengono sia una testa che un gambo. Questi Tricomi sono leggermente più abbondanti dei loro fratelli bulbosi, ma non possono reggere il confronto con la generosità e le dimensioni della terza varietà di Tricomi.

I Tricomi capitati peduncolati presentano una struttura costituita da un gambo formato da cellule epidermiche e ipodermiche che si accumulano in una cellula basale che si attacca a una grande testa ghiandolare. Questa testa della ghiandola, funge da “fabbrica” per la sintesi di cannabinoidi e terpenoidi.
La dimensione di questi Tricomi varia da 50-100 micrometri, il che significa che sono molto più grandi e possono essere visti ad occhio nudo.

La sintesi dei cannabinoidi nei Tricomi

La sintesi dei cannabinoidi all'interno del Tricoma inizia quando le piante di Cannabis si iniziano la fase di fioritura. In questa fase i Tricomi si formano lungo la superficie esterna della pianta e iniziano a trasportare vacuoli e plastidi dal loro gambo nella testa della ghiandola.

A questo punto, le cellule all'interno della testa della ghiandola iniziano a metabolizzare e formano i precursori per quelli che diventeranno cannabinoidi.

 

Articolo a cura di MA True Cannabis

MA True Cannabis
Guarda le 2 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-03 16:27:43 | 91.208.130.87