SEGNALACI mobile report
focus
pourfemme.it
LUGANO
18.12.2017 - 07:000

Cena e Pranzo di Natale per vegetariani e vegani? Si può!

Anche per le feste, aguzzando l’ingegno, abbiamo a disposizione tante ricette e soluzioni per andare incontro a chi conduce un determinato regime alimentare

LUGANO - Ogni anno, la stessa storia: avete deciso di cambiare stile di vita già da qualche tempo, passando a una dieta completamente o parzialmente vegetariana o vegana. Non è più così difficile trovare soluzioni adatte nella vita di tutti giorni, per tenere fede con costanza a una scelta simile, anche quando vogliamo uscire e goderci una cena al ristorante. Ci sono però alcune occasioni in cui trovare ricette che vadano d’accordo con le nostre scelte non è del tutto scontato: le feste natalizie, ad esempio.

Molte portate tradizionali sono a base di pesce o carne, dunque come comportarsi, per non rimanere a stomaco vuoto senza tradire la tradizione del pranzo di Natale?

Un’altra opzione - forse la più probabile, ancora - è che siate voi a dover preparare il pranzo di Natale e abbiate ospiti vegetariani o vegani. Vorreste comunque attenervi alle linee guida che conoscete, ai piatti che cucinate e gustate da tanti anni, senza precludere anche loro i piaceri del cibo sotto le festività.

Oggi, dunque, vi darò qualche consiglio su come rielaborare o trovare nuove ricette natalizie per rendere il pranzo pienamente godibile anche a chi sceglie di rinunciare a capponi e branzini.

Gli ANTIPASTI sono probabilmente la portata più versatile. Sebbene irrinunciabili per aprire un buon pranzo di Natale, possiamo sbizzarrirci sulle ricette da proporre per concederci qualche sfizio che prepari il palato al resto del pasto.
Molto celebre e adatto a qualche crostino originale è l’hummus. Molti di voi, specialmente chi già si attiene alla dieta vegetariana e vegana, lo conoscerà già. L’hummus è una ricetta di origini mediorientali, che consiste in una sorta di crema di ceci con l’aggiunta di semi di sesamo, succo di limone e alcune spezie. Può essere servito, come accennato, insieme al pane oppure abbinato alle crudité di verdure fresche.
Anche uno sformatino può adattarsi in maniera eccellente all’antipasto, specialmente se a base di zucca o di patate, ingredienti in linea con i sapori invernali che possono essere arricchiti con rosmarino, erba cipollina, timo.
Se vogliamo integrare ulteriormente la scelta, possiamo proporre degli involtini di verza alle verdure o magari qualche mini-quiche ai funghi con una spolverata di pinoli.

Per quanto riguarda i PRIMI, la soluzione più semplice è sicuramente dedicarsi a un risotto, evitando l’inconveniente pasta all’uovo. Per quanto riguarda i condimenti adatti a vegetariani e vegani, abbiamo l’imbarazzo della scelta: i funghi, ad esempio, sono tra gli abbinamenti più popolari, ma anche la zucca, lo zafferano, il cavolo rosso. Per evitare di mantecare il risotto con il burro, potete ricorrere al semplice olio d’oliva, oppure diluire nell’acqua un po’ di farina di riso.

In alternativa al riso, potete scegliere di mettere in tavola qualche vellutata alle verdure, altra soluzione molto quotata per i mesi autunnali e invernali. Premuratevi di utilizzare ricette che non prevedano brodo di carne, oppure sostituitelo con un brodo vegetale.

I SECONDI sono lo step più complesso: difficile non allontanarsi dalla tradizione ticinese, se essa chiama a gran voce il cappone. Ciò non significa, tuttavia, che i ricettari vegetariani e vegani non offrano qualche possibilità di evasione.
Una ricetta molto interessante è il polpettone – sì, avete letto bene! – di lenticchie e noci. Attraverso la tritatura di questi due ingredienti, insieme a cipolle e pomodorini secchi, otterremo una pasta piuttosto duttile. Una volta modellata la forma, con una veloce passata in forno il nostro polpettone sarà pronto.
Se preferite gusti più immediati, potete ricorrere a cavoli o carciofi ripieni, oppure a tortini di formaggio.

Gli amici vegetariani non dovranno preoccuparsi del DOLCE: il panettone è accessibile anche al loro palato. I vegani non si allarmino: la ricetta è adattabile anche a loro. Il panettone vegano può essere realizzato sostituendo burro e uova con latte di mandorle, olio di semi di girasole e altri ingredienti chiave sostitutivi.

Ebbene, direi che il pranzo di Natale, in casa o con Il Brunch del Ciani, è sistemato. Ma una giornata piena di lavoro e impegni? Se non conoscete ancora Perfeat rimediate in fretta, perché potrebbe risolvervi molti problemi. Si tratta di un servizio di food delivery che propone menù clean, salutari e all’occorrenza…vegan! Il vostro ordine sarà poi reperibile nel punto di ritiro a voi più comodo, senza farvi perdere tempo né energie.
Qualità, salute ed efficienza!

Questa rubrica è sponsorizzata dal Ciani Ristorante Lugano.

Articolo di S. Santese e G. Biondo, del Ristorante Ciani Lugano.

Potrebbe interessarti anche
Tags
vegetariani
vegani
natale
pranzo
pranzo natale
ricette
vegetariani vegani
ingredienti
cena
verdure
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-26 05:33:29 | 91.208.130.87