Segnala alla redazione
STATI UNITI
25.09.2019 - 14:000

blink-182: come ieri, ma non troppo

Il terzetto pop-punk californiano ritorna per la sua seconda prova con la nuova formazione e... sono sempre loro

SAN DIEGO - Dai tempi di “What's my age again” (che è vero che è stato il botto ma tra l'altro era arrivato già abbastanza in là nella loro traiettoria) qualcosa è cambiato, ma non poi tantissimissimo.

E così i mitici “blink” sono ancora qua con il loro nono album (uno però non conterebbe perché è un “best of”) e con il duo Mark Hoppus/Matt Skiba ai microfoni.

Diciamo che se li avete già sentiti un'ideuzza  di come sia questo “nine” potete anche farvela perché il suono è proprio il loro: californiano, pop-punk con qualche schizzatina di emo. Ma etichettarlo, in verità, ci sembra abbastanza ingiusto perché questo secondo lavoro dell'era post-DeLonge le sue cose da dire ce le ha con un paio di pezzi davvero azzeccati.

Toglie un poco di verve la produzione, che smarmella compressori un po' ovunque tagliando le gambe a dinamica e ruvidità. Vero è che potete comunque rimediare alzando il volume a palla nei momenti giusti.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-10 23:21:20 | 91.208.130.85