Segnala alla redazione
Keystone
REGNO UNITO
18.09.2019 - 15:340

Charli Xcx, se il ritorno in scena è cyber (e spacca pure)

Il nuovo disco della stellina britannica è un sogno robotico e retrò, ma fino a un certo punto

 

LONDRA - Quando si parla di  voci pop, quelle che vengono alla mente sono quelle tre-quattro che si azzuffano per il posto più alto del podio (sì, Ariana, Taylor e Miley stiamo parlando di voi).

Meno facile, invece, pensare a una come Charli Xcx che ha sempre fatto della gran bella musica e ha un suo discreto seguito. Un po' meno mainstream per scelta, ha sempre recitato il ruolo di quella un po' stranina (poi però è arrivata Bilie Eilish e ciao).

Nel suo nuovo album “Charli” ritorna un po' a quel suono synth-pop sognante e cyber del suo ultimo singoletto con Troye Sivan (“1999”) che era andato davvero benino. Ma di retro e anni '80 c'è solo qualche richiamino sonoro perché la struttura è di quelle moderne ed è zeppo di collaborazioni.

Da Sivan passando per Sky Ferreira fino alle Haim e quel fenomeno sulla cresta dell'onda che risponde al nome di Lizzo. Insomma, da sentire, magari durante un viaggio in treno quando fuori il cielo è un poco grigio.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-20 16:54:22 | 91.208.130.85