mobile report Segnala alla redazione
FOTO NICKY SIMS
REGNO UNITO
07.03.2018 - 06:000

The Fratellis al quinto, ottimo, disco

In uscita il 16 marzo “In Your Own Sweet Time” (Cooking Vinyl), il nuovo album - il quinto - del trio scozzese

 

GLASGOW - A tre anni dalla realizzazione di “Eyes Wide, Tongue Tied” (Cooking Vinyl, 2015), la band di John Lawler (Jon Fratelli, voce e chitarra), Barry Wallace (Barry Fratelli, basso) e Gordon McRory (Mince Fratelli, batteria) si ripresenta sul mercato con un disco vigoroso, energico, in cui post-punk e power pop tornano a forgiare le tracce - undici - che lo compongono.

Un album dove il combo recupera, senza timori e senza (s)cadere, le sonorità che hanno modulato il disco di esordio, “Costello Music” (Drop The Gun Recordings/Island Records), dato alle stampe nel 2006 e prodotto da Tony Hoffer (Belle & Sebastian, M83, Beck). Hoffer a cui Jon, Barry e Mince hanno scelto di riaffidarsi in sede di produzione. E, forse, per inciso, non avrebbero potuto optare per una scelta migliore, come era accaduto, del resto, anche per “Eyes Wide, Tongue Tied”, album attraverso cui, in quell’occasione, li portò a sperimentare a largo raggio, in più territori sonori, ricavandone ottimi risultati.

Ma ora torniamo al presente, al nostro tempo: “In Your Own Sweet Time” è un documento sonoro efficace, in grado di amalgamare il power pop che prese piede nella seconda metà dei Settanta al di là dell’oceano - con i Cheap Trick in prima linea - al sarcasmo e alle ambientazioni puramente post-punk britannche. Un disco da ascoltare e riascoltare per intero. Con il volume al massimo.

Info: thefratellis.com

Guarda il video

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-17 14:05:05 | 91.208.130.86