pixabay.com
Medicina Estetica
01.03.2021 - 13:000

Capillari: perché tornino invisibili vanno guariti

Perché l’approccio “terapeutico” del trattamento a ozono è il più efficace

Uno dei fenomeni che si verifica con l’invecchiamento riguarda i capillari: questi minuscoli vasi sanguigni che si diramano nelle periferie del nostro organismo diventano visibili sulla superficie della cute, creando formazioni reticolari o rettilinee di colorito rosso-bluastro dovute all’occlusione dei vasi stessi.

Fino a poco tempo fa le strade battute dalla medicina estetica per cancellare i segni dei capillari sulla pelle prevedeva la distruzione degli stessi vasi sanguigni occlusi, con risultati non sempre soddisfacenti. Ora, però, c’è un sistema che punta alla guarigione dei capillari occlusi e al ripristino della loro originaria salute. È l’ozonoterapia, trattamento che prevede l’iniezione nei vasi occlusi di ozono, sostanza in grado di rivascolarizzare i capillari.

Iniettato attraverso un sottilissimo ago e in maniera del tutto indolore, l’ozono rende di nuovo funzionante il vaso sanguigno e lo scorrere dell’ossigeno gli permette di tornare al suo colorito originario e quindi di non risultare più visibile sulla cute. Inoltre l’ozonoterapia non prevede bendaggi o calze compressive post-trattamento, consentendo al paziente di tornare alle sue abitudini quotidiana senza fastidi.   

Visita Medi Jeunesse - La medicina estetica a Lugano


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-15 12:35:09 | 91.208.130.89