pixabay.com
Medicina Estetica
07.01.2020 - 11:430
Aggiornamento : 16.06.2020 - 13:19

Pelle a buccia d’arancia? Un ricordo con Cellfina

Come liberarsi di un inestetismo che tormenta un gran numero di donne

Spogliarsi e trovare il proprio “lato B” deturpato dai tanti “buchi” tipici della pelle a buccia d’arancia non è affatto una piacevole sensazione, soprattutto se una donna ha provato a liberarsene tenendo stretta la cinghia durante il periodo delle festività natalizie. Il problema, però, è che la cellulite è un fenomeno che, seppur alimentato da una dieta sbagliata, ha ragioni diverse: si manifesta a causa della presenza di setti fibrosi di ancoraggio cutaneo in direzione perpendicolare alla pelle. Quando il grasso aumenta in questi setti, ecco formarsi i “buchi” tipici della pelle a buccia d’arancia.

Esiste tuttavia un trattamento che permette di intervenire in maniera diretta, efficace e soprattutto estremamente veloce: il Cellfina System. Sviluppato negli Stati Uniti, il Cellfina funziona attraverso un ago ultra-sottile che raggiunge una profondità di 6-10 mm nel derma: l’azione di questo ago va a rompere i setti fibrosi delle cellule adipose sottocutanee, permettendo al grasso di fuoriuscire e di venire poi smaltito, nelle settimane successive, dal sistema linfatico.

Cellfina avvia dunque un processo naturale di smaltimento dell’adipe in eccesso e, al tempo stesso, permette alla cute di tornare liscia, soda, senza buchi. Il tutto in tempi rapidissimi: il trattamento, preceduto da una lieve anestesia locale, dura meno di due ore ed è destinato a fornire risultati permanenti: con un’alimentazione priva di eccessi e un po’ di moto la pelle a buccia d’arancia non tornerà più a tormentarvi.  


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-11 14:19:28 | 91.208.130.85