Immobili
Veicoli
PIXNIO
La casa ticinese
08.03.2021 - 11:010

Arredare casa? Individuare lo stile più adatto è il punto da cui partire

Minimal, industriale o rustico: caratteristiche e peculiarità degli stili di arredamento più in voga

Scegliere come arredare la propria casa non è sempre semplice. Le idee, magari, non mancano. Ma serve una bussola per evitare la confusione, che in questi casi può prendere il sopravvento, mettendoci in difficoltà. Serve un orientamento da cui partire. E la scelta dello stile su cui puntare è, in tal senso, il primo, ideale per agevolare le nostre scelte.

Se vuoi saperne di più sull’articolato mondo degli stili di arredamento, l’articolo che state leggendo è quello che cercavate.

 

Arredare la propria casa in stile minimal. 

Ha influenzato, trasversalmente, design, moda, arte e architettura. La minimal art nasce negli anni 60’ e si ispira al principio dell’essenzialità: prendere in considerazione solo ciò che realmente conta. Minimalismo, quindi, come chiave di lettura per selezionare solo ciò di cui, in sostanza, non possiamo fare a meno: in tanti ne hanno fatto un vero e proprio stile di vita. Filosofia che può avere un riflesso, chiaramente, anche quando ci si trova davanti alla necessità di arredare casa. Ma quali sono gli elementi fondamentali del minimalismo applicato al design e all’arredamento?

Semplicità, linearità e staticità.

Iniziamo dal principio della linearità e applichiamolo, idealmente, alle scelte per il nostro arredamento. L’obiettivo è valorizzare i volumi dei mobili, raggiungibile puntando su mobili con linearità geometriche pulite e regolari. Non solo: risulta fondamentale la scelta dei materiali. Ed ecco perché, nel ventaglio di possibilità, il legno la fa da padrone, senza però trascurare valide alternative come il vetro, la lacca o il corian. E i colori? Probabilmente ve lo state chiedendo. La risposta si trova nel concetto di neutralità: bianco, grigio e nero, ma è fondamentale il bilanciamento da cui si ottiene una neutralità ricercata. L’eccesso di bianco va evitato, per creare contrasto e un gradevole effetto movimento: il grigio e il nero, in tal senso, vengono incontro alle esigenze dell’equilibrio cromatico che vogliamo ottenere. Le luci nascoste, poi, rendono i locali “leggeri”. E l’effetto che viene esaltato anche dalla presenza di mobili sospesi.  
 
 
Arredamento in stile industriale 

Fabbriche dismesse e trasformate in abitazioni che danno vita ad uno stile unico, originario della New York anni '50. Lo stile d’arredamento che ne deriva si fonda sulla ricerca di un aspetto industriale da trasmettere ai mobili, in particolare negli spazi tra cucina e soggiorno.

Quanto ai materiali, legno, metallo, mattone, cemento e ghisa rappresentano un punto di riferimento. Per pareti e pavimenti si utilizzano cemento e mattoni, mentre il legno viene scelto, insieme al ferro, per creare librerie o tavolini. Il design talvolta grezzo produce un effetto “invecchiato” che caratterizza una tipologia di legno definita “vissuta” o “usata”.  
Ecco che i legni di noce, rovere o abete - il più delle volte nella loro versione massiccia – rappresentano il ventaglio di scelta maggiormente tenuto in considerazione nell’arredamento industrial.
 

Arredare la propria abitazione in stile “rustico” o “baita”. 
 
Volete ricreare il classico ambiente delle baite di montagna? Lo stile rustico è quello che cercate. Largo utilizzo del legno grezzo, in questo caso, per vivere un ambiente naturale ed accogliente.
Lo stile rustico è caratterizzato da due tipologie diverse. Intanto lo stile rustico autentico o originale, in cui spiccano mobili antichi o pezzi realizzati su misura dagli artigiani. In questo caso si privilegia il legno massello, lasciando che siano le imperfezioni (fessure o nodi nel legno) a trasmettere tutta la carica di naturalezza tipica di ambienti con queste caratteristiche. Non solo: le imperfezioni donano anche pregio al mobile, aumentandone il valore. Pino, noce, castagno, rovere e larice sono i legni più utilizzati in questi casi.

Come detto, però, esiste un’alternativa: lo stile rustico contemporaneo, che manifesta tratti di maggiore modernità grazie ad una diversa lavorazione del legno, per la scelta del quale si privilegiano il più delle volte abete, mango, acacia, pino massiccio e paulownia. Variante meno autentica del rustico originale, chiaramente, ma capace di mantenere caratteristiche di evidente raffinatezza estetica.  

 

Se siete in cerca dello stile di arredamento più adatto ai vostri gusti e alle vostre esigenze, contattate noi di Pirmin Murer: siamo una falegnameria che dal 1982, con competenza e professionalità, si occupa di arredamento su misura, mobili in legno, vendita e posa finestre e serramenti. Le vostre esigenze verranno ascoltate da personale valido e pronto a realizzare i vostri desideri. Ci trovate a Mendrisio, Camorino e Bedano. Scoprite di più cliccando sul link qui in basso.

 

Articolo scritto da Pirmin Murer Falegnameria SA con il supporto di Linkfloyd Sagl - Agenzia di Comunicazione e Marketing in Ticino

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-23 17:58:58 | 91.208.130.86