Immobili
Veicoli
Unsplash / Watermark Designs
La casa ticinese
05.02.2021 - 09:000
Aggiornamento : 09:49

La cucina nell’era Covid: come il lockdown ha trasformato lo spazio simbolo della convivialità

Ecco le nuove (e durature) tendenze strutturali del luogo più “frequentato” della casa durante l'ultimo anno

Il ruolo della cucina negli ultimi mesi è cambiato parecchio: da stanza deputata ad accoglierci giusto il tempo di una colazione e di una cena, spesso anche frettolose, ad ambiente cruciale per il fluire delle nostre giornate in casa, e che per molti è diventato anche area studio o lavoro. Qui, abbiamo trascorso molto del nostro tempo a disposizione anche per riscoprire la passione per la gastronomia o per sperimentarla da zero e per riunire i nostri affetti più stretti, impossibilitati dal poter recarsi in ristoranti e bar. Se in termini sociologici ciò ha significato un mutamento di abitudini personali, in termini di arredamento ha comportato altrettante significative conseguenze.

Un dato interessante che riguarda la Svizzera ci viene fornito da Ikea. Infatti, dopo la riapertura dei suoi negozi l’11 maggio 2020, la celebre azienda svedese di arredamento low cost nel nostro Paese ha registrato una forte crescita di fatturato, come dimostra lo studio “Life at Home”: durante il lockdown, 2 persone su 5 hanno voluto modificare la propria casa. La crescita dell’interesse si è canalizzata soprattutto nelle categorie “Ufficio” e “Cucina” (mobili e utensili), che in confronto all'anno precedente ha avuto un aumento di oltre il 50%.

Nonostante auspichiamo di tornare presto a vivere gli spazi fuori dalle nostre mura domestiche, sicuramente l'ambiente della cucina sarà confermato anche dopo l’emergenza sanitaria come centrale nelle abitazioni svizzere. L’obiettivo per chi progetta, costruisce e arreda da ora in poi sarà concentrare le attività pratiche della cucina in uno spazio dove integrare molteplici funzioni e che sia espressione degli stili di vita delle persone e, quindi, della loro identità.

In termini pratici, quali sono le novità e i perfezionamenti che possiamo introdurre nelle nostre cucine per dare loro nuova vita, senza necessariamente buttare giù tutto? Analizziamole.

  • Se dovete arredare da zero la vostra casa o volete ristrutturarla, in cucina optate per l’inserimento di blocchi funzionali, tavoli estraibili e piani di lavoro a scomparsa: in questo modo, si possono realizzare zone pranzo fisse o modificabili in relazione al numero degli ospiti ottimizzando tutti gli spazi, sia piccoli che grandi. La “flessibilità” strutturale è fondamentale soprattutto nelle cucine più piccole, che così saranno sempre in ordine e non “affollate” da complementi d’arredo che non utilizziamo tutti i giorni;

  • Se abbiamo/desideriamo una cucina che apre direttamente su un salone, senza porte e muri divisori, per creare un ambiente che sia una combinazione di funzionalità e relax dobbiamo considerare la questione degli odori: una buona cappa di ventilazione è fondamentale soprattutto nelle cucine open space per evitare che l’accumulo di odori e umidità si diffondano in tutto lo spazio. Inoltre, specialmente negli ambienti poco estesi, è molto utile prevedere l’aggiunta di sedute per rilassarsi mentre i nostri cibi sono in cottura, bacheche per vini e liquori da sorseggiare mentre si aspetta che il pasto sia pronto, librerie o mensole per catalogare i nostri libri di ricette e i nostri appunti. Ovviamente, tutto su misura, così da poter sfruttare al meglio i metri a nostra disposizione;

  • Il web e la cucina, in quarantena e dopo, si sono intersecati producendo anche vari business di mercato che muovono un grosso giro d’affari: chi, durante il lockdown, non ha provato a fare in casa il pane, la pizza o una torta seguendo una ricetta vista su Instagram, Facebook o YouTube? C’è chi ha scoperto doti culinarie impensate e chi ha sfidato se stesso riproducendo i piatti postati sui social da chef stellati. Perciò, è diventato rilevante il fattore della “connettività” della propria cucina. Un ambiente “smart” dove poter cucinare adesso deve considerare la possibilità di accogliere elementi prettamente tecnologici, come ad esempio un tablet che possa fungere da ricettario online, senza contare i piccoli e grandi elettrodomestici di ultima generazione che, collegandosi a internet, possono persino “parlare” per dare dei suggerimenti!

 

Se vuoi realizzare la cucina perfetta, ristrutturare quella che già hai o inserire dei mobili su misura come quelli che abbiamo suggerito in questo articolo, contattaci: avrai a disposizione gli oltre quarant'anni di professionalità di Pirmin Murer, falegnameria sita a Mendrisio, Camorino e Bedano, nell'arredamento su misura, mobili in legno, vendita e posa finestre e serramenti. Il nostro staff specializzato ed esperto è pronto a soddisfare le tue necessità. Scopri di più cliccando sul link qui in basso.

Articolo scritto da Pirmin Murer Falegnameria SA con il supporto di Linkfloyd Sagl - Agenzia di Comunicazione e Marketing in Ticino

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-19 18:08:58 | 91.208.130.85