Immobili
Veicoli

GamesPure per “Cyberpunk 2077” è infine tempo di next-gen (e che meraviglia!)

22.02.22 - 06:00
Il colossale e tribolato bestseller dei papà di “The Witcher 3” è finalmente sbarcato su Playstation 5 e Xbox Series X
CdProjektRed
Pure per “Cyberpunk 2077” è infine tempo di next-gen (e che meraviglia!)
Il colossale e tribolato bestseller dei papà di “The Witcher 3” è finalmente sbarcato su Playstation 5 e Xbox Series X

VARSAVIA - Un'altra patch, un nuovo upgrade, e siamo ancora qui dopo quasi un anno e mezzo a ritornare su “Cyberpunk 2077” e ritrovarlo... completamente nuovo. Con la sua “pezza” 1.5 il gioco di ruolo fantadecadente di Cd Projekt Red sembra aver raggiunto la sua forma definitiva, soprattutto su console.

Già perché dopo lunghe promesse e tantissimi problemi (leggi attacco hacker e pandemia) il/la gangster V arriva sugli schermi di Playstation 5 e Xbox Series X/S. Il risultato è di quelli davvero da leccarsi i baffi e fa dimenticare le diverse frustrazioni legate alle versioni precedenti per console, decisamente debolucce e piagate da tantissimi problemi di ordine tecnico.

Con la next-gen, Night City e il suo serraglio di uomini-macchina non sono mai stati così splendente, fra neon sfavillanti, giochi di luce, volti iperrealistici e la godibilissima fluidità a 60 FPS senza (quasi) mai un rallentamento. E oltre a essere più bella, la città è anche più vitale e organica.

Migliorati anche una parte dei menu, un filo meno criptici (ma comunque arzigogolati) e soprattutto l'enorme mappa cittadina nella quale ora ci si può orientare in maniera più efficiente, passando da un “lavoretto” all'altro.

Particolarmente impressionante, e questa è una cosa solo di Playstation 5, l'implementazione del controller aptico DualSense che aumenta il grado d'immersività di una tacca. Da una parte rende la guida dei veicoli molto più precisa e godibile, dall'altra permette di percepire in maniera più realistica l'impatto e la potenza delle armi.

Insomma, se da un punto di vista tecnico le versioni PS5 e Xbox restano sullo stesso livello, la macchina di Sony svetta in maniera chiara per quanto riguardo i controlli.

Microsoft, invece, la porta a casa per quanto riguarda la semplicità di transizione dalla versione last-gen a quella next-gen (automatica), mentre da Play 4 a 5 sarà necessario passare dal cloud (e conservando solo un file di salvataggio). Non proprio il top.

Incuriositi? Se la risposta è sì scaricatevi la versione demo, gratuita, con le prime 5 ore del gioco e... buon viaggio in quel di Night City.

ZAF

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE GAMES