Id/Bethesda
+6
ULTIME NOTIZIE Games
GAMES
2 gior
Perché anche la mamma non può essere una gamer?
E infatti, stando a uno studio il 71% di loro gioca (anche ogni giorno) e il 57% ritiene che le renda più spensierate
GAMES
2 sett
Quelle due nuove console che quest'anno forse sarebbe meglio non comprare
Xbox Series X e Playstation 5 arriveranno sugli scaffali entro Natale, ma rappresentano una colossale incognita
FOTO
GAMES
3 sett
Si fa così a riportare in vita una serie morta (e sepolta) da 25 anni
"Streets of Rage 4" è una gran bella impresa che ci riporta dritti dritti negli anni '90, ma riveduti e corretti
GAMES
1 mese
Quell'isoletta felice diventata un fenomeno (anche grazie alla quarantena)
Stiamo parlando di “Animal Crossing: New Horizons” per Nintendo Switch, ci state giocando pure voi?
Games
1 mese
Final Fantasy VII: quel "Remake" nel titolo gli va un po' stretto
La nuova versione del leggendario titolo di Square Enix non tradisce le aspettative e promette dalle 30 alle 60 ore di g
GAMES
1 mese
Fa un po' senso giocare a “Resident Evil 3” durante una pandemia mondiale
Anche se il gioco è strepitoso (ma un filino corto) e farà davvero felici i fan della serie horror per eccellenza
FOTO E VIDEO
GAMES
2 mesi
Davvero non pensavo che avrei perso la testa per “Nioh 2”
E invece... Il ritorno al Giappone medievale fantasy del Team Ninja è una sorpresa strepitosa (ma per i veri smanettoni)
FOTO
GAMES
2 mesi
Quando il supereroe può vincere con un cazzotto solo
“One Punch Man: the hero nobody knows” tenta di tradurre in game una delle più inspiegabili e folli opere nipponiche
GAMES
2 mesi
Questo è il miglior picchiaduro che quasi sicuramente non conoscevate
Si chiama “Under Night In-Birth Exe:Late[cl-r]” (sì, davvero) e merita decisamente la vostra attenzione
GAMES
01.04.2020 - 12:000
Aggiornamento : 12:58

Per sfogarsi non c'è niente di meglio dell'ultraviolenza di “Doom: Eternal”

Anche se bisogna avere un (bel) po' di pelo sullo stomaco e il grilletto decisamente facile

IRVINE - In queste giornate chiusi in casa, mentre fuori c'è la pandemia, i videogiochi possono anche tenerci un po' su d'animo permettendoci di sublimare lo stress, la tensione e la pressione. "Doom: Eternal", da poco pubblicato da Id Software per Bethesda, è probabilmente uno dei migliori titoli per sfogarsi - a patto di avere la giusta età (vedi box in calce) - in circolazione.

Seguito di "Doom" (2016) - che già era remake, ben fatto, del papà di tutti gli sparatutto uscito su computer nel 1993 - lo migliora sotto praticamente tutti i punti di vista, concedendosi anche di reinventarlo in maniera abbastanza radicale. Un'evoluzione che segue pari pari quella che "Doom 2" fece nel 1994 rispetto al predecessore.

Così come il primo episodio era raffinato e claustrofobico nella struttura dei livelli, il secondo era folle e adrenalinico e proponeva situazioni estreme da centinaia di avversari demoniaci da affrontare contemporaneamente in una corsa di distruzione spietata. "Doom: Eternal" sceglie pure lui questa seconda via e la mette in piedi in maniera davvero impeccabile.

La storia (ma davvero vi interessa?): l'inferno si è riversato sulla terra e noi, armati fino ai denti, dobbiamo salvare baracca e burattini. Ok, c'è qualche sottigliezza in più (ma davvero poco) e comunque non è che questa cosa del plot vi mancherà particolarmente. Già perché il fulcro di tutto quanto è l'azione frenetica, i mostri, le armi e il sangue. 

Con la sua impostazione "Doom: Eternal" rivede lo sparatutto moderno e lo riporta in dietro di un paio di decenni: niente barra della vita che si autoricarica, niente ripari: solo corsa, schivate e più istinto che mira da cecchino. Mettetelo di fianco a un "Call of Duty" qualsiasi e vi sembreranno due giochi diversi. Cosa che farà piacere ad alcuni e storcere il naso ad altri.

Ma al di là dei gusti personali, è innegabile che il gioco di Id sia stato assemblato con maestria e cesellato fino all'ultimo frame. Il risultato è un'esplosione di violenza al fulmicotone come non se ne vedevano da tempo. Forse non potrà essere per tutti, ma per chi ci si ritroverà sarà una vera e propria manna.

Due parole sull'impianto tecnico: “Doom: Eternal” è davvero bello da vedere (soprattutto sulle macchine più potenti) e non molla mezzo frame nemmeno nelle situazioni più concitate (e saranno parecchie). Insomma, tanto di cappello a id.

 

Non è un gioco per tutti (PEGI 18)

“Doom: Eternal“ è uno sparatutto che non lesina lo splatter e con momenti parecchio violenti da PEGI 18, per intenderci. Pertanto è sconsigliato a i deboli di stomaco e ai facilmente impressionabili. Se vedete che vostro figlio di 10 anni ci sta giocando o vi chiede di comprarlo, ecco, magari non è proprio il caso.

VOTO: 9

"Doom: Eternal" è disponibile per Playstation 4 (versione provata), Xbox One e Pc Windows. Lo abbiamo recensito con una copia gentilmente fornita da Bethesda.

ZAF

Id/Bethesda
Guarda tutte le 9 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-31 01:57:31 | 91.208.130.87