Namco-Bandai/Sueisha
+3
ULTIME NOTIZIE Games
FOTO
GAMES
1 gior
Genshin Impact, quando il fenomeno è gratuito e arriva dalla Cina
Non un clone, ma qualcosa di più, il titolo per console e cellulari ha fatto davvero il botto. Ma sarà giusto per voi?
GAMES
1 sett
Tribune piene e nessuna quarantena: il calcio nella "bolla" di FIFA 21
L'ultimo capitolo della saga sportiva di EA gioca in difesa ma propone anche alcune novità. E la formula funziona
GAMES
3 sett
Per i 35 anni di Super Mario una compilation tutta in 3D
“Super Mario 3D All-Stars” inaugura l'anno di celebrazioni per il mitico idraulico italiano, ma non convince
GAMES
1 mese
“Holly & Benji” in versione game: il tiro della tigre basta solo a metà
"Captain Tsubasa: Rise of New Champions", da poco disponibile, è bellissimo da vedere ma ha i suoi difettucci
FOTO E VIDEO
GAMES
1 mese
La serie Netflix sui games un po' ci azzecca, un po' no
“High Score”, che racconta la storia dei videogiochi, ha inventiva ma problemi di ritmo. Ai nostalgici però piacerà molto
FOTO
GAMES
2 mesi
In “Mortal Shell” morire non è poi la fine del mondo
L'omaggio indipendente a “Dark Souls” di un mini-team di veterani è un mostriciattolo bonsai con qualcosa da dire
FOTO
GAMES
2 mesi
“Fall Guys”, la corsa deficiente che (a sorpresa) è diventata un fenomeno
È il titolo dell'estate in grado di rivaleggiare con roba tipo “GTA Online” e altri colossi, e voi ci state giocando?
GAMES
2 mesi
Sword Art Online, e il videogame ti imprigiona... in un videogioco
La celebre meta-serie giapponese torna con un colossale nuovo episodio che divertirà parecchio i fan
FOTO
STATI UNITI
2 mesi
Né Sekiro, né Tenchu: Ghost of Tsushima è una storia a sé
L'ultima esclusiva per la console Sony, targata Sucker Punch, convince per design e azione. La narrazione però si rivela
FOTO
GAMES
3 mesi
Deadly Premonition 2: così il gioco si fa ancora più strano
Un dei titoli più improbabili della storia dei games ha ottenuto un ancor più improbabile seguito. Ma ne vale la pena?
GAMES
29.01.2020 - 12:000

"Dragon Ball Z: Kakarot" ti fa giocare (proprio) tutto il cartone

Ed è un titolo con un gran cuore, ma decisamente qualche difettuccio, che farà felici soprattutto i superfan

TOKYO - Per chi aleggia a ridosso dei 30 anni ed è cresciuto a pane e cartoni giapponesi, "Dragon Ball" è una di quelle costanti che unisce (e divide) anche nella vita più o meno adulta.

La saga di Goku e compagnia, esplosa da noi su Italia 1 (che ne ha riproposto le repliche per anni e anni) è uno di quei capolavori del Sol Levante che hanno davvero cambiato il modo contemporaneo di raccontare storie.

Nate negli anni '80 dalla fulgida penna di Akira Toriyama, che ai suoi personaggi ha alacremente dedicato 11 anni della sua vita, le avventure Sayian e i loro terrificanti avversari hanno finito per riplasmare non solo i fumetti ma anche l'animazione e i videogiochi del mondo tutto.

La storia d'amore fra "Dragon Ball" e i videogame è lunga e non sempre fortunata. Ultimo (notevole) figlio di questa relazione è lo strepitoso gioco di lotta "Dragon Ball FighterZ" di Arc System Works (recensito anche su queste pagine digitali).

È proprio di questo mese l'uscita di un titolo completamente diverso: un gioco di ruolo e d'azione che è anche un omaggio in lungo e in largo alla parte adulta della storia di Goku quella che alle italofone latitudini è conosciuta come "What's My Destiny Dragon Ball".

"Dragon Ball Z: Kakarot", realizzato da CyberConnect 2 per Bandai Namco, prende il via proprio dalla saga dei Sayian, passando poi per quella di Freezer, gli androidi & Cell fino allo spietato Majin Buu. Insomma una bella maratona da decine e decine di ore di gioco.

La chiave scelta è quella ibrida: se la storia scorre linearmente, seguendo in maniera fedele il canovaccio noto, sono diversi i momenti in cui viene concessa libertà di movimento ed esplorazione del mondo, fra quest secondarie e attività amene di varia natura. Il combattimento, invece, è azione pura fra schivate, raffiche di colpi e mosse speciali.

Insomma, un gran minestrone, in cui gli ingredienti si integrano non sempre benissimo. Se da una parte in tutto questo "Kakarot" si sente un gran cuore, con la cura fedele della riproduzione dei momenti del cartone e pure una parte molto creativa e citazionistica riguardante alcuni personaggi secondari, dall'altra è evidente che diversi momenti di gioco non sono proprio al top.

Immaginiamo che per il team di CyberConnect 2 sia stata una bella fatica integrare tutte queste cose su di una struttura che, in fin dei conti, è parecchio rigida. Il risultato è una specie di colossale parco giochi a tema ma che, tanto tecnicamente quanto dal punto di vista del divertimento, non sempre è all'altezza degli standard.

Delusione? Forse un po', ma non troppo. Anche perché "Kakarot" è chiaramente destinato a una fetta di superfan della serie che saranno felici di rigiocarsi il proprio cartone preferito chiudendo volentieri un occhio qua e là.

VOTO: 8

"Dragon Ball Z: Kakarot" è disponibile per Playstation 4 (versione provata), Xbox One e Pc Windows. Lo abbiamo recensito grazie a una copia gentilmente fornita da Bandai Namco.

Nota linguistica

"Dragon Ball Z: Kakarot" è tradotto molto bene in italiano, ma si basa in maniera fedele al manga più che al cartone. Quindi scordatevi Jamcko, Tensing, Junior e fatevi piacere Yamcha, Tenshinhan e Piccolo. L'audio è solo in giapponese sottotitolato, e per qualcuno forse sarà un problema.

Namco-Bandai/Sueisha
Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-23 23:48:30 | 91.208.130.87