mobile report Segnala alla redazione
GAMES
21.11.2018 - 07:000
Aggiornamento 22:41

Quella fiaba VR bizzarra e che sa tanto di sogno

“Déraciné” realizzato dal papà di "Dark Souls" e "Bloodborne" è un'esperienza unica e straniante come poche se ne sono viste

 

TOKYO - Una scuola smarrita nel nulla, sei ragazzini, un vecchio disabile, un cane, un gatto nero e uno spirito. Sono questi gli ingredienti alla base di “Déraciné“ un gioco (o meglio un non-gioco) realizzato per Playstation VR da Hitedataka Miyazaki di From Software, il creatore di alcuni dei titoli più oscuri e spietati di sempre (vi dicono niente "Dark Souls" o "Bloodborne"?).

Come in in quadro - Eppure in “Déraciné“ di buio quasi non ce n'è: è un gioco dalle tonalità autunnali, soleggiato e calmo. Dimenticatevi pure la frenesia della lotta perché il suo mondo è sigillato, immobile nel tempo.

Nei panni del fantasma - Noi, nei panni di uno spirito che vive al di sopra dello scorrere di ore e minuti, lo visitiamo da esterni e come si fa in un museo: vedendo i suoi abitanti, e i loro ricordi, immobili e congelati come statue. Solo compiendo determinate azioni sarà possibile sbloccarli e procedere avanti (o indietro).

Spostamenti a balzi - Dal canto nostro noi potremmo muoverci nello spazio "a scatti", ovvero spostandoci in stile teletrasporto da una location all'altra e manipolare il manipolabile utilizzando i due controller Move (uno per mano). Il sistema, bisogna dirlo, seppur non sempre strarealistico, aiuta a prevenire il mal di mare tipico della VR. Resta comunque una buona idea fare una pausetta ogni ora, ora e mezza, di gioco.

Si va avanti a mini-enigmi - Fulcro di tutta l'esperienza di gioco sono l'esplorazione e la risoluzione di piccoli enigmi (e nemmeno molto difficili) che hanno lo scopo di sostenere la trama che resta un po' fumosa, onirica e misteriosa quanto basta, in puro stile From Software. Caratterizzati benissimo i sei ragazzini che seguiremo durante tutta l'avventura e ai quali sarà praticamente impossibile non affezionarsi.

Tecnicamente solo discreto (ma ispirato) - Dal punto di vista tecnico ci troviamo davanti un lavoro discreto, per quanto i limiti della VR di Sony sono quello che sono, la cura nella realizzazione dei modelli e delle varie camere della scuola/casa è evidente. Ottimo invece il comparto audio, con pezzi orchestrali à la "Souls" e un ottimo doppiaggio in italiano (per certi versi pure superiore alla versione inglese). I più impallinati dei prodotti di From potranno anche trovarci diverse citazioni e richiami.

In definitiva? Strano forte - Al di là di tutto resta indiscutibile il fatto che “Déraciné“, per ambientazione, ritmo e tipologia di approccio potrà far sbadigliare (o grattare il capo) a parecchi. Più che un gioco vero e proprio è, a tratti, un'esperienza (e pure di quelle bizzarre) assolutamente sopra le righe e fuori dai canoni. Va quindi avvicinata con un certo spirito (sic). Quanto dura? 5-6 orette, e per quei 34.90 franchi di costo per alcuni potrebbe anche essere decisamente troppo poco.

VOTO: ?

“Déraciné“ è un'esclusiva Playstation 4 e Playstation VR.

ZAF

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-12 04:43:15 | 91.208.130.87