mobile report Segnala alla redazione
Ubisoft
GAMES
04.07.2018 - 06:000
Aggiornamento 22.07.2018 - 20:37

The Crew 2: sgommando per (proprio tutti) gli Stati Uniti

Il titolo di corsa di Ubisoft non nasconde le sue ambizioni e ci propone un'intera nazione in cui correre, ma ne varrà la pena?

 

LIONE - Il 2018 per la francese Ubisoft è un anno decisamente... americano! Prima ecco arrivare il (sorprendente) "Far Cry 5" ambientato nel rurale Montana e poi questo interessantissimo" The Crew 2" che trasforma tutti gli Stati Uniti in un buffet per i fanatici di corse.

Genio e sregolatezza - Non hanno freni (a mano) per le loro ambizioni i ragazzi della lionese Ivory Tower Games che all'ambiziosa ricerca del videogioco di guida open world perfetto non si risparmiano affatto, finendo - a tratti - per uscire un po' fuori strada. Ma andiamo con ordine.

Qualcuno ha detto gare? - L'idea di fondo è semplice: gare, gare ovunque. Che si corra per le strade metropolitane, su pista, off-road, su quattro o due ruote, nei cieli (già) e nei corsi d'acqua "The Crew 2" ne ha davvero per tutti i gusti. Il nostro parco giochi, dalla Costa ovest a quella est, saranno tutti gli Stati Uniti d'America.

Stati Uniti Bonsai - O meglio, per tutta una versione compressa (ma comunque incredibilmente vasta) degli Usa che possono essere percorsi da un lato all'altro dietro al volante o comodamente skippando di città in città, alla ricerca della sfida che più ci interessa.

Nati per correre - L'obiettivo è di fare il meglio possibile, acquistare esperienza, followers (siamo nell'era dei social, non dimentichiamocelo) e soldi con i quali comprare nuovi bolidi da personalizzare a piacere nel garage della nostra scuderia. C'è anche un'esile trama a sorreggere il tutto ma nulla di cui preoccuparsi troppo.

Ma quale simulazione - Un'estrema varietà che viene gestita con un mantra chiaro sin da subito: semplicità e immediatezza. Dimenticatevi quindi la simulazione e pensate piuttosto a qualcosa di 100% arcade all'insegna dello spettacolo tamarrone fra freni a mano e "nitro" fiammanti. Una scelta, quella di Ivory Tower, che ha i suoi pro e i suoi contro. Se da una parte, infatti, cattura istantaneamente dall'altra il rischio di una standardizzazione generale c'è.

Grafica in chiaroscuro - Alti e bassi anche per quanto riguarda l'impianto tecnico che si comporta molto bene sui veicoli e la resa generale delle mappe ma un po' meno per quanto riguarda la fluidità durante le corse (gli Fps a tratti ondeggiano) e la resa dei modelli umani, in primis il nostro legnosetto (ma customizzabile) avatar. Ma forse per qualcuno saranno quisquilie.

All you can... drive - In definitiva "The Crew 2" soffre un po' della sindrome del "all you can eat": c'è tantissima roba, ma non sempre sopraffina. Resta comunque un gran bel divertimento e una ventata di freschezza e passione che - se siete appassionati di corse - potrebbe proprio fare al caso vostro.

VOTO: 8

"The Crew 2" è disponibile per Playstation 4 (versione provata), Xbox One e Pc Windows.

ZAF

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-12 04:40:26 | 91.208.130.86