mobile report Segnala alla redazione
Sony
GAMES
07.03.2018 - 11:160
Aggiornamento 14:36

Due orecchione che tirano fuori il meglio dalla Playstation Vr

Sono quelle della topolina ribelle Quill, protagonista di "Moss" piccola perla e ventata d'aria fresca per la realtà virtuale di Sony

 

SEATTLE - Capita spesso e volentieri che l'idea rivoluzionaria nasca al di fuori delle grandi realtà aziendali. Sono proprio i piccoli team, spesso per necessità, a ragionare “out of the box”, come si dice nel mondo anglosassone. E quindi non dovrebbe stupire se ci è voluta una mini-squadra di professionisti indipendenti per dare un senso nuovo (e vincente) alla Playstation Vr.

Grandi orecchie, grande coraggio - “Moss” è un titolo piccino picciò con una protagonista piccina picciò. Quill, topolina ribelle e abitante del bosco e con una strabordante passione per l'avventura finirà – suo malgrado – per trovarcisi proprio in mezzo. Noi, con il nostro bel visore in testa e il joypad in mano, dovremo accompagnarla e aiutarla vestendo i panni di un'entita sovrannaturale che risponde al nome di Lettore.

Proprio come una fiaba - Già perché, il balocchino di Polayrc, si apre proprio come un libro di fiabe e come tale si srotola schermata dopo schermata. L'idea vincente di "Moss" è semplice ma abbastanza rivoluzionaria: “far fuori” la prospettiva in prima persona, che da sempre viene associata alla Vr, per la terza persona.

Osservatori e Lettori - Noi siamo osservatori esterno e vediamo il mondo di gioco davanti a noi e con il pad pilotiamo la piccola Quill che dovrà destreggiarsi fra salti, spadacciate e risoluzioni di semplici enigmi. La nostra posizione da entità esterna e “onnivedente” ci permetterà di osservare la mappa da tutte le posizioni possibili e spesso chiedendoci di alzarci pure in punta di piedi.

Un'ottima ricetta - Sebbene dal punto di vista delle meccaniche, della grafica e del sonoro non ci sia davvero niente di rivoluzionario né di eccezionale, l'effetto finale è più della somma delle singole parti e convince in tutto e per tutto.

Quill, ma non solo  - A conquistare nella sua “realtà virtuale” è innazitutto Quill che è carinissima e con la quale è facile empatizzare. Tutto da vedere, e da godere, anche il suo meraviglioso mondo boschivo. Insomma, se avete per le mani una Playstation Vr è un acquisto decisamente obbligato.

VOTO: 9

"Moss" è disponibile in digitale esclusivamente per Playstation 4.

Commenti
 
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-14 11:59:41 | 91.208.130.87