Simona Rosito
ULTIME NOTIZIE Fashionchannel
LUGANO
15 ore
Non c'è bellezza senza benessere
Una filosofia vincente questa, creata da Marco Pontillo, hairlover da oltre 20 anni a Lugano.
FOTO
PARADISO
1 gior
Settembre fa rima con Borse, ma quelle in sughero però
La donna della città e delle lunghe passeggiate ama distinguersi, proprio come le esclusive borse in sughero.
LUGANO
2 gior
Arredamento: Come scegliere le tende per il soggiorno
Un accessorio che può cambiare il volto della propria casa, ma quali i tessuti e colori consigliati?
CANTONE
4 gior
Metti una sera a cena al Ristorante Paradiso
CANTONE
5 gior
Matrimonio: come allestire l’angolo per le foto
Ci spiega tutto la nostra professionista, Stefania Mauro, wedding planner presso Petali di Riso a Morbio Inferiore
SANT'ANTONINO
6 gior
La moda italiana è in piazza, a prezzi pazzi!
FASHION CHANNEL
1 sett
Benessere e salute: cosa significa per l’uomo essere dipendente dalla stimolazione visiva? 
Con Eva Sýkora (Swiss`s # 1 Tantra Expert and Sex Coach) scopriamo come risolvere le problematiche
FOTO
ITALIA
1 sett
Mango presenta la nuova campagna FW20 con Grace Elizabeth
Il marchio sottolinea l'importanza di apprezzare la semplice e piacevole routine in città.
LUGANO
1 sett
Caduta di capelli? Scopri come stanno con i test di Cr Lab Swiss
Con professionisti di Cr Lab Swiss Alcune semplici domande per sapere quale sia la salute di capelli e cuoio capelluto
MORBIO INFERIORE
1 sett
Matrimonio e curiosità: come trasformare una giornata di pioggia in un matrimonio perfetto
Ci spiega tutto la nostra professionista, Stefania Mauro, wedding planner presso Petali di Riso a Morbio Inferiore
LUGANO
2 sett
Kangol x H&M feat. Mabel: una nuova collaborazione per la Self-made Generation
Una nuova collezione con Kangol, marchio iconico di streetwear, alla quale collabora anche la cantante Mabel
CANTONE
2 sett
In Ticino sbarcano i corsi di Consulenza d'immagine
L'iniziativa è di Daniela Placentino, che da oltre vent'anni si occupa di moda e stile.
FOTO
ITALIA
2 sett
Anche Tosetti Sposa si connette
Il 1. settembre l'Atelier Tosetti Como ha presentato, a ridosso della Milano Fashion Week 2020, la nuova collezione 2021
ITALIA
27.11.2017 - 07:000

E se fosse una pianta ad “aiutare” la terra

Ci siamo rivolti alla dottoressa Simona Rosito, amministratore unico della Future Green e specializzata nel campo della Green Economy, per conoscere le proprietà della Pauwlonia

 

Signora Rosito, due parole sulla Pauwlonia, la pianta delle principesse

«Paulownia, un albero conosciuto anche con il nome di “Albero della Principessa” è originario della Cina e compare in Europa agli inizi del 1800, importato dalla  Compagnia delle Indie Orientali. Nel 1972 cominciano a livello mondiale i primi studi in laboratorio destinati a migliorarne la qualità, attraverso selezioni varietali al fine di ottenere qualità facilmente coltivabili e che consentissero la produzione di un materiale ideale per l’industria del legno».

La vostra azienda possiede un clone esclusivo?

«Sì, la Future Green è attualmente detentrice di un clone esclusivo denominato “Clone Future Green H8”, accuratamente selezionato per racchiudere le migliori caratteristiche possibili».

Perché vi siete interessati a questo albero?

«Nel 2010, nelle fasi iniziali di sviluppo del progetto di Green Economy alla base della Future Green, attraverso una attenta analisi delle risorse preesistenti sul territorio ed una accurata ricerca delle principali innovazioni in campo agricolo, si individuò nella Paulownia il soggetto ideale; in particolare la scelta cadde su un clone che era stato creato in quegli anni in Spagna, tramite selezione varietale. Pochi anni dopo la Future Green ha sviluppato il proprio clone esclusivo».

Quali sono le proprietà importanti di questo albero?

«Il nostro clone è caratterizzato da un rapidissimo accrescimento (in circa 4 anni si ottiene un tronco dal diametro minimo di 32 centimetri per un’altezza priva di nodi di almeno 6 metri), elevata capacità di rigenerazione dall’apparato radicale dopo il taglio (minimo 6 cicli di taglio in 25 anni), estrema adattabilità ad ogni condizione di clima e suolo, resistenza all’attacco di parassiti. Il legno prodotto è chiaro, leggero, duttile, resistente, con ottime proprietà isolanti e rientra per le sue caratteristiche nella classe A del legno pregiato da opera, mentre la biomassa, derivata dalla porzione apicale degli alberi tagliati e dagli scarti di lavorazione del legno, coniuga un elevatissimo potere calorifico (18.295 MJ/kg) con ridottissime percentuali di umidità e ceneri residue ed assenza di NOx (caratteristiche che la rendono ottimale per alimentare impianti di cogenerazione e pirogassificazione)».

Perché questo albero potrebbe “aiutare” la terra?

«La Paulownia, con le sue grandi foglie, assorbe enormi quantità di anidride carbonica dall’atmosfera, contribuendo così alla drastica riduzione dell’effetto serra e a diminuire l’impatto ambientale di impianti industriali (meccanismo dei Carbon Credit); inoltre la sua radice fittonante, che raggiunge profondità anche di 5 metri, consente l’arginamento del dissesto idrogeologico. La sua rapidità di rigenerazione dopo il taglio consente di non lasciare il territorio “svuotato” per un lungo periodo dopo la raccolta del legno, così da garantire una salvaguardia del paesaggio forestale. La Paulownia ha anche una elevata capacità di assorbimento dal suolo dei metalli pesanti, può dunque essere impiegata per la bonifica di terreni contaminati»

Lei nei prossimi giorni riceverà un importante riconoscimento vero?

«Sì, il 30 novembre ritirerò nella Sala della Regina di Palazzo Montecitorio il “Premio Eccellenza”: Future Green è stata infatti selezionata, unica nella sua categoria, come Storia di Eccellenza Italiana da inserire nella prestigiosa pubblicazione “100 Eccellenze Italiane”».
 
Qualche curiosità su questo albero?

«In primavera produce dei bellissimi fiori lilla da cui si può ottenere anche un eccellente miele, paragonabile a quello di acacia. Le sue foglie sono ricche di nutrienti e possono fungere da foraggio».

Company profile - La Future Green s.r.l. è stata ideata e fondata nel 2010 dalla Dottoressa Simona Rosito a Torremaggiore, in provincia di Foggia. I primi passi dell’azienda furono guidati da un’idea innovativa di utilizzo e gestione della biomassa legnosa per la generazione di energia pulita, sviluppata e registrata dal socio cofondatore Dottor Felice Di Pumpo. Attualmente vanta numerosi contratti e collaborazioni nazionali ed internazionali con prestigiosi operatori del settore imprenditoriale e progetti sparsi in tutto il mondo. È stata insignita di numerosi premi ed ha rappresentato una delle eccellenze italiane presenti all’Expo di Milano nel 2015.

Redazione: fashionchannel.ch – A cura di: Michele Alippi


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-23 22:17:25 | 91.208.130.86