mobile report Segnala alla redazione
Cantone
26.07.2018 - 06:000

Le 5 regole d'oro per la sicurezza in casa

Edilo.ch, il portale web dedicato all’edilizia e all’artigianato in Ticino, ti suggerisce come aumentare la sicurezza in casa rispetto al pericolo di furto con scasso

 

Il furto a seguito di effrazione, definito in modo colloquiale furto con scasso, è uno dei delitti più frequenti in Svizzera (fonte: Prevenzione Svizzera della Criminalità).
La maggior parte delle effrazioni in abitazioni private avviene di giorno e tramite comuni attrezzi come il cacciavite, richiede poco tempo dovuto all’abilità del delinquente e spesso è legato alla mancata osservazione di comuni regole pratiche e di buonsenso. Tale tipo di intrusioni in casa è favorito da comportamenti incauti degli inquilini ma anche dalla mancanza di sorveglianza dovuta alla scarsa integrazione di affidabili ed efficienti sistemi di allarme.
Edilo.ch, che ha trattato il tema già qui, ti suggerisce di rivolgerti ad installatori professionisti che procedano accuratamente alle misure necessarie per la tua sicurezza.


Quali sono allora le regole imprescindibili da osservare per limitare il pericolo di risultare vittime di questo odioso avvenimento?

1) Sembra scontato ma non lo è: chiudere bene porte e finestre! Adottare sistemi di chiusura multipli aumenta la sicurezza, ma ricordiamo che anche l’efficienza degli infissi con le più alte certificazioni è legata alla posa perfetta di un esperto installatore. Attenzione: le finestre a ribalta sono considerate finestre aperte non solo dai ladri ma anche dalle assicurazioni!

2) Provvedere per tempo alla sicurezza della casa: un sistema di sicurezza integrato, formato cioè da vari dispositivi ed accorgimenti, è alla base della tranquillità domestica e, soprattutto nei casi di scasso che per definizione sono effettuati con intrusione forzata, è il maggiore deterrente poiché gli scassinatori entrano in azione solo in caso di poca resistenza della via d’ingresso, poco tempo a disposizione e senza attrezzi ingombranti che facciano rumore. Non aspettiamo la brutta sorpresa per agire!

3) Ideare assieme ai professionisti della sicurezza un sistema integrato che consenta di adattare la protezione della casa e dei suoi occupanti a diversi livelli: sia in caso di presenza che di assenza, in ore diurne e notturne, unendo ove possibile la videoregistrazione digitale che in caso di effrazione possa fornire le immagini dei ladri alla Polizia. E’ necessario confrontarsi con gli esperti per adottare il sistema migliore prevedendo anche la strategia di intervento in caso di allarme.

4) Simulare la presenza: i temporizzatori ad intervalli casuali sono sistemi di illuminazione programmabili che consentono di simulare la presenza in casa nei pomeriggi bui invernali, durante periodi di lontananza, accendendo la luce in varie stanze in modo irregolare per non dare ai malviventi la certezza dell’assenza dell’inquilino o delle sue abitudini: proprio queste sono infatti spesso studiate da occhi indiscreti pronti all’azione.

5) Richiedere la consulenza di esperti che combinino le misure tecniche e i dispositivi elettronici  in modo tale da porre sull’eventuale cammino del ladro più ostacoli possibili, talvolta non prevedibili: lo scassinatore sarà così dissuaso dal procedere e abbandonerà il suo proposito!

E’ dunque fondamentale rivolgersi all’abilità dei professionisti della sicurezza e stabilire con loro il miglior procedimento per dormire sonni tranquilli e passare vacanze serene!

Desiderate realizzare dei lavori nelle vostre abitazioni? Andate su www.edilo.ch e richiedete una consulenza specifica ai migliori professionisti sul territorio Ticinese
(Photo credits: www.skppsc.ch)

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-15 13:14:43 | 91.208.130.86