mobile report Segnala alla redazione
Cantone
08.06.2018 - 06:000
Aggiornamento 12:40

La casa salubre: come combattere l'inquinamento domestico

Edilo.ch, il portale web dedicato all’edilizia e all’artigianato in Ticino, ti suggerisce come combattere gli agenti inquinanti tra le pareti di casa

 

La vivibilità di una casa ed il comfort abitativo sono il risultato della combinazione di fortunate condizioni pre-esistenti nell’ambiente e date dalla progettazione, ma anche di accurate scelte in ottica benessere. Come possiamo dunque rendere salubre la nostra casa e trarre il maggior vantaggio possibile da ogni sua componente?

L’inquinamento atmosferico sia esterno che interno è il principale fattore di rischio per la salute umana (fonte: OMS): ciò può portare allo sviluppo di malattie irritative, infettive, intossicazioni e avvelenamenti, perfino tumorali e dunque tra le pareti domestiche è principalmente necessario eliminare le fonti di inquinamento chimico-fisico.
Tra i fattori di tipo fisico decisivi per l’impatto sulla salute in casa, l’umidità e la ventilazione sono i principali vettori di agenti patogeni. Come già affrontato in precedenti articoli qui  qui, un killer domestico silenzioso è la muffa, che prolifera per l’eccessiva umidità e scarso ricambio d’aria, provocando danni importanti soprattutto a livello respiratorio. Le spore infatti trovano terreno fertile in locali mal areati, e in presenza di condensa nelle pareti lungo cui si formano i ponti termici, rilevanti differenze di temperatura tra esterno ed interno dell’abitazione. La soluzione: un’ottima coibentazione e ventilazione della casa è la miglior difesa in caso di umidità, condense e muffe.
Anche durante le pulizie domestiche incorriamo in seri pericoli per la nostra salute a livello chimico: i detergenti, detersivi e deodoranti ambientali utilizzati infatti liberano COV, composti organici volatili, altamente allergenici e il cui effetto varia da transitorio a permanente, da irritativo a tossico.


La volatilità espressa nel nome si riferisce alla capacità di tali elementi di vaporizzarsi nell’aria a temperatura ambiente, e se per alcuni composti (benzene delle vernici) tale permanenza è breve, per altri l’emissione può protrarsi per anni (formaldeide nelle resine, arredi in truciolato). Anche in questo caso l’insufficiente ventilazione e ricambio d’aria concorre ad aggravare la situazione. Il controllo di livelli dei COV può avvenire utilizzando detergenti naturali o atossici per le pulizie, per l’igiene quotidiana, per le profumazioni ambientali: per le vernici delle pareti è bene preferire quelle atossiche e anallergiche (vedi  qui) a base d’acqua, traspiranti e inodori, utilizzando poi piante da interni che ossigenino l’aria e provvedendo ad un’adeguata ventilazione dei locali. Tale ventilazione viene esercitata anche da impianti di climatizzazione e dalle cappe della cucina: è bene dunque mantenere controllati i filtri delle macchine per non emettere nell’ambiente aria potenzialmente carica di germi e batteri. E’ necessario anche evitare di fumare in locali chiusi, controllare le emissioni delle stampanti, evitare insetticidi. Per attuare un’adeguata aerazione oltre ai climatizzatori, è bene ricorrere anche ai ventilatori, purificatori d’aria e ionizzatori che aumentino la carica di ioni negativi a contrastare quelli positivi degli agenti inquinanti. Nel caso in cui l’inquinamento esterno non consentisse un appropriato ricambio d’aria, la ventilazione centralizzata tramite impianto dotato di collettori tra i vari locali della casa sarebbe la soluzione ideale per un’aria benefica e correttamente ripulita.
Anche il riscaldamento a biomassa risulta una soluzione più salubre rispetto al classico caminetto a legna: non rilascia fumi né fuliggini.
materiali presenti in casa devono essere atossici, anallergici ed eco-compatibili: ciò significa evitare tutto ciò che emetta sostanze dannose, trattato con solventi chimici e che sia di difficile smaltimento e preferire materiali naturali per costruzioni, arredi, finiture.

Altri fattori di tipo fisico che influiscono sulla salute domestica, oltre l’umidità e la ventilazione, sono l’illuminazione, la temperatura e il rumore. Il comfort domestico passa infatti anche dalla quantità e la qualità di luce a cui si è sottoposti durante il soggiorno: è preferibile una maggiore esposizione alla luce naturale che a quella artificiale, laddove l’organismo umano reagisce a livello di neurotrasmettitori a seconda della quantità di luce a cui è esposto. I livelli di serotonina si innalzano con la luce naturale e promuovono il benessere generale, l’umore e il metabolismo: la necessità di luce varia da persona a persona, e la progettazione dell’illuminazione non può prescindere dal benessere percepito dal soggetto e dall’attività svolta in determinati ambienti.
La temperatura è un elemento controllato con i climatizzatori, gli impianti di riscaldamento e la ventilazione passiva: a livello esterno con la coibentazione dell’edificio tramite cappotto termico e materiali termoisolanti. Di fondamentale importanza per garantire un ottimo livello di vivibilità domestica è l’isolamento acustico: come già trattato qui, il rumore è un fattore stressorio  di enorme portata e viene combattuto tramite pannelli isolanti esterni all’abitazione oppure moderni pannelli fonoassorbenti da arredo, belli come quadri.
L’OMS si occupa da tempo di inquinamento indoor e sviluppa linee guida per la prevenzione e creazione di ambienti sicuri e sani: la bioedilizia ha recepito alcune indicazioni e si occupa di sostenere e realizzare abitazioni ed edifici in linea con le esigenze di salute e benessere della persona nel rispetto dell’ambiente.

Desiderate realizzare dei lavori nelle vostre abitazioni? Andate su www.edilo.ch e richiedete una consulenza specifica ai migliori professionisti sul territorio Ticinese.

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-15 13:11:51 | 91.208.130.86