Diamanti
Diamanti e Pietre Preziose
17.12.2020 - 08:000

Il valore della firma

Viaggio attraverso i fattori che influenzano i prezzi delle grandi marche di gioielleria

Vorrei spiegare a tutti i lettori cosa significhi essere un vero brand nel settore della gioielleria.
Partiamo con un focus group generale: se si pensa alle cinque aziende di gioielleria più famose e desiderabili a livello globale, circa l’80% di voi individuerà le stesse.
Non è questa la sede opportuna per citarne i nomi, ma ciò dimostra che queste aziende hanno ottenuto uno status privilegiato nella vostra mente. Questi brand si sono distinti per qualità dei prodotti, design innovativo, comunicazione pubblicitaria geniale e mirata, negozi e show room nelle più importanti location del mondo e nelle più esclusive vie dello shopping, il tutto corredato da una lunga storia senza macchia.
Queste grandi firme servivano, servono e serviranno regnanti, grandi attori, politici di fama internazionale e grandi capitalisti di ogni settore.
La ragione è facile da comprendere. Tutti gli sforzi fatti per ottenere una grande riconoscibilità hanno funzionato, anche se a carissimo prezzo.
Essere un “big” impone enormi investimenti in termini di strutture, magazzino, personale, comunicazione e strategie di marketing.
Chiaramente tutti questi costi si riversano nel prezzo finale dei prodotti in vendita nei negozi o sugli shopping online. A questo punto vi chiederete se io ritenga questo modus operandi sbagliato….Assolutamente no.
Ammiro la capacità di giungere alla vetta e consolidare la propria posizione per decadi, se non per secoli e dobbiamo comprendere che la fama sia un fattore determinante nel prezzo dei prodotti proposti.
A patto che il cliente capisca fino in fondo questa dinamica, non critico nessuno che decida di pagare consapevolmente un gioiello più di quel che vale realmente pur di provare l’emozione di possedere o regalare un pezzo di storia.
D’altro canto critico aspramente le ditte che tentano di imitare i prodotti iconici delle grandi maison; questa attitudine palesa un’evidente carenza di stile, un’enorme mancanza di buon gusto e una totale ammissione di inferiorità.
Il nostro settore è variegato e la sfida più impegnativa per ogni operatore consiste nell’essere conscio della propria posizione all’interno del mercato, in ottica globale. È proprio per questa ragione che non trovo né corretta né intelligente la strategia di vendita, con relativa collocazione in termini di prezzo, di molti colleghi che non si discostano molto dai cinque “leader” a cui avete abbiamo fatto riferimento all’inizio della nostra riflessione.
Credo che la strada per competere con i giganti sia quella di proporre il meglio ad un prezzo concorrenziale, senza copiare alcun prodotto famoso, poiché la progettazione, realizzazione e comunicazione costano tempo, fatica e tanti soldi. Dovremmo averne tutti rispetto.
Bisogna essere sempre orientati alla soddisfazione del cliente, formulando proposte chiare e senza sorprese.
Le nuove generazioni sono già abituate a verificare su internet la migliore offerta per ogni genere merceologico. Il gioielliere avrà quindi la necessità di essere flessibile, tentando di primeggiare tra i concorrenti per qualità e prezzo. I giovani di oggi saranno i clienti di domani.
Se vi state accostando a questo settore come clienti, ricordate sempre quanto sia determinante la distanza tra costo e valore. Se scegliete di acquistare un prodotto firmato a caro prezzo, tanto vale che sia prestigioso e carico di storia.

Per ulteriori informazioni visita il nostro sito www.hdex.ch.

 

A cura di Dario Cominotti


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-17 13:52:07 | 91.208.130.85