Segnala alla redazione
Da sin.: T. Dick, S. Bianchi, L. Chiesa
ULTIME NOTIZIE Dentro l'economia
DENTRO L'ECONOMIA
3 gior
Aggiornamento delle competenze digitali
Risulta sempre di più importante il perfezionamento dei collaboratori anche nell’ottica delle nuove tecnologie
DENTRO L'ECONOMIA
6 gior
Per un pugno di "click"
Nell’ottica della sensibilizzazione verso il ‘digitale’ per il mondo imprenditoriale, abbiamo posto l’attenzione su consapevolezza, attuali business model e formazione continua
DENTRO L'ECONOMIA
2 sett
Nuovi Specialisti della gestione PMI
Si è svolta a metà novembre la cerimonia di diploma dei corsisti che hanno frequentato la Scuola Manageriale della Cc-Ti ottenendo l’attestato federale
DENTRO L'ECONOMIA
3 sett
La creatività è la chiave del successo economico
Nel suo intervento all’Assemblea della Cc-Ti del 18 ottobre scorso il Prof. Lino Guzzella, ex Rettore ETH Zurigo, ha sottolineato l’importanza della creatività per il successo di un sistema economico
DENTRO L'ECONOMIA
1 mese
Troppe regolamentazioni soffocano le imprese
Secondo il Presidente Cc-Ti, Glauco Martinetti, le aziende dovranno affrontare nuove sfide nel prossimo futuro. Ecco le sue riflessioni nella nostra intervista
DENTRO L'ECONOMIA
1 mese
Pensare a un progetto Ticino condiviso
a 102esima Assemblea Generale Ordinaria della Cc-Ti
DENTRO L'ECONOMIA
1 mese
Un’economia diversificata da tutelare
Una riflessione del Direttore Cc-Ti Luca Albertoni sull’economia cantonale, in vista della prossima 102esima Assemblea Generale Ordinaria Cc-Ti del 18.10.2019
DENTRO L'ECONOMIA
2 mesi
Attori consapevoli della rivoluzione digitale
I nuovi modelli di business sono efficaci perché non hanno costrizioni con il passato, abitudini da rispettare o paure su come affrontare il futuro, spiega Lorenza Bernasconi di Gruppo Sicurezza
DENTRO L'ECONOMIA
23.07.2019 - 17:250

Percorsi diversi, un obiettivo comune

Testimonianze ed esperienze diversificate raccontano la vita imprenditoriale nella Scuola Manageriale Cc-Ti

Incrementare le proprie conoscenze e sviluppare il proprio talento grazie a una formazione continua superiore (come la Scuola Manageriale della Cc-Ti), è un modo sicuramente brillante per crescere e valorizzarsi, con il conseguimento dell’attestato federale quale
“Specialista della gestione PMI”.

Sono numerosi i partecipanti che hanno scelto di seguire questo percorso: professionisti già attivi in settori diversi e suddivisi in classi eterogenee.
Una ricchezza di profili che dimostra come la Scuola Manageriale offra una formazione modulabile sulle esigenze comuni e però applicabile a settori completamente differenti fra loro. Quali sono le motivazioni che spingono un professionista ad iscriversi? Quale
l’esperienza formativa maturata finora?

Le voci dei protagonisti.

«Ho deciso di intraprendere questa scuola in previsione di una futura successione nell’azienda di famiglia. Il mio percorso formativo fino ad ora è stato prevalentemente tecnico e manuale. Questa formazione mi permette di colmare le lacune negli ambiti in cui non ho ancora maturato un’esperienza (come ad esempio contabilità, diritto e marketing). Inoltre ho la grande fortuna di poter mettere in pratica quanto sto imparando, lavorando a stretto contatto con mio padre Diego Dick (titolare dell’azienda)». – Tazio Dick, Dick e Figli SA.

«Reputo da sempre la formazione e l’aggiornamento continuo un fondamentale tassello per la mia crescita personale. Lavorando nell’ambito della logistica, ho valutato con il mio responsabile quale potesse essere un percorso interessante da intraprendere e che mi fornisse quel know how da trasferire nella pratica giornaliera. In futuro ho l’ambizione di ricoprire ruoli dirigenziali ed ero quindi alla ricerca di un percorso formativo completo. Ho ritenuto la Scuola Manageriale della Cc-Ti in linea con le mie aspettative». – Simone Bianchi, Posta CH SA.

«A 24 anni e dopo soli due anni lavorativi in Auto Chiesa SA, all’inizio della scuola mi sono sentito disorientato e un po’ spaventato. Gli argomenti trattati sono numerosi e molto specifici, ma grazie a uno studio pianificato, al confronto con i docenti e con le altre realtà aziendali, il primo semestre è stato molto positivo, come i risultati dei primi esami. Il taglio della Scuola è molto pratico: già durante il primo semestre ho potuto applicare le nuove conoscenze e affrontare autonomamente delle problematiche interne che si sarebbero
rivelate ardue senza l’insegnamento fornito dalla Scuola. Sono felice di aver intrapreso questo percorso». - Leonardo Chiesa, Auto Chiesa SA.

Tutti i dettagli e maggiori informazioni su www.cc-ti.ch/scuola-manageriale 

 

Articolo a cura della CC-Ti

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-08 19:16:15 | 91.208.130.89