Il “foglio” che rende fotovoltaica qualsiasi superficie

AvanTIIl “foglio” che rende fotovoltaica qualsiasi superficie

09.01.23 - 08:00
Sviluppato un pannello solare spesso quanto un foglio di carta che basta srotolare per rendere un tetto fotovoltaico.
AvanTi
Il “foglio” che rende fotovoltaica qualsiasi superficie
Sviluppato un pannello solare spesso quanto un foglio di carta che basta srotolare per rendere un tetto fotovoltaico.

Un team di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston ha sviluppato uno speciale pannello solare che è davvero sottilissimo. È infatti spesso meno di un capello umano e può essere srotolato su qualsiasi superficie, proprio come se fosse un foglio, trasformando così un tetto normale in uno fotovoltaico. I dettagli dell’invenzione sono stati pubblicati sulla rivista Small methods.

Si tratta di un pannello fotovoltaico estremamente adattabile. Le celle solari di cui è composto sono incollate su un tessuto resistente e leggero che le rende facilmente installabili sulle superfici. Se diffusa su larga scala, questa innovativa tecnologia potrebbe rivoluzionare il settore e avere importanti implicazioni in termini di sostenibilità e risparmio energetico. Un chilogrammo del materiale di cui sono composti questi fogli fotovoltaici è infatti in grado di sviluppare 18 volte più potenza rispetto a quella dei pannelli solari tradizionali e, tra l’altro, ha un peso specifico cento volte inferiore.

«Le città statunitensi sono piene di magazzini con tetti molto estesi, che però non possono sopportare il peso dei pannelli solari attuali, fatti di silicio. Se avessimo pannelli solari più leggeri, potremmo elettrificare molto in fretta tutti questi tetti. E ora ce li abbiamo: la nostra ambizione è di riuscire a mettere a punto dei ‘tappeti solari’ da srotolare sui tetti», ha affermato a Ieee Spectrum Vladimir Bulović, professore di ingegneria elettrica e informatica al MIT.

Per realizzare lo speciale pannello gli scienziati hanno ricoperto un foglio di plastica con uno strato di parylene spesso appena qualche micrometro. Si tratta di un polimero già adoperato nell’industria aerospaziale, aeronautica e automobilistica ed è un ottimo isolante elettrico che protegge dall’umidità e dalla corrosione chimica. Sopra il parylene hanno poi “stampato” diversi strati di celle solari composte di nanofili d’argento e di un altro polimero conduttore. Infine, uno strato di colla sui bordi per tenere tutto insieme.

Tali caratteristiche consentono a questa tecnologia di essere trasportata e dispiegata rapidamente per rifornire di elettricità le aree più remote e inaccessibili e alimentare, ad esempio, le operazioni di soccorso nella gestione di terremoti e incendi. Inoltre, il materiale potrebbe essere utilizzato sulle vele delle barche, sulle ali dei droni e sulle tende. «Abbiamo realizzato un prototipo quadrato, delle dimensioni di 10 x 10 centimetri, ma siamo convinti che sarà possibile ingrandirlo. Non c’è niente che impedisca la scalabilità del processo», ha spiegato Bulović.

Ora i ricercatori hanno intenzione di condurre test più approfonditi e realizzare un “incapsulamento” che possa proteggere le celle solari dagli agenti atmosferici e renderle stabili per diversi anni. «Così come sono, le celle solari possono durare uno o due anni. Con l’incapsulamento possiamo arrivare a cinque o dieci anni. Penso che sia abbastanza», ha concluso Bulović.

COMMENTI
 
Sarà 2 sett fa su tio
Stiamo a discutere se è il caso di riprendere con le centrali nucleari che, al momento Anche iniziando oggi con la progettazione di una centrale nucleare, non potrebbe essere operativa tra meno di 30 anni, nel frattempo la ricerca per lo sfruttamento delle energie alternative avanza a grandi passi.
marlow 2 sett fa su tio
Prorprio qui in TIO, ho memoria di diversi anni fa` con immagini di tende da sole a righe verticali bianche e rosse/ arancio, che l`universita`di Losanna aveva fatto come progetto tipo "pannelli solari", inoltre si parlava o proporre di installare queste tende sui edifici comunali . In breve ... all`interno del tessuto cerano questi filamenti che avevano la particolarita` di ricaricare in presenza di sole. Per la parte tecnica di allora ... non so quanto sia ancora attuale.
APR-DRONE 2 sett fa su tio
Esiste anche una versione Spray... Un prodotto che si applica alle superfici irregolari. In seguito genera corrente.... interessante......
NOTIZIE PIÙ LETTE