Immobili
Veicoli

AvanTISistemi di traffico intelligenti per ridurre le emissioni di CO2

15.07.22 - 08:00
Grazie a intelligenza artificiale e machine learning si risparmieranno 205 milioni di tonnellate di CO2 entro il 2027
AvanTI
Sistemi di traffico intelligenti per ridurre le emissioni di CO2
Grazie a intelligenza artificiale e machine learning si risparmieranno 205 milioni di tonnellate di CO2 entro il 2027

I sistemi di gestione intelligente del traffico urbano (Smart traffic management systems) possono essere utilizzati in modo efficace per affrontare i problemi della mobilità, migliorare l’efficienza dei trasporti e ridurre i gas serra. Un nuovo studio di Juniper Research dal titolo “Smart traffic management: Use cases, regional analysis & marketing forecasts 2022-2027”, infatti, ha previsto che i vantaggi delle soluzioni digitali, dell’Internet of Things (IoT), del cloud, delle reti mobili di ultima generazione 5G e dell’intelligenza artificiale applicati alle “smart city” e alla gestione del traffico permetteranno di risparmiare 205 milioni di tonnellate di CO2 immessa nella nostra atmosfera entro il 2027.
Si tratta di una cifra ben superiore rispetto ai 145,7 milioni di tonnellate attesi per la fine dell’anno in corso. Un potenziale di abbattimento della CO2 in aumento del 41% insomma, ottenuto grazie al flusso di dati costante generato in prossimità delle strade e dei principali incroci cittadini. Attraverso apposite piattaforme di rete e un’ampia offerta di applicazioni mobili dedicate, tali soluzioni favoriscono non solo un miglioramento della qualità dell’aria in città, ma anche l’utilizzo da parte dei cittadini di trasporti più ecologici.
Secondo la ricerca, l’applicazione che permetterà di abbattere in maniere più significativa l’inquinamento dell’aria è rappresentata dalle smart intersections, o incroci intelligenti. I semafori di nuova generazione, integrati alla rete di comunicazioni tra veicoli e alle infrastrutture di viabilità, consentono di ridurre sensibilmente il traffico e quindi il tempo perso in coda da parte degli automobilisti. In media, a livello globale si potranno risparmiare 36 ore di traffico a testa per ogni automobilista al mondo entro il 2027, per un totale di 4,7 miliardi di ore. In questo specifico settore, gli investimenti potrebbero raggiungere i 10,2 miliardi di dollari nel 2027, contro i 5,7 miliardi del 2022.
Molto importanti saranno gli investimenti nel miglioramento del livello di connettività tra i veicoli e l’infrastruttura stradale, promuovendo i progetti di smart city e smart mobility. Bisognerà sfruttare le capacità a bassa latenza della rete 5G, combinate con l’IA e i sistemi di apprendimento automatico, per consentire adeguamenti in tempo reale nella rete e nel flusso del traffico. Tutto ciò implicherà porre una maggiore attenzione anche agli aspetti relativi alla privacy e alla cybersecurity al fine di ottenere il massimo supporto da parte degli utenti.
A tal proposito, gli autori del rapporto sostengono che l’implementazione della sicurezza informatica deve avere la priorità nei sistemi di gestione intelligenti così da proteggere i dati degli utenti che vengono trasmessi in ogni fase del processo. Dato il potenziale pericolo di attacchi informatici all’infrastruttura attraverso l’interruzione dei servizi, solide strategie di sicurezza informatica sono pertanto essenziali per prevenire ogni eventuale minaccia all’integrità virtuale e fisica dell’infrastruttura stradale.

ULTIME NOTIZIE AVANTI