Immobili
Veicoli
AvanTi
ULTIME NOTIZIE AvanTI
FOTO
AvanTI
3 gior
Nate le prime piante coltivate sul suolo portato dalla Luna
Per la prima volta gli scienziati hanno coltivato piante usando polvere lunare portata sulla Terra dalle missioni Apollo
AvanTI
5 gior
Collegati per la prima volta insieme due cristalli temporali
I cristalli sono stati uniti in un unico sistema in evoluzione che potrebbe essere utile nell’informatica quantistica.
AvanTI
1 sett
Il dispositivo portatile che rende potabile l’acqua del mare
Creato un desalinatore senza pompe né filtri che sfrutta la tecnica della polarizzazione della concentrazione di ioni
AvanTI
1 sett
Svolta verso il qubit ideale
I ricercatori hanno realizzato un qubit che potrebbe rivoluzionare l’informatica quantistica
AvanTI
1 sett
Cellule coltivate su robot umanoidi per la ricostruzione dei tessuti
I robot aiutano a ottenere in laboratorio tendini dalle caratteristiche ottimali per essere impiantati nell’uomo
STATI UNITI
2 sett
Ecco l’enzima mangia plastica
Creato un enzima in grado di scomporre in monomeri originali alcuni tipi di rifiuti plastici in meno di 24 ore
PAESI BASSI
2 sett
Scoperta la superconduttività unidirezionale
Realizzato il primo superconduttore unidirezionale senza campi magnetici che potrebbe rivoluzionare l’intera elettronica
STATI UNITI
2 sett
Un nuovo straordinario materiale: il grafino
Gli scienziati hanno sintetizzato con successo il grafino, un materiale che presenta proprietà migliori del grafene
AUSTRALIA
3 sett
La fusione nucleare tramite laser ad alta potenza e precisione
HB11 ha testato la fusione nucleare utilizzando potenti laser invece di temperature elevate per avviare la reazione
STATI UNITI
3 sett
Un’innovativa terapia consente di invertire l’invecchiamento
Gli scienziati hanno sperimentato una nuova terapia antiaging sui topi che ha permesso di ringiovanire le loro cellule
AvanTI
3 sett
Silent Ventus: il drone a propulsione ionica silenziosissimo
Sviluppato un nuovo drone che non ha eliche o parti in movimento e raggiunge un massimo di 85 decibel di rumore
ARABIA SAUDITA
4 sett
Il sistema ibrido che produce elettricità e acqua dolce nel deserto
L’insieme di pannelli solari e idrogel può generare elettricità e acqua nel deserto per la coltivazione agricola di cibo
ITALIA
1 mese
Un neurone artificiale quantistico grazie ai fotoni
Sviluppato un “memristor quantistico” che potrebbe combinare Intelligenza Artificiale e calcolo quantistico
STATI UNITI
1 mese
Pannelli fotovoltaici che producono energia anche di notte
Sviluppati dei pannelli solari che generano elettricità di notte sfruttando il fenomeno del raffreddamento radiativo
AvanTI
15.04.2022 - 08:000

Partnership tra International Space University e Swiss Institute for Disruptive Innovation (SIDI)

Una serie di workshop per formare i futuri professionisti e imprenditori della space economy tra Strasburgo e il Ticino.

L’International Space University (ISU), prestigiosa istituzione dedicata alla scoperta e alla ricerca dello spazio e alle sue applicazioni a scopi pacifici, e la School of Disruption del SIDI (Swiss Institute for Disruptive Innovation), istituto ticinese che si occupa di ricerca e sviluppo di innovazioni e tecnologie dirompenti, hanno dato vita a un’importante partnership di lungo periodo che porterà a formare i player del futuro del settore spaziale. La collaborazione, infatti, prevede come primo importante evento l’erogazione di un workshop in Space Architecture, uno dei campi più innovativi in termini di progettualità nel mercato della ricerca e della pratica spaziale. Data la rilevanza del partner, questa collaborazione rappresenta un fiore all’occhiello per il nostro Cantone.

L’International Space University
L’International Space University è un’istituzione fondata nel 1987. I membri direttivi dell’ISU sono organizzazioni internazionali, industrie, agenzie spaziali, istituzioni accademiche e singoli membri. La sede globale e l’International Space University Central Campus si trovano a Illkirch-Graffenstaden, vicino a Strasburgo, in Francia.

L’ISU si fonda sulla visione di un futuro pacifico e prospero attraverso lo studio, l’esplorazione e lo sviluppo dello spazio a beneficio di tutta l’umanità. La sua mission è quella di formare i futuri leader della comunità spaziale fornendo programmi di istruzione e ricerca educativi e multidisciplinari a studenti e professionisti dello spazio all’interno di un ambiente internazionale e interculturale. Tali programmi coprono tutte le discipline relative alla ricerca e alle imprese spaziali e sono in grado di conferire competenze critiche essenziali per future iniziative spaziali nei settori pubblico e privato. L’ISU funge anche da forum internazionale neutrale per lo scambio di conoscenze e idee su questioni relative allo spazio e alle applicazioni spaziali.

Il SIDI e la School of Disruption
Il SIDI (Swiss Institute for Disruptive Innovation), che ha come missione quella di individuare con il più largo anticipo le innovazioni, le tecnologie e gli agenti con il potenziale per sconvolgere, distruggere oppure creare un nuovo mercato e incidere in modo profondo sulla società, attraverso la propria School of Disruption fornisce agli studenti le competenze per cogliere le importanti opportunità create dalle dirompenti tramite corsi online iper-specializzanti.

La mission della Scuola è la condivisione di tale know-how fondamentale e la democratizzazione dell’accesso a questo tipo di innovazione. Il successo ottenuto dai corsi è testimoniato dal fatto che a soli 8 mesi dalla sua nascita la School of Disruption vanta già oltre 1.300 studenti provenienti da ben 32 paesi diversi.

La frutto della collaborazione: il workshop in Space Architecture
Per tutte queste ragioni, la School of Disruption e l’International Space University hanno unito le forze e hanno dato vita a una partnership di lungo periodo. Il primo frutto di questa collaborazione è un workshop in presenza in Space Architecture che si terrà dal 25 aprile al 4 maggio presso la sede centrale dell’ISU a Illkirch-Graffenstaden, in Francia.

Il workshop nasce in risposta al successo del corso della School of Disruption in Space Architecture & Design, il primo al mondo online e on demand e progettato dall’European Center for Space Exploration and Colonization (ECSEC), il Competence Center sulla colonizzazione spaziale del SIDI.

Data la crescente domanda di coloro i quali vogliono intraprendere una carriera nell’industria spaziale, l’ISU e la School of Disruption hanno così deciso di realizzare un workshop altamente pratico, tenuto da un parterre di 10 insegnanti di fama mondiale nel campo delle Space Industries, che darà la possibilità a 20 studenti provenienti da tutto il mondo di lavorare in piccoli gruppi per progettare uno specifico scenario di missione spaziale e potersi confrontare con le sfide che la colonizzazione spaziale comporta. I partecipanti saranno guidati nel loro percorso da diversi esperti che, alla fine del workshop, valuteranno la migliore opera progettuale, assegnando loro un premio. La partecipazione al corso prevede anche l’acquisizione di 3 crediti formativi (ECTS).

Il workshop interdisciplinare comprenderà diversi campi di ricerca considerati fondamentali per supportare la vita umana nello spazio e su altri pianeti. Verranno trattati, ad esempio, argomenti riguardanti l’ideazione di avamposti in orbita, di mezzi di trasporto interplanetari, di future strutture di insediamento e di mobilità umana su altri pianeti, e tanto altro ancora. Il lavoro di progettazione sarà focalizzato su obbiettivi specifici. In termini di formazione professionale, dunque, il workshop rappresenta uno strumento dal potenziale davvero enorme per chi intende operare concretamente nella space economy.

Per ulteriori approfondimenti all’indirizzo

AvanTi
Guarda le 2 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-06-25 15:28:57 | 91.208.130.87