AvanTi
GIAPPONE
05.11.2021 - 08:000

Stabilito un nuovo record di velocità su connessione Internet

I ricercatori giapponesi hanno raggiunto una velocità di trasmissione dati di 319 Tbps usando un cavo in fibra ottica.

TOKYO - Gli scienziati del National Institute of Information and Communications Technology (NICT) del Giappone hanno stabilito un nuovo record mondiale di trasmissione dati su lunga distanza registrando una velocità di 319 terabit al secondo, superando così il precedente record di 178 Tbps ottenuto da un gruppo di ricercatori britannici e giapponesi nell’agosto del 2020.

Il team di scienziati e ingegneri guidati dal fisico Benjamin Puttnam ha raggiunto tale risultato utilizzando un cavo in fibra ottica insieme ad una tecnologia che incanala i dati lungo quattro core anziché uno come è solitamente standard, allo scopo di ridurre la distorsione del segnale su lunghe distanze. I dati sono stati infatti trasmessi utilizzando una tecnologia chiamata multiplexing a divisione di lunghezza d’onda, ovvero usando un laser a pettine che ha diviso i segnali in 552 canali e li ha inviati ai quattro nuclei della fibra ottica trasmettendoli a più lunghezze d’onda per avviare lo scambio di dati.

Lungo la fibra, a intervalli di 70 chilometri, speciali amplificatori potenziati con elementi rari come tulio ed erbio hanno aumentato la potenza del segnale per ridurre al minimo la perdita di trasmissione sulla lunga distanza. Nel complesso, la velocità media dei dati per canale è stata di circa 145 gigabit al secondo per ogni core e di circa 580 gigabit al secondo per tutti e quattro i core messi insieme. Durante il test, strettamente limitato al laboratorio, il team è così riuscito a registrare la velocità record di 319 Tbps con un massimo di 552 canali di lunghezza d’onda su una distanza simulata di 3.001 chilometri, senza perdere qualità del segnale o velocità.

Si tratta di un traguardo davvero straordinario. Infatti, sebbene questo rimanga un processo ancora troppo costoso ed elaborato rispetto alla tecnologia commerciale praticabile e benché potrebbero volerci anni prima che una tale performance sia replicabile in un contesto comune, ciò che è incoraggiante è che la trasmissione dei dati a 319 Tbps è stata fattibile e duratura, persino utilizzando l’infrastruttura in fibra ottica esistente.

Gli scienziati ora si aspettano che questo tipo di tecnologia possa essere adoperato in aree ben specifiche e particolari, come la trasmissione di dati industriali a lungo raggio, il 6G e gli scambi di dati di esplorazione dello spazio terrestre che potrebbero richiedere scambi super istantanei di vaste raccolte di dati per aumentare l’efficienza delle missioni. Per tali ragioni, si può sostenere senza troppi problemi che l’impresa dei ricercatori del NICT rappresenta una pietra miliare fondamentale per il futuro delle comunicazioni.

AvanTi
Ingrandisci l'immagine

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-01 10:22:49 | 91.208.130.86