Immobili
Veicoli

STATI UNITIIl primo grande parco eolico offshore degli Stati Uniti

27.08.21 - 08:00
Approvato il progetto per realizzare a largo delle coste orientali un impianto da 800 MW che alimenterà 400mila case.
AvanTi
Il primo grande parco eolico offshore degli Stati Uniti
Approvato il progetto per realizzare a largo delle coste orientali un impianto da 800 MW che alimenterà 400mila case.

WASHINGTON - Dopo anni di rinvii e di una pianificazione poco coraggiosa, il Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti d’America ha finalmente approvato il progetto per realizzare il primo grande parco eolico offshore sul modello di quelli europei. Il progetto in questione è Vineyard Wind 1 di Copenhagen Infrastructure Partners (CIP), un’azienda che si occupa della gestione di fondi d'investimento legati alle energie rinnovabili, e di Avangrid Renewables, parte del gruppo Iberdrola.

Il nuovo parco eolico sarà dotato di ben 84 turbine per una potenza complessiva di 800 MW e sorgerà sull’Oceano Atlantico, a 24 chilometri dalle coste dell’isola di Martha’s Vineyard, Massachussetts. I lavori inizieranno quest’anno e, anche se la costruzione completa richiederà almeno 5 o 6 anni, l’obbiettivo è quello di cominciare a produrre energia entro il 2023. Si prevede, inoltre, che il progetto creerà 3.600 posti di lavoro nell’area circostante, alimentando a regime fino a 400.000 abitazioni.

L’impianto non solo farà segnare il record americano di capacità, ma inaugura anche una nuova era offshore per il Paese. Negli USA, infatti, a oggi sono stati realizzati solo due wind farm in mare: il parco eolico offshore Block Island da 30 MW, attivo dal 2016, e un progetto pilota da 12 MW a largo delle coste della Virginia, inaugurato lo scorso anno. Altri 12 progetti, alcuni anche di capacità superiore al GW, sono invece in attesa di essere esaminati e approvati dalla Casa Bianca.

«È un momento di svolta per l’energia pulita in America. I nostri 800 MW saranno rapidamente seguiti da molti altri progetti, mobilitando decine di miliardi di dollari d'investimenti», ha affermato Jonathan Cole, direttore globale dell’energia eolica offshore di Iberdrola. «Con gli obiettivi del governo federale nell’eolico offshore, gli USA sono pronti a diventare rapidamente un leader mondiale in questo segmento».

Come ricordano i media americani, infatti, l’approvazione di quest’opera rientra nell’ambito di un grande piano di riqualificazione energetica ed è solo il primo passo delle nuove politiche ambientali del presidente democratico Biden, che punta a sviluppare una capacità di produzione di 30.000 megawatt attraverso l’eolico entro il 2030 e far riconquistare così agli Stati Uniti la leadership energetica verde a livello mondiale.

«L’annuncio del progetto eolico offshore di oggi dimostra che possiamo combattere la crisi climatica, creando al contempo posti di lavoro ben pagati e rafforzando la nostra competitività in patria e all’estero. Questo progetto è un esempio degli investimenti di cui abbiamo bisogno per raggiungere gli ambiziosi obiettivi climatici dell’amministrazione Biden-Harris e sono orgogliosa di far parte del team che guida la corsa all’eolico offshore», ha dichiarato il Segretario al Commercio Gina Raimondo.

ULTIME NOTIZIE AVANTI