AvanTi
ULTIME NOTIZIE AvanTI
GIAPPONE
1 gior
Ecco lo spazioporto super tecnologico giapponese
Il Giappone ha presentato il concept di un futuristico spazioporto galleggiante da realizzare nella baia di Tokyo
STATI UNITI
3 gior
L’Intelligenza Artificiale come nuova alleata della biologia sintetica
Gli algoritmi di machine learning possono bioingegnerizzare le cellule e guidare lo sviluppo di nuovi sistemi biologici
MARTE
5 gior
Ecco il video dell’arrivo di Perseverance su Marte
La NASA ha pubblicato le spettacolari immagini della discesa del rover Perseverance sul Pianeta Rosso
STATI UNITI
1 sett
Un nuovo reattore a fusione nucleare potrebbe cambiare il mondo
Una serie di studi prova che SPARC, il reattore a fusione nucleare sviluppato dal MIT, in teoria dovrebbe funzionare
GERMANIA
1 sett
Powerpaste: un’innovativa soluzione per la mobilità a idrogeno
Realizzata una pasta a base di idruro di magnesio che consente di immagazzinare l’idrogeno e alimentare piccoli veicoli
AUSTRALIA
1 sett
Un rivoluzionario occhio bionico pronto per i primi test sull’uomo
L’impianto ottico dell’Università di Melbourne potrebbe consentire a pazienti non vedenti di recuperare la vista
STATI UNITI
1 sett
Un innovativo progetto per un razzo a riconnessione magnetica
Ideato un nuovo tipo di propulsore al plasma che sfrutta la riconnessione magnetica per ottenere la spinta del razzo
STATI UNITI
2 sett
IBM annuncia un computer quantistico a 1000 qubit entro il 2023
L’azienda informatica lancerà nel 2023 IBM Quantum Condor, il primo computer quantistico a più di 1000 qubit
STATI UNITI
2 sett
L’intero universo potrebbe essere una rete neurale
Una nuova teoria tenta di ridefinire la realtà fisica ipotizzando che tutto l’universo sia una rete neurale
NUOVA ZELANDA
22.01.2021 - 08:000

La Nuova Zelanda testerà la trasmissione di elettricità wireless a lungo raggio

Una startup neozelandese ha sviluppato una tecnologia per trasmettere energia elettrica senza fili su lunghe distanze

Già nel 1890 Nikola Tesla dimostrò che tramite una grossa bobina poteva alimentare una lampadina a 3 km di distanza. Il suo sogno era di posizionare enormi antenne in tutto il mondo per diffondere energia elettrica in qualsiasi punto del pianeta senza bisogno di reti e fili. Oggi questo sogno potrebbe diventare realtà grazie alla Emrod, una startup neozelandese che ha sviluppato un’innovativa tecnologia per trasmettere elettricità su lunghe distanze in modalità wireless.
Il sistema è costituito da un’antenna trasmittente, diversi ripetitori e un’antenna ricevente.
L’antenna trasmittente trasforma l’elettricità in energia a microonde e la focalizza in un raggio cilindrico. Il raggio di microonde viene inviato attraverso una serie di ripetitori, che hanno l’aspetto di pannelli quadrati posti su un palo, fino a quando non colpisce l’antenna ricevente, o rectenna, ovvero un’antenna in grado di convertire l’energia a microonde nuovamente in elettricità. Il fascio è nella banda di frequenze ISM (Industrial, Scientific and Medical) delle onde radio, nella quale sono comprese anche il Wi-Fi e il Bluetooth.
L’impianto funziona con qualsiasi condizione meteorologica, inclusa la nebbia o la pioggia.
Necessita solo di una linea di vista libera e continua tra i ripetitori. Potenzialmente, quindi, questa nuova tecnologia può trasmettere elettricità per migliaia di chilometri ad una frazione dei costi di infrastruttura e di manutenzione, oltre che di impatto ambientale, che si avrebbero con una soluzione cablata. Come sistema di sicurezza viene adoperata una cortina di laser a bassa potenza che interrompe immediatamente la trasmissione di elettricità nel momento esatto in cui qualsiasi oggetto, ad esempio un uccello o un drone, attraversa il raggio.
Sebbene la tecnologia di propagazione di energia tramite microonde esista da decenni, ciò che renderebbe differente la trasmissione elettrica wireless della Emrod è il suo alto grado di efficienza e la quasi totale assenza di perdita di energia. «L’efficienza di tutti i componenti che abbiamo sviluppato è piuttosto buona, quasi il 100 per cento. Non siamo i primi ad applicare questa tecnologia, ma siamo i primi ad avere una soluzione commercialmente valida», ha dichiarato Greg Kushnir, fondatore della startup.
A credere in questo sistema è stata anche la Powerco, il secondo più importante distributore di energia elettrica della Nuova Zelanda, che ha finanziato la Emrod per avviare un progetto su larga scala. La startup ha messo a punto un prototipo di piccole dimensioni che è riuscito a trasportare alcuni Watt per poche decine di metri, ma ne realizzerà uno più grande ed efficiente per la Powerco che verrà testato per diversi mesi in laboratorio prima di una prova sul campo.
Almeno inizialmente il dispositivo potrà fornire solo pochi Kilowatt di potenza, ma in futuro sarà facilmente scalabile. «Possiamo utilizzare la stessa identica tecnologia per trasmettere 100 volte più potenza su distanze molto più lunghe. I sistemi wireless che utilizzano la tecnologia Emrod possono trasmettere qualsiasi quantità di corrente di alimentazione trasmessa da soluzioni cablate», ha affermato Kushnir.

AvanTi
Guarda le 4 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-08 23:37:02 | 91.208.130.89