AvanTi
ULTIME NOTIZIE AvanTI
UNIONE EUROPEA
1 gior
SuperTwin, l’innovativo microscopio che sfrutta la fisica quantistica per osservare i virus
Il progetto finanziato dall’UE intende superare il limite di risoluzione di 250 nanometri dei microscopi ottici attuali
REGNO UNITO
2 gior
Creato il primo robot-scienziato
Si tratta di un robot chimico che in una settimana ha fatto già oltre 600 esperimenti e impara dal proprio lavoro
RUSSIA
4 gior
L’Intelligenza Artificiale che analizza la personalità in base alle foto
Un team di ricercatori ha sviluppato un’AI che identifica i tratti psicologici di una persona a partire dai selfie
STATI UNITI
1 sett
E-Skin, il dispositivo indossabile del futuro
Si tratta di una “pelle elettronica” che misura i parametri vitali e usa il sudore come biocarburante
PAESI BASSI
1 sett
Airbus punta sul primo aereo ad idrogeno
La compagnia ha presentato tre concept di aerei commerciali alimentati ad idrogeno che solcheranno i cieli entro il 2035
SPAZIO
1 sett
Le incredibili immagini della nascita di un pianeta
Grazie allo strumento Sphere gli astronomi hanno fotografato per la prima volta nella storia la nascita di un pianeta
AvanTI
1 sett
Omaggi aziendali per Natale: dal Ticino un'idea originale e intelligente
Per ogni regalo verrà piantato un albero nella foresta amazzonica. Ma non solo…
STATI UNITI
2 sett
Dal PET agli elettrodi per batterie: scoperta una nuova tecnica per il riciclo della plastica
Sviluppata una tecnologia che sfrutta le microonde per trasformare il PET in materiali utili all’accumulo energetico
UNIONE EUROPEA
06.10.2020 - 10:060

Eco-pannelli in aerogel per abbattere le emissioni di CO2 degli edifici

L’Unione Europea ha finanziato un progetto che ha portato allo sviluppo di pannelli ecologici per edifici green

In Europa, circa il 40% del consumo energetico e il 36% delle emissioni di CO2 provengono dagli edifici, per la maggior parte vecchi e scarsamente isolati, quindi poco efficienti da un punto di vista energetico. Ad esempio, si calcola che solo nel Vecchio Continente potrebbero essere addirittura 110 milioni gli edifici che avrebbero bisogno di essere adeguati in quanto a consumi energetici.
Per far fronte a questo problema, soprattutto in vista del raggiungimento del Green Deal europeo così da rendere i Paesi membri neutrali in termini di emissioni di carbonio entro il 2050, la Commissione Europea ha finanziato con oltre 4 milioni di euro il progetto GelClad, che ha portato alla realizzazione di eco-pannelli da installare sul rivestimento esterno degli edifici. Questi pannelli sono ecologici, economici, facili da montare e si possono produrre su larga scala.
I ricercatori del progetto GelClad sono riusciti a sviluppare un pannello di rivestimento modulare intelligente, realizzato con materiali nano-isolanti avanzati, polimeri riciclati resistenti alle intemperie, schiume di plastica e compositi di biopolimeri di legno. Prima di arrivare alla soluzione migliore, sono stati necessari circa 100 test. Il team ha provato oltre 70 formulazioni, elaborate con una tecnica innovativa di estrusione, e il risultato finale è un nanomateriale di aerogel espandibile che può essere applicato sia sui vecchi edifici che su quelli nuovi.
«Il prodotto è destinato a essere pronto all’uso e facile da installare, pur essendo in grado di soddisfare i più recenti e severi requisiti di efficienza energetica dell’edificio», ha affermato Jorge Corker dell’Istituto Pedro Nunes in Portogallo e coordinatore del progetto. I pannelli sono fatti per durare almeno 30 anni e, grazie all’aerogel, sono in grado di offrire prestazioni superiori del 45% rispetto a quelle garantite dagli isolanti convenzionali.
Fra i vantaggi che sottolineano gli ideatori vi è un impatto su energia e carbonio inferiore del 20% rispetto ai tradizionali pannelli e una riduzione di oltre il 40% dei consumi energetici. Per quanto riguarda i costi, è stato possibile ridurre di un terzo i costi di produzione del materiale espanso aerogel e del 65% le spese di manutenzione e installazione rispetto ai sistemi attuali.
I progetti pilota hanno avuto luogo nel Regno Unito, in Slovenia e in Germania e si sono completati con successo. Adesso bisogna passare alla fase commerciale. Secondo i dati del Parlamento Europeo, se questo tipo di pannelli venisse installato solo sul 3% del patrimonio edilizio europeo porterebbe a un risparmio energetico di circa 100 terawattora all'anno (TWh/a). Portandolo al 20% entro il 2030 si arriverebbe invece a un risparmio di circa 750 TWh/a, un risultato davvero notevole se si pensa che, ad esempio, la produzione annuale di energia nucleare della Francia è pari a circa 400 TWh/a. Inoltre, la produzione e l’istallazione di questo innovativo sistema di rivestimento potrebbe generare quasi 900 mila nuovi posti di lavoro.

AvanTi
Guarda le 3 immagini

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-27 22:16:36 | 91.208.130.89