AvanTi
ULTIME NOTIZIE AvanTI
STATI UNITI
14 ore
Titanato di litio per batterie a ricarica ultrarapida
Uno studio ha registrato il movimento esatto degli ioni di litio nel titanato aprendo nuove prospettive in questo campo
GIAPPONE
2 gior
Azienda giapponese testa un’auto volante con conducente
La giapponese SkyDrive ha condotto il primo test pubblico di un’auto volante con a bordo un pilota umano
MONDO
4 gior
Le incredibili piante modificate geneticamente che si illuminano
Un team di ricercatori ha creato delle piante luminose grazie al DNA di un fungo bioluminescente
ITALIA
6 gior
Scienziati decodificano il modo in cui il cervello distingue gli odori
Uno studio ha permesso di decodificare il linguaggio neurale degli odori riuscendo ad ingannare il cervello dei topi
FINLANDIA
1 sett
Idrogeno a basso costo grazie a un nuovo catalizzatore in nanotubi di grafene
Sviluppato un catalizzatore che consente le reazioni chimiche alla base della produzione dell’idrogeno a prezzi ridotti
STATI UNITI
1 sett
Elon Musk ha presentato i progressi di Neuralink
Mostrato su un maiale il funzionamento dell’impianto cerebrale in grado di connettere il cervello ad un computer
STATI UNITI
1 sett
Micrashell, la tuta tecnologica per proteggerci dai virus
Dagli Stati Uniti un progetto futuristico per tornare a socializzare senza distanziamento e al sicuro dal coronavirus
SINGAPORE
2 sett
Le batterie al litio-zolfo ora sono più stabili e performanti
Un team di ricercatori ha creato un elettrolita semisolido per batterie litio-zolfo più sicure e ad alte prestazioni
REPUBBLICA CECA
2 sett
Ecco la prima casa galleggiante stampata in 3D
Si chiama Prvok, si realizza in 48 ore, ha una superficie di 43 mq, è parzialmente autosufficiente e durerà 100 anni
STATI UNITI
24.06.2020 - 06:000

Osservato per la prima volta un entanglement quantistico su elettroni in un “metallo strano”

Miliardi di elettroni entangled al punto critico di una transizione di fase quantistica in un “metallo strano”

L’entanglement quantistico non smette mai di stupire. Un team internazionale di ricercatori, infatti, ha osservato per la prima volta l’entanglement in miliardi di elettroni che fluiscono in quello che viene definito un “metallo strano”, cioè un metallo con particolari proprietà quanto-meccaniche e magnetiche che non si manifestano in altri metalli. In questa ricerca, meccanica quantistica, fisica delle particelle e dei materiali, si combinano insieme in un risultato che potrebbe aiutare a sfruttare in modo pratico tutto il potenziale del mondo quantico.

La complessa ricerca è il frutto del lavoro congiunto degli scienziati dell’università Rice a Houston, che hanno eseguito l’esperimento, e dell’Università tecnica di Vienna. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Science. Non è la prima volta in assoluto che miliardi di particelle risultano entangled, ma la novità questa volta, oltre che nel risultato, sta nel materiale utilizzato.

Gli scienziati hanno infatti esaminato il comportamento elettronico e magnetico di un “metallo strano”, composto da itterbio, rodio e silicio. Tale materiale va incontro a una transizione fra due fasi quantistiche, cioè il passaggio fra stati quantici della materia che avviene a una temperatura prossima allo zero assoluto. Nella transizione fra una fase e un’altra cambia l’assetto magnetico del materiale ed è proprio ciò che i ricercatori avevano intenzione di osservare.

«Con questi metalli strani, c’è un’insolita connessione fra la resistenza elettrica e la temperatura», ha spiegato Silke Bühler-Paschen dell’Università tecnica di Vienna. «A differenza dei metalli come oro o rame, questa non sembra dovuta al movimento termico degli atomi, ma alle fluttuazioni quantistiche intorno allo zero assoluto».

Queste fluttuazioni rappresentano una transizione di fase quantistica e il segno distintivo che si è giunti al punto critico quantistico, cioè dove avviene appunto la transizione, è l’osservazione del fenomeno dell’entanglement degli elettroni. «Quando ci riferiamo all’entanglement quantistico, pensiamo a minuscoli corpi», ha dichiarato il fisico teorico Qimiao Si dell’università Rice e coautore della ricerca. «Non lo associamo a oggetti macroscopici. Ma ad un punto quantistico critico, i corpi assumono un comportamento collettivo tale da poter osservare gli effetti dell’entanglement, anche in una pellicola metallica che contiene miliardi di miliardi di oggetti quantomeccanici».

In sostanza, si tratta di un caso insolito in cui l’entanglement quantistico è stato visibile su un flusso di elettroni in un metallo che ha subito una transizione di fase quantistica. È stato cioè osservato nel materiale realizzato e non, come avvenuto in diversi esperimenti precedenti, studiando i fotoni con complesse apparecchiature. “L’entanglement quantistico è alla base della conservazione e dell’elaborazione dell’informazione quantistica”, ha affermato Qimiao Si, e per tale motivo la meccanica quantistica, combinata con lo studio dei materiali, rappresenta certamente una delle frontiere tecnologiche del futuro.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-23 20:46:10 | 91.208.130.85