Segnala alla redazione
Avanti
ULTIME NOTIZIE AvanTI
STATI UNITI
3 gior
Avviato un nuovo dispositivo per mappare l’energia oscura dell’universo
STATI UNITI
6 gior
E se l’Intelligenza Artificiale fosse in grado di percepire gli odori?
I ricercatori di Google Brain stanno addestrando l’AI a identificare gli odori ottenendo buoni risultati
VIDEO
STATI UNITI
1 sett
Guardian XO, l’esoscheletro indossabile è pronto per il mercato
La Sarcos Robotics ha sviluppato ulteriormente il suo esoscheletro che aumenta la forza e la sicurezza degli utenti
STATI UNITI
1 sett
Online il primo progetto al mondo di reattore nucleare open source
L’Energy Impact Center ha lanciato il primo progetto open source al mondo per la progettazione di centrali nucleari
STATI UNITI
1 sett
Droni controllati dai soldati tramite le onde cerebrali
Il Pentagono vuole costruire una tecnologia che dia ai soldati la possibilità di guidare con la mente i droni militari
FOTO E VIDEO
STATI UNITI
2 sett
Sensori per dispositivi indossabili più resistenti grazie al kirigami e al grafene
La tecnica del kirigami applicata al grafene permette ai dispositivi di conformarsi meglio ai movimenti del corpo
GIAPPONE
2 sett
Robot e avatar: il futuro dei viaggi in telepresenza
La compagnia aerea All Nippon Airways ha svelato i robot che fungeranno da avatar per viaggiare al posto nostro
CINA
2 sett
L’Intelligenza Artificiale in campo contro il virus Covid-19
Alibaba ha sviluppato un sistema di Intelligenza Artificiale che esegue il test per il coronavirus in soli 20 secondi
STATI UNITI
3 sett
In arrivo HARP, la super stampante 3D
Gli scienziati americani hanno costruito una stampante 3D capace di creare in due ore oggetti grandi come una persona
VIDEO
GERMANIA
3 sett
H-1: il robot dalla pelle sensibile come quella umana
Grazie a una pelle di ispirazione biologica H-1 può avere una migliore interazione con l’uomo e l’ambiente esterno
STATI UNITI
07.01.2020 - 08:000

Cosa accadrebbe se esistesse un dispositivo tecnologico in grado di creare qualsiasi cosa?

Il nano-fabbricatore, la macchina teorica che produce qualunque cosa manipolando la materia a livello degli atomi, potrebbe rivoluzionare per sempre il mondo e la società umana così come li conosciamo

Prima dell’avvento delle stampanti 3D non era neanche minimamente immaginabile poter creare da sé determinati beni o oggetti, come ad esempio un’automobile o addirittura una casa. E se invece ci fosse un dispositivo in grado di creare qualunque cosa? Ciò, ovviamente, cambierebbe tutto, persino il nostro modo di intendere la società umana.
È quello che pensa James Burke, storico della scienza, autore e produttore televisivo, oltre che uno dei principali presentatori della serie scientifica della BBC “Tomorrow's World”. Burke, infatti, crede che entro la metà di questo secolo, forse già nel 2040, il mondo sarà definito da un nuovo dispositivo tecnologico: il nano-fabbricatore.
Il nano-fabbricatore è una macchina teorica che permetterà a chiunque di creare qualsiasi cosa a partire da materiali a portata di mano. Inizialmente queste fabbriche saranno molto grandi, proprio come i primi computer, ma col passare del tempo saranno disponibili a buon mercato e si potranno addirittura posizionare sulla scrivania di casa. Basterà versarci dentro alcune materie prime come acqua, aria e alcune polveri e il gioco sarà fatto. Il nano-fabbricatore, inoltre, potrà essere alimentato da pannelli solari e funzionerà lacerando le molecole delle materie prime, manipolandole a livello atomico, per creare qualunque cosa desideriamo.
Questo significa che, ad esempio, la fame cesserà di essere un problema. Infatti, cos’è il cibo se non l’insieme di alcuni elementi come carbonio, idrogeno, azoto, fosforo e zolfo? Allora, se una persona sta morendo di fame, con un nano-fabbricatore si potrà creare tutto il cibo che si vuole.
Allo stesso modo, in assenza di acqua potabile, con un nano-fabbricatore si potrà produrre acqua pulita all’istante. In mancanza di medicine, basterà disporre di un nano-fabbricatore e della composizione chimica del medicinale che ci occorre.
Si può pensare al nano-fabbricatore come a una grande macchina di Babbo Natale, oppure come alla lampada del genio di Aladino, con l’unica differenza che invece che soli tre desideri, se ne potranno realizzare infiniti. All’improvviso, saranno indispensabili solo tre materiali: le materie prime di cui la natura abbonda; il nano-fabbricatore stesso; e, infine, i progetti delle cose che vorremo produrre. L’energia per far si che tutto ciò avvenga, come detto, sarà fornita dal sole.
Una tale macchina, secondo Burke, potrebbe rivoluzionare completamente la società umana così come oggi la conosciamo. In un mondo in cui i beni materiali sono disponibili in abbondanza per tutti, infatti, non esisterà più il problema della scarsità, cioè uno dei problemi fondamentali dell’esistenza umana. Come afferma Burke: «Questo distruggerà l'attuale sistema sociale, economico e politico, perché diventerà inutile… ogni istituzione, ogni sistema di valori, ogni aspetto della nostra vita sono stati governati dalla scarsità: il problema di distribuire un importo finito di roba. Non ci sarà bisogno di nessuna delle istituzioni sociali».

In poche parole, se i nano-fabbricatori verranno mai costruiti, non avremo più bisogno di denaro e non esisteranno più le classi sociali. Saremo cioè emancipati dai bisogni materiali e non vi saranno più distinzioni economiche tra gli esseri umani. In sostanza, i sistemi e la struttura del mondo così come li abbiamo sempre conosciuti verranno definitivamente smantellati.

Avanti
Ingrandisci l'immagine
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-10 08:57:21 | 91.208.130.87