Segnala alla redazione
ULTIME NOTIZIE AvanTI
VIDEO
STATI UNITI
2 gior
Gli scienziati creano un’Intelligenza Artificiale da una lastra di vetro
I ricercatori dell’Università del Wisconsin-Madison hanno trovato il modo per creare vetri artificialmente intelligenti che funzionano senza il bisogno di sensori, circuiti e persino dell’elettricità
VIDEO
STATI UNITI
6 gior
Il serpente robot che potrebbe rivoluzionare gli interventi di neurochirurgia
La nuova tecnologia messa a punto dai ricercatori del MIT consiste in un filo per procedure endovascolari rivestito in idrogel e controllato magneticamente che riduce i rischi per medici e pazienti
STATI UNITI
1 sett
Il pilota automatico di Tesla è statisticamente 9 volte più sicuro della guida umana
Tesla ha aggiornato i dati del rapporto sulla sicurezza della guida autonoma: in condizioni di guida medie il pilota automatico sarebbe quasi 9 volte più sicuro di un conducente umano
AVANTI
1 sett
Embrioni modificati geneticamente con il metodo CRISPR per prevenire la sordità
Lo scienziato russo Denis Rebrikov ha informato della possibilità di utilizzare la tecnologia CRISPR per ottenere embrioni privi di una mutazione genetica che rende i nascituri sordi
AVANTI
2 sett
Realizzato un sistema di auto-programmazione modulare per robot sicuri
Un team di ricercatori dell’Università di Monaco ha creato IMPROV, un robot modulare assemblabile a seconda delle esigenze, economico, autoprogrammabile e che può lavorare con le persone senza ferirle
STATI UNITI
2 sett
Il computer quantistico di Google è realtà: risolve in 3 minuti un calcolo di migliaia di anni
Google ha annunciato di aver raggiunto la “supremazia quantistica”, risolvendo con il suo computer quantistico in 200 secondi un calcolo che un supercomputer tradizionale risolverebbe in 10.000 anni
MONDO
3 sett
Il primo “simulatore di universi” AI al mondo che impara da solo ad analizzare i dati
Un team internazionale di scienziati ha creato un software in grado di produrre simulazioni accurate dell’evoluzione dell’universo anche quando vengono modificati i parametri
VIDEO
STATI UNITI
3 sett
La nuova invenzione dei ricercatori del MIT: arriva l’inchiostro riprogrammabile
L’inchiostro sfrutta un mix di coloranti fotocromatici che possono essere pitturati o spruzzati sulla superficie di qualsiasi materiale creando oggetti dalle proprietà camaleontiche
STATI UNITI
1 mese
Secondo gli scienziati di Harvard le radiazioni emesse dai buchi neri potrebbero creare la vita
In base a un recente studio i ricercatori di Harvard hanno scoperto che alcune zone intorno ai buchi neri potrebbero essere in grado di supportare la vita
AvanTI
1 mese
IBM partner di Fraunhofer per promuovere la ricerca sul quantum computing in Europa
La Germania ha stanziato un budget biennale di 650 milioni di euro per finanziare progetti di ricerca nel campo del calcolo quantistico e realizzare il super computer Q System One
GIAPPONE
1 mese
In arrivo Arque, la coda robotica utile per migliorare l’equilibrio e gestire carichi pesanti
Alcuni ricercatori giapponesi hanno creato un’appendice robotica che promette di aumentare le capacità di chi la indossa, migliorandone l’equilibrio e l’agilità
STATI UNITI
1 mese
Gli scienziati prevedono i salti quantici e possono risolvere il paradosso del gatto di Schrödinger
Alcuni fisici dell’Università di Yale hanno immaginato di poter salvare il famoso felino, simbolo di imprevedibilità, anticipando in tempo reale i salti quantici
STATI UNITI
1 mese
Astro, il cane-robot da addestramento che impara dall’esperienza
L’Intelligenza Artificiale sviluppata nei laboratori della Florida Atlantic University esegue i comandi e apprende per svolgere azioni aggiuntive
GERMANIA
1 mese
Un nuovo esperimento per stabilire una volta per tutte se l’EmDrive è realizzabile
In caso di successo si potrebbe finalmente realizzare un motore in grado di far volare i veicoli spaziali senza l’utilizzo di carburante
STATI UNITI
1 mese
Un viaggio alla scoperta dell’universo delle interfacce neurali
Alcuni impianti cerebrali adoperano l’elettricità, altri la luce, altri ancora la chimica. Quali sono gli sviluppi e le prospettive in questo campo scientifico?
STATI UNITI
1 mese
Presto i medici potrebbero prescrivere ai pazienti robot sessuali
I robot potrebbero aiutare le persone a superare le disfunzioni sessuali, ma la preoccupazione è che possano rappresentare un rischio per chi non ne sia affetto
STATI UNITI
18.10.2019 - 06:000
Aggiornamento : 09:29

Un nuovo studio dimostra che i farmaci potrebbero portare indietro l’età biologica

Dopo decenni di ricerche ecco la prima prova promettente che un cocktail di farmaci potrebbe invertire l’orologio epigenetico, una misura dell’età e della salute biologica dell’uomo

Nel film “Il curioso caso di Benjamin Button” il protagonista interpretato da Brad Pitt nasce anziano per poi ringiovanire e diventare bambino. Nessuno vorrebbe nascere già vecchio, certo, ma se fosse possibile ringiovanire, portando indietro l’età biologica? La risposta a questa domanda è stata data da alcuni ricercatori americani che avrebbero ringiovanito di 2 anni e mezzo l’età biologica di individui sani, con segni di ringiovanimento anche nel loro sistema immunitario.

Che l’età anagrafica non corrisponda all’età biologica è ormai risaputo anche al di fuori della comunità scientifica. Infatti, fattori genetici e fattori ambientali possono far “invecchiare” in modo differente i vari tessuti del nostro corpo. Ciò vuol dire, in poche parole, che se la nostra età anagrafica segue esclusivamente lo scorrere del tempo, la nostra età biologica viene influenzata anche da fattori genetici e ambientali, come ad esempio lo stile di vita. Serve quindi una metodologia che trascenda il tempo e che possa misurare con una certa oggettività l’età dei nostri tessuti in un determinato momento. Ed è qui che entrano in gioco l’epigenetica e “l’orologio epigenetico” teorizzato dal biomatematico Steve Horvath.

L’epigenetica è quella branca della biologia che esamina determinati processi che avvengono a livello del codice genetico. Pur non alterando il codice genetico, imprimono delle modificazioni particolari che inducono o reprimono l’espressione di alcuni geni, alterando così il fenotipo, cioè la manifestazione dell’espressione genetica. Sfruttando le scoperte nel campo dell’epigenetica, Horvath ha proposto un algoritmo che esamina uno dei processi più conosciuti dell’epigenetica, la metilazione del DNA. Attraverso questo algoritmo, dunque, sarebbe possibile fornire una stima molto attendibile dell’età epigenetica del soggetto a cui appartiene il campione di DNA.

Il focus iniziale del nuovo studio, pubblicato su Aging Cell, non erano gli orologi epigenetici bensì il sistema immunitario. Il team di ricerca, infatti, aveva progettato la sperimentazione per qualcosa di diverso, ovvero guardare gli effetti dell'ormone della crescita umano sul timo , la culla del sistema immunitario. Il timo, nello specifico, è una piccola ghiandola situata nel torace, tra i polmoni e lo sterno, che aiuta a nutrire i globuli bianchi immunitari nella loro piena funzione per combattere infezioni e tumori. Il timo è fondamentale per il mantenimento del sistema immunitario ma è fragile in quanto, superata la pubertà, comincia a ridurre la sua massa e con essa la sua funzione. Una rigenerazione del timo, quindi, rinvigorirebbe il sistema immunitario dei soggetti anziani, fornendo un’arma concreta nella lotta a infezioni e tumori.

Lo studio, denominato TRIIM (Thymus Regeneration Immunorestoration and Insulin Mitigation), si basa su una ricerca condotta su un ristretto trial in cui i genetisti dell’Università della California di Los Angeles hanno reclutato nove uomini di etnia caucasica tra i 51 e i 65 anni. Dopo aver misurato l’età biologica dei tessuti del timo con varie metodologie (in primis quella epigenetica di Horvath) all’inizio del trial, hanno sottoposto i partecipanti ad un cocktail composto da ormone della crescita ricombinante umano (rhGH) e, per contrastare gli effetti diabetogeni di questo ormone, a metformina e deidroepiandrosterone (DHEA). Per tutta la durata della sperimentazione, i partecipanti sono stati sottoposti ad esami di routine, valutazioni dell’età biologica del timo e risonanze magnetiche della zona toracica.

Terminato il periodo di studio e raccolti i dati, i risultati sono stati sorprendenti. È stato infatti constatato un miglioramento delle performance da parte del sistema immunitario e una riduzione degli indici di rischio per gran parte delle malattie legate all’età. Inoltre, è stata osservata una riduzione della matrice lipidica (che dopo la pubertà prende fisiologicamente il posto dei tessuti timici) all’interno del timo e addirittura una rigenerazione dei tessuti timici. I ricercatori, in sostanza, sono riusciti a ringiovanire i tessuti dei partecipanti alla sperimentazione tramite la somministrazione del particolare mix di farmaci.

Tali risultati sono stati una sorpresa sia per il Dr. Gregory Fahy dell’Intervene Immune, autore dello studio, che per lo stesso Horvath. In particolare, usando quattro diversi orologi epigenetici, Horvath ha misurato l'età biologica di ciascun partecipante, scoprendo ogni volta che l’orologio si riavviava. L’età epigenetica dei partecipanti era, in media, 1,5 anni più lenta rispetto a quando avevano iniziato per la prima volta il test. Piuttosto che invecchiare, quindi, si verificava un effetto di “ringiovanimento”, e più a lungo prendevano il farmaco, più velocemente i loro orologi epigenetici sembravano riavvolgersi. Inoltre, i ricercatori hanno osservato come questo processo di ringiovanimento continuasse anche dopo sei mesi dall’interruzione della sperimentazione.

Poiché i risultati sono stati così coerenti e duraturi, Horvath è ottimista, nonostante la piccola dimensione del campione. Ci sono anche altre questioni da comprendere, come il funzionamento concreto dei farmaci, ma indipendentemente da ciò gli esiti sono promettenti. L’Intervene Immune sta ora pianificando una sperimentazione più ampia con una popolazione più diversificata, includendo età, gruppi etnici e generi diversi, per valutarne ulteriormente l'efficacia.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-19 02:34:38 | 91.208.130.86