Segnala alla redazione
ULTIME NOTIZIE AvanTI
STATI UNITI
35 min
Il drone a guida autonoma cinese EHang ha potuto solcare i cieli americani
Il velivolo autonomo cinese che potrebbe rivoluzionare la mobilità urbana ha compiuto per la prima volta un test sperimentale nei cieli della North Carolina, negli Stati Uniti
FINLANDIA
2 gior
Sviluppato un nuovo tipo di materiale che in futuro potrebbe sostituire la plastica
Un team di ricercatori finlandesi ha ideato un nuovo materiale basato su fibra di legno e seta di ragnatela con una resistenza e rigidità superiori a quelli sintetici e naturali oggi in commercio
DANIMARCA
6 gior
Due chip hanno comunicato per la prima volta attraverso il teletrasporto quantistico
Gli scienziati di due università grazie al fenomeno dell’entanglement quantistico hanno teletrasportato un’informazione tra due chip senza alcun tipo di collegamento fisico e senza limiti di distanza
ARABIA SAUDITA
1 sett
L’Arabia Saudita sta progettando di costruire la città del futuro
Sarà estesa quasi quanto il Belgio e si chiamerà Neom, la smart city più grande al mondo con taxi volanti, camerieri robot, pioggia nei periodi di siccità e persino una luna artificiale
STATI UNITI
1 sett
Cosa accadrebbe se esistesse un dispositivo tecnologico in grado di creare qualsiasi cosa?
Il nano-fabbricatore, la macchina teorica che produce qualunque cosa manipolando la materia a livello degli atomi, potrebbe rivoluzionare per sempre il mondo e la società umana così come li conosciamo
KENYA
2 sett
Le monete del futuro: ovvero nuove forme di scambio per nuovi sistemi economici
Grazie alla tecnologia, l'emergere di valute completamente nuove che aprono l'accesso all'imprenditorialità e alla mobilità verso l'alto è già realtà in alcune economie in via di sviluppo
STATI UNITI
3 sett
Le batterie al litio del futuro saranno più leggere, più sicure ed economiche
Uno studio americano ha sviluppato una nuova promettente tecnica per realizzare batterie al litio con materiali più economici, facili da reperire e ugualmente sicuri
AVANTI
12.09.2019 - 08:000

Creato dalla tossina di un ragno un fungo transgenico che uccide le zanzare

Un fungo modificato geneticamente per uccidere la zanzara anofele, responsabile della trasmissione della malaria, causa di morte per mezzo milione di persone all’anno

Una ricerca condotta da esperti dell’Università del Maryland e dell’IRSS (Institut de Recherche en Sciences de la Santé) del Burkina Faso ha prodotto un fungo che si è rivelato molto efficace nella lotta contro la malaria grazie all’aggiunta di un gene che produce una specifica tossina derivata dal veleno di un ragno. Lo studio è stato pubblicato su Science e secondo i ricercatori dimostra che il fungo transgenico, innocuo per altre specie di insetti, potrebbe essere la soluzione all’aumento delle zanzare resistenti agli insetticidi.
Il fungo usato dagli scienziati è il Metarhizium pingshaense, un fungo presente in natura parassita di alcuni insetti e perciò già adoperato come bio-pesticida. Per aumentarne l’efficacia i ricercatori hanno modificato geneticamente il fungo, rendendolo capace di produrre una tossina velenosa presente in uno dei ragni più letali del mondo, il ragno dei cunicoli australiano. Per testarne gli effetti poi, i ricercatori hanno creato un finto villaggio di circa 600 metri quadrati, con capanne, piante, piccole pozze d’acqua e un vitello, il tutto sotto grandi tende. Hanno quindi popolato il villaggio con una delle specie di zanzare maggiormente responsabili della trasmissione della malaria, l’Anopheles coluzzii.
A questo punto, i ricercatori hanno spalmato le spore del fungo miste a olio di sesamo su lenzuoli di cotone neri, capaci di attirare gli insetti che, posandosi, entrano in contatto con le spore. In altre due parti divise del villaggio, invece, sono stati organizzati degli esperimenti di controllo con il fungo non modificato o senza nessun veleno. Gli studiosi hanno così osservato che le spore del fungo geneticamente modificato sono capaci di uccidere la zanzara in 5 giorni, quasi la metà del tempo rispetto al fungo naturale. E sono molto più efficaci perché Il fungo transgenico fa collassare la popolazione di zanzare in sole due generazioni.
Dai risultati dell’esperimento è quindi emerso che delle 1500 zanzare iniziali ne sono rimaste in vita solo 13. Ciò significa che il fungo ha sterminato il 99% degli esemplari in soli 45 giorni di esposizione. Inoltre, il fungo modificato geneticamente, rispetto a quello naturale, uccide con meno spore e, soprattutto, non ha effetto su altri insetti come le api. Per questo motivo i ricercatori hanno affermato che il fungo rappresenta una nuova arma, particolarmente incoraggiante, nella lotta contro la malaria, malattia ampiamente diffusa nelle aree più povere del mondo e capace di uccidere circa 400 mila persone l’anno.

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-21 06:35:23 | 91.208.130.86