Segnala alla redazione
AVANTI
27.08.2019 - 06:000

Stabilito un nuovo record di temperatura per la superconduttività

Un team internazionale di scienziati ha costruito un superconduttore che è quasi 50 gradi Celsius più vicino alla temperatura ambiente

 

Scoperti per la prima volta nel 1911, i superconduttori sono dispositivi in ​​grado di condurre l'elettricità con resistenza zero. Poiché nessuna energia viene persa durante il processo di trasmissione, i superconduttori potrebbero permettere di generare elettricità in un posto, ad esempio una fattoria solare in una regione soleggiata degli Stati Uniti, e di inviarla ovunque senza sprechi.

Il problema è che al momento gli scienziati non hanno ancora creato un superconduttore pratico: tutti i dispositivi richiedono condizioni estreme, come il congelamento a basse temperature e pressioni incredibilmente elevate, che ne limitano l'utilità.

Ecco perché gli scienziati di tutto il mondo sono alla continua ricerca di un superconduttore capace di lavorare a temperatura ambiente. Questo nuovo studio, pubblicato a maggio di quest’anno sulla rivista Nature, rappresenta un grande passo in avanti verso questa direzione.

In esso, gli scienziati hanno spiegato di aver creato un tipo di materiale chiamato superidruro di lantanio. Esercitando un’enorme pressione su un po’ di materiale, sono stati in grado di convincerlo a fungere da superconduttore a temperature record. Questo nuovo superconduttore, infatti, funziona a 250 Kelvin, o a -23 gradi Celsius, o solo -9 gradi Fahrenheit.

Si tratta di una temperatura di pochi gradi vicina a quella della giornata invernale più fredda della storia della Florida, ma è quasi 50 gradi Celsius (84,6 gradi Fahrenheit) più caldo del precedente massimo record per superconduttività. Un risultato che fa sperare gli scienziati di tutto il mondo di essere finalmente vicini al Santo Graal della trasmissione di energia.

“Il nostro prossimo obiettivo è ridurre la pressione necessaria per sintetizzare i campioni, avvicinare la temperatura critica all'ambiente e forse persino creare campioni che potrebbero essere sintetizzati ad alte pressioni, ma ancora superconduttivi a pressioni normali” - ha dichiarato in un comunicato stampa il ricercatore Vitali Prakapenka dell'Università di Chicago.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 09:42:03 | 91.208.130.87