Segnala alla redazione
ULTIME NOTIZIE AvanTI
STATI UNITI
3 gior
Una startup sta lanciando un servizio di backup del cervello che tuttavia è fatale per l’uomo
Nectome è un’azienda in grado di preservare il cervello grazie a una soluzione chimica che può mantenere intatto un corpo per centinaia di anni, ma si tratta di una vera e propria eutanasia
VIDEO
STATI UNITI
6 gior
Gli scienziati creano un’Intelligenza Artificiale da una lastra di vetro
I ricercatori dell’Università del Wisconsin-Madison hanno trovato il modo per creare vetri artificialmente intelligenti che funzionano senza il bisogno di sensori, circuiti e persino dell’elettricità
VIDEO
STATI UNITI
1 sett
Il serpente robot che potrebbe rivoluzionare gli interventi di neurochirurgia
La nuova tecnologia messa a punto dai ricercatori del MIT consiste in un filo per procedure endovascolari rivestito in idrogel e controllato magneticamente che riduce i rischi per medici e pazienti
STATI UNITI
1 sett
Il pilota automatico di Tesla è statisticamente 9 volte più sicuro della guida umana
Tesla ha aggiornato i dati del rapporto sulla sicurezza della guida autonoma: in condizioni di guida medie il pilota automatico sarebbe quasi 9 volte più sicuro di un conducente umano
AVANTI
2 sett
Embrioni modificati geneticamente con il metodo CRISPR per prevenire la sordità
Lo scienziato russo Denis Rebrikov ha informato della possibilità di utilizzare la tecnologia CRISPR per ottenere embrioni privi di una mutazione genetica che rende i nascituri sordi
AVANTI
2 sett
Realizzato un sistema di auto-programmazione modulare per robot sicuri
Un team di ricercatori dell’Università di Monaco ha creato IMPROV, un robot modulare assemblabile a seconda delle esigenze, economico, autoprogrammabile e che può lavorare con le persone senza ferirle
STATI UNITI
3 sett
Il computer quantistico di Google è realtà: risolve in 3 minuti un calcolo di migliaia di anni
Google ha annunciato di aver raggiunto la “supremazia quantistica”, risolvendo con il suo computer quantistico in 200 secondi un calcolo che un supercomputer tradizionale risolverebbe in 10.000 anni
AVANTI
19.08.2019 - 06:000

Un ricercatore del MIT presenta il Mini-Robot in grado di costruire altri robot più grandi

Potrebbe essere una vera e propria rivoluzione tecnologica il Mini-Robot del MIT capace di assemblare ed unirsi ad altri robot in diverse configurazioni

Il professore Neil Gershenfeld del Massachusetts Institute of Technology ha presentato nel corso della Conferenza MARSS ad Helsinki, in Finlandia, il primo prototipo di Mini-Robot in grado di costruire altri robot più grandi. Si tratta di un piccolo robot composto da pochi semplici pezzi, quindi molto economico, che ha la capacità di costruire e smontare altri dispositivi.

L’idea che ha ispirato Gershenfeld deriva dal fatto che tutte le forme di vita a noi note sono costituite da soli 20 aminoacidi. La domanda che il ricercatore del MIT si è posto è se sia possibile assemblare tutti i prodotti tecnologici da un kit di 20 componenti. Ha così creato questo prototipo che rappresenta il primo step verso la creazione di un kit standard da utilizzare per assemblare altri robot in diverse configurazioni.

Il Mini-Robot può spostarsi su una superficie piana, sollevare fino a sette volte il suo peso e far girare gli ingranaggi di una macchina. Inoltre, può riassemblarsi per far fronte a esigenze specifiche o a compiti diversi. È costituito da cinque componenti che sono realizzati in scala millimetrica e ciascuno può essere collegato all’altro tramite un connettore standard. Non si tratta di pezzi inediti, in quanto includono parti elettromagnetiche, una bobina e un magnete. L’idea, in futuro, è quella di rimpicciolirli maggiormente e di ampliare le capacità del robot aggiungendone altri.

«Una delle applicazioni emergenti è quella di creare piccoli robot in grado di lavorare in spazi ristretti» ha spiegato Gershenfeld, che ha mostrato come questi robot che sono più piccoli di un penny possono svolgere compiti molto utili. Il successo di questa innovazione tecnologica, infatti, sta nella semplicità e linearità dei componenti, che ne rendono relativamente facile l’assemblaggio automatizzato.

Il capo della divisione di Microrobotica e di Ingegneria dell’Università di Oldenburg, in Germania, Sergej Fatikow, ha dichiarato che questo robot «affronta il problema dell’assemblaggio di sofisticati sistemi microrobotici partendo da un piccolo insieme di elementi costitutivi standard, che potrebbero rivoluzionare il campo della microrobotica e aprire numerose applicazioni su piccola scala».

Inoltre, George Small di Moog, tra i principali produttori di attuatori per la robotica, ha commentato che questa invenzione «apre le porte a nuovi modi di progettare, assemblare e riutilizzare queste strutture attive per fornire nuove soluzioni innovative».

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 17:35:34 | 91.208.130.87