Segnala alla redazione
STATI UNITI
03.07.2019 - 07:000

Bee+: un minuscolo robot-spia che vola come un insetto

Un gruppo di ingegneri della University of Southern California di Los Angeles ha costruito un robot con quattro ali minuscolo come un insetto. Pesa soltanto 95 grammi e lascia un'orma piccolissima

 

L’insetto volante Bee+ è in grado di posarsi, atterrare, seguire un percorso ed evitare ostacoli.
Gli insetti robot possono essere molto utili per gli esseri umani nelle operazioni di ricerca, salvataggio e altre operazioni pericolose, ma potrebbero anche essere usati nello spionaggio.
Nel 2013, alcuni ricercatori di Harward avevano costruito un altro piccolo robot volante, chiamato RobotBee, del peso di 75 grammi. Ma RobotBee era caratterizzato da sole due ali che rendevano il suo volo molto irregolare e incontrollato. Le quattro ali di Bee+, invece, gli consentono di controllare l’altezza e l’orientamento nello spazio.
La sfida più grande che il team di Bee+ ha dovuto affrontare per portare il numero di ali fino a quattro è stato il peso degli attuatori responsabili di farle sbattere. I ricercatori hanno ideato un nuovo design "unimorph" che si basa su una singola striscia di materiale piezoelettrico che si espande e si contrae quando viene attraversata da corrente, riducendo il peso dei quattro attuatori all'incirca della metà. La versione precedente era rappresentata dagli attuatori più piccoli bimorfi usati in RobotBee, costituiti da due strati piezoelettrici. Il loro peso era di circa 50 milligrammi, mentre i quattro attuatori unimorph di Bee+ hanno un peso complessivo di 56 milligrammi, solo di poco maggiore ai due bimorfi di RobotBee.
«Il nuovo design riduce significativamente la complessità del processo di fabbricazione e la frequenza statistica degli errori di assemblaggio rispetto a quella dei robot a due ali» ha dichiarato Yang, un membro del team di ingegneri.
Uno dei più grossi inconvenienti di questi piccoli robot insetti, sia di RobotBee che di Bee+, è rappresentato dal fatto che essi non sono tecnicamente dei droni, ma devono essere alimentati attraverso un cavo. Ma una volta che la tecnologia della batteria raggiungerà la robotica su scala nanometrica, Bee + potrebbe un giorno prendere il volo da solo.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-16 10:58:52 | 91.208.130.87