Segnala alla redazione
ULTIME NOTIZIE AvanTI
STATI UNITI
3 gior
Una startup sta lanciando un servizio di backup del cervello che tuttavia è fatale per l’uomo
Nectome è un’azienda in grado di preservare il cervello grazie a una soluzione chimica che può mantenere intatto un corpo per centinaia di anni, ma si tratta di una vera e propria eutanasia
VIDEO
STATI UNITI
6 gior
Gli scienziati creano un’Intelligenza Artificiale da una lastra di vetro
I ricercatori dell’Università del Wisconsin-Madison hanno trovato il modo per creare vetri artificialmente intelligenti che funzionano senza il bisogno di sensori, circuiti e persino dell’elettricità
VIDEO
STATI UNITI
1 sett
Il serpente robot che potrebbe rivoluzionare gli interventi di neurochirurgia
La nuova tecnologia messa a punto dai ricercatori del MIT consiste in un filo per procedure endovascolari rivestito in idrogel e controllato magneticamente che riduce i rischi per medici e pazienti
STATI UNITI
1 sett
Il pilota automatico di Tesla è statisticamente 9 volte più sicuro della guida umana
Tesla ha aggiornato i dati del rapporto sulla sicurezza della guida autonoma: in condizioni di guida medie il pilota automatico sarebbe quasi 9 volte più sicuro di un conducente umano
AVANTI
2 sett
Embrioni modificati geneticamente con il metodo CRISPR per prevenire la sordità
Lo scienziato russo Denis Rebrikov ha informato della possibilità di utilizzare la tecnologia CRISPR per ottenere embrioni privi di una mutazione genetica che rende i nascituri sordi
AVANTI
2 sett
Realizzato un sistema di auto-programmazione modulare per robot sicuri
Un team di ricercatori dell’Università di Monaco ha creato IMPROV, un robot modulare assemblabile a seconda delle esigenze, economico, autoprogrammabile e che può lavorare con le persone senza ferirle
CINA
04.12.2017 - 18:340

Intelligenza Artificiale e medicina: saremo curati dai robot?

Un sistema di intelligenza artificiale cinese ha da poco superato l’esame per esercitare la professione medica. Nel prossimo futuro saranno medici robot a curarci?

PECHINO – Xiaoyi è un brillante studente di medicina che poco tempo fa ha affrontato l’esame per esercitare la professione, superandolo con una votazione di 456 punti, ben 96 sopra il livello minimo richiesto. Risultato degno di nota, encomiabile ma non sorprendente, starete pensando. Invece sorprendente lo è eccome, perché Xiaoyi non è una persona. O meglio non è una persona in carne ed ossa. Si tratta di un sistema di intelligenza artificiale realizzato dalla iFlytech Co. Ltd con l’intento di formulare diagnosi ai pazienti dopo l’analisi della loro storia clinica, dei referti e degli esiti degli esami. E non è tutto. Infatti Xiaoyi, ora che ha passato l’esame di abilitazione, incomincerà anche a lavorare. Come ogni principiante, per adesso si limiterà ad affiancare veri medici per rendere più efficiente il loro lavoro.

Un’innovazione per i poveri - La vera mission del progetto nasce dalla problematica situazione di alcune zone rurali della Cina dove i medici sono pochissimi. Di conseguenza gran parte della popolazione povera, grazie all’AI, potrà avere accesso alle cure sanitarie. Considerando che stiamo parlando di un territorio vastissimo, in gran parte formato da “campagna” lontana dai centri civilizzati, questa innovazione può essere davvero dirompente.

Come funziona - Xiaoyi riesce a diagnosticare una malattia grazie alla capacità di analizzare grandi quantità di dati in poco tempo: il software viene istruito inserendo nel suo database i risultati degli esami e dei sintomi di migliaia di casi clinici sia sani che ammalati. Così l’AI cataloga e impara a riconoscere gli schemi connessi alla malattia.

La Cina al primo posto provvisorio - In un altro articolo abbiamo parlato di Watson, il super computer IBM che collabora con i medici nelle diagnosi di casi di cancro. Potremmo anche citare Alexa, l’assistente vocale di Amazon sperimentato da alcuni ospedali USA. Le capacità di Xiaoyi superano non di poco quelle dei “colleghi” americani, posizionando di fatto la Cina al primo posto (per il momento) nella corsa verso il perfezionamento dell’intelligenza artificiale.

Ingrandisci l'immagine
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 22:48:14 | 91.208.130.85