ULTIME NOTIZIE AvanTI
GERMANIA
1 gior
Willpower: come ottenere energia pulita dalla CO2
Un progetto europeo intende recuperare la CO2 presente nell’aria per produrre metanolo da usare al posto del petrolio
VIDEO
STATI UNITI
5 gior
“Cyborg” meduse per esplorare gli oceani
Grazie a un dispositivo simile a un pacemaker una rete di meduse “bioibride” potrebbe aiutarci a monitorare gli oceani
ISRAELE
1 sett
Creato un microscopio così potente da permettere di vedere la luce in movimento
I ricercatori vogliono scoprire come migliorare la qualità di questi piccoli punti quantici su grandi superfici
ITALIA / STATI UNITI
1 sett
In arrivo le super batterie al grafene
Le batterie al grafene promettono tempi di ricarica più veloci, temperature inferiori, maggiore sicurezza e durata
MONDO
1 sett
Un altro passo in avanti verso la fotosintesi artificiale
Realizzati sistemi ibridi sintetici in grado di fissare il carbonio in presenza di luce proprio come le piante
STATI UNITI
1 sett
Osservato per la prima volta un entanglement quantistico su elettroni in un “metallo strano”
Miliardi di elettroni entangled al punto critico di una transizione di fase quantistica in un “metallo strano”
FOTO
EUROPA
2 sett
Energia pulita e sostenibile grazie a un’ala gonfiabile
Un progetto finanziato dall’UE punta ad abbattere i costi di produzione dell’energia eolica e aumentarne l’efficienza
VIDEO
STATI UNITI
2 sett
Un nuovo occhio artificiale che imita struttura, forma e funzione di quello umano
Creato il prototipo di un occhio bionico che potrebbe ridare la vista ai non vedenti e migliorare la visione robotica
VIDEO
STATI UNITI
2 sett
NEID: il nuovo strumento della Nasa a caccia di esopianeti
Un nuovo spettrometro permetterà la misurazione della massa degli esopianeti con estrema precisione
STATI UNITI
3 sett
Una batteria più ecologica grazie ai minerali marini
I ricercatori IBM hanno creato una batteria che usa materiali estratti dall’acqua marina al posto dei metalli pesanti
CINA
3 sett
L’ambizioso programma cinese per la stazione spaziale “Heavenly Palace”
La Cina si prepara a svolgere 11 missioni in due anni per costruire la sua stazione spaziale orbitale
LUGANO
27.11.2017 - 16:530

Idee dirompenti dal Ticino

Lo Swiss Institute for Disruptive Innovation ha confermato l’agenda per il 2018. Saranno almeno tre le iniziative dirette al pubblico: Lugano, Milano e Dubai. Ancora in forse l’edizione di Shanghai

LUGANO - È stato confermato oggi dal board del SIDI (Swiss Institute for Disruptive Innovation) che nel mese di marzo (la data precisa verrà indicata nelle prossime settimane) avrà luogo a Lugano la prima tappa di Are You Disruptive? un evento non convenzionale che ha l’obbiettivo di avvicinare e sensibilizzare le persone al tema dell’innovazione. Le seconda e terza tappa si terranno rispettivamente a Milano e Dubai. L’edizione prevista per Shanghai verrà confermata solo all’inizio dell’anno. Il motivo per il quale il SIDI ha deciso di scendere in campo è semplice: anche se la parola “innovare” si è molto diffusa negli ultimi anni, in pochi ne conoscono appieno il significato e ancora di meno sono consapevoli dell’importanza di comprendere come le innovazioni possano condizionare, addirittura stravolgere, la vita quotidiana e professionale nel futuro. Intuire preventivamente quali innovazioni abbiano il potenziale per avere un impatto dirompente sul mondo potrebbe essere la chiave per gestire positivamente il cambiamento.

Ma le attività previste per l’anno in arrivo non si fermano qui. Il SIDI crede fortemente che, in un mondo in continua accelerazione, per non “subire” il cambiamento, sia necessaria una propensione al pensiero creativo. E questa è una sensibilità, un’attitudine che va instillata nei bambini in giovane età. È per questo che da gennaio prenderà il via un concorso che coinvolgerà gli i alunni delle scuole elementari e medie stimolando le loro giovani menti a immaginare come sarà il futuro tra molti anni.

Are you Disruptive? Un evento dirompente
“Dirompente” è la parola d’ordine del SIDI ed era inevitabile che anche il primo evento dell’istituto uscisse dagli schemi a cui siamo abituati quando si parla di convegni sulle nuove tecnologie, troppo spesso di difficile comprensione per chi non è un addetto ai lavori. Non si sa ancora molto sul format ma di sicuro c’è che saranno presenti ospiti di rilievo, esperti e professionisti che illustreranno senza eccessivi tecnicismi quali sono le innovazioni che al momento hanno le carte in regola per diventare dirompenti. Anche per quanto riguarda i temi principali non è ancora trapelato molto, ma voci di corridoio parlano di intelligenza artificiale, block chain e trasporto autonomo ma anche di tecnologie meno conosciute ma con altrettante potenzialità come i
computer quantistici, il genome editing e i link neurali.

L’occasione potrebbe essere interessante anche per le aziende: i risultati delle attività del SIDI rappresentano oggi uno “short cut” per comprendere e sfruttare appieno il potenziale delle nuove tecnologie e quindi diventare più competitivi sul mercato.

Chi è lo Swiss Institute for Disruptive Innovation
Il SIDI è un istituto no-profit che nasce come soggetto super partes e apolitico che considera l’indipendenza e la non appartenenza condizioni indispensabili per rimanere svincolato da interessi e pressioni che rischierebbero di zavorrarne la libertà di pensiero.

L’obiettivo dell’Istituto Svizzero per le Innovazioni Dirompenti è quello di individuare e analizzare precocemente le innovazioni emergenti che hanno le caratteristiche e il potenziale per essere, appunto, dirompenti. Comprendere per tempo e prima degli altri l’impatto sconvolgente di un'innovazione significa offrire alle varie realtà che compongono il tessuto sociale ed economico un vantaggio determinante, consentendo loro di occupare le migliori posizioni e di ricavare le migliori opportunità. Dirompente negli schemi e nel tessuto, la forza del SIDI risiede nell’interdisciplinarietà di membri, partner e collaboratori. Nel 2018, tutto questo prenderà forma in un evento che restituisce l’innovazione ai veri protagonisti: le persone.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-06 23:28:15 | 91.208.130.87