Segnala alla redazione
ULTIME NOTIZIE AvanTI
STATI UNITI
3 gior
Una startup sta lanciando un servizio di backup del cervello che tuttavia è fatale per l’uomo
Nectome è un’azienda in grado di preservare il cervello grazie a una soluzione chimica che può mantenere intatto un corpo per centinaia di anni, ma si tratta di una vera e propria eutanasia
VIDEO
STATI UNITI
6 gior
Gli scienziati creano un’Intelligenza Artificiale da una lastra di vetro
I ricercatori dell’Università del Wisconsin-Madison hanno trovato il modo per creare vetri artificialmente intelligenti che funzionano senza il bisogno di sensori, circuiti e persino dell’elettricità
VIDEO
STATI UNITI
1 sett
Il serpente robot che potrebbe rivoluzionare gli interventi di neurochirurgia
La nuova tecnologia messa a punto dai ricercatori del MIT consiste in un filo per procedure endovascolari rivestito in idrogel e controllato magneticamente che riduce i rischi per medici e pazienti
STATI UNITI
1 sett
Il pilota automatico di Tesla è statisticamente 9 volte più sicuro della guida umana
Tesla ha aggiornato i dati del rapporto sulla sicurezza della guida autonoma: in condizioni di guida medie il pilota automatico sarebbe quasi 9 volte più sicuro di un conducente umano
AVANTI
2 sett
Embrioni modificati geneticamente con il metodo CRISPR per prevenire la sordità
Lo scienziato russo Denis Rebrikov ha informato della possibilità di utilizzare la tecnologia CRISPR per ottenere embrioni privi di una mutazione genetica che rende i nascituri sordi
AVANTI
2 sett
Realizzato un sistema di auto-programmazione modulare per robot sicuri
Un team di ricercatori dell’Università di Monaco ha creato IMPROV, un robot modulare assemblabile a seconda delle esigenze, economico, autoprogrammabile e che può lavorare con le persone senza ferirle
STATI UNITI
3 sett
Il computer quantistico di Google è realtà: risolve in 3 minuti un calcolo di migliaia di anni
Google ha annunciato di aver raggiunto la “supremazia quantistica”, risolvendo con il suo computer quantistico in 200 secondi un calcolo che un supercomputer tradizionale risolverebbe in 10.000 anni
MONDO
16.11.2017 - 20:570

Come la tecnologia del riconoscimento facciale cambierà le nostre vite

Pare proprio che “metterci la faccia” non sia stato mai così utile

La tecnologia per il riconoscimento facciale è ormai a un passo per diventare un aspetto della quotidianità di milioni di persone. Il nuovo iPhone può essere sbloccato con uno sguardo e presto useremo i nostri volti per pagare al supermercato, prendere il treno, passare i controlli di sicurezza all’aeroporto e molto altro ancora.

In Cina si può accedere agli uffici o prelevare al bancomat semplicemente mostrando il proprio volto. In Europa, hotel e alcune boutique di brand di lusso utilizzano questa tecnologia per riconoscere i clienti vip e assicurarsi che ricevano un trattamento speciale. Gli aeroporti australiani stanno installando un sistema che consente ai passeggeri delle compagnie aeree di volare senza passaporto.

Insomma, pare proprio che “metterci la faccia” non sia stato mai così utile.

Secondo Lyndon Smith, professore di simulazione e visione artificiale presso la University of West of England, il volto di tutti noi è diverso e unico, quindi è come se fosse un’impronta digitale 3d, e questo vale anche per i gemelli identici.

Un sistema affidabile

Tutti gli esperti concordano nel dire che i sistemi di riconoscimento facciale siano estremamente affidabili. Infatti, Apple sostiene che iPhone è in grado di distinguere un vero volto da una foto e può addirittura riconoscere una persona se si fa crescere la barba o indossa occhiali da vista. Un team di ricercatori Inglesi e indiani ha da poco sviluppato un sistema che riesce a sbirciare attraverso travestimenti e indumenti che oscurano parte del viso utilizzando 14 punti di riferimento chiave attorno agli occhi, al naso e alle labbra. Ovviamente, di pari passo a questo sviluppo cresce anche il timore per i problemi di rispetto (e di abuso) della privacy. I più fantasiosi e complottisti già s’immaginano l’occhio di un potenziale Grande Fratello che riconosca attraverso le telecamere di servizio, gli smartphone e qualsiasi dispositivo in grado di filmare le immagini, ognuno di noi in qualsiasi momento della nostra vita. Per quanto studiosi e ricercatori neghino che l’obiettivo dello sviluppo della tecnologia sia questo, resta il fatto che il riconoscimento facciale già oggi potrebbe permettere uno scenario del genere.

D’altra parte spariranno carte di credito, biglietti e documenti plastificati… di sicuro i portafogli saranno meno gonfi e meno scomodi da portare in giro. Ci sembra un po’ leggerino come peso da mettere sull’altro piatto della bilancia.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 22:53:57 | 91.208.130.86