Segnala alla redazione
ULTIME NOTIZIE AvanTI
VIDEO
STATI UNITI
3 ore
Provato a New York il primo servizio di navette a guida autonoma
La start-up Optimus Ride ha sperimentato l’utilizzo di sei veicoli a guida autonoma nel distretto industriale di Brooklyn Navy Yard
STATI UNITI
3 gior
Costruito il primo acceleratore di particelle in miniatura
Un team di ricercatori è riuscito a dimostrare la possibilità di accelerare fasci di elettroni in un canale nanoscopiche ricavato in un
STATI UNITI
6 gior
Il drone a guida autonoma cinese EHang ha potuto solcare i cieli americani
Il velivolo autonomo cinese che potrebbe rivoluzionare la mobilità urbana ha compiuto per la prima volta un test sperimentale nei cieli della North Carolina, negli Stati Uniti
FINLANDIA
1 sett
Sviluppato un nuovo tipo di materiale che in futuro potrebbe sostituire la plastica
Un team di ricercatori finlandesi ha ideato un nuovo materiale basato su fibra di legno e seta di ragnatela con una resistenza e rigidità superiori a quelli sintetici e naturali oggi in commercio
DANIMARCA
1 sett
Due chip hanno comunicato per la prima volta attraverso il teletrasporto quantistico
Gli scienziati di due università grazie al fenomeno dell’entanglement quantistico hanno teletrasportato un’informazione tra due chip senza alcun tipo di collegamento fisico e senza limiti di distanza
ARABIA SAUDITA
2 sett
L’Arabia Saudita sta progettando di costruire la città del futuro
Sarà estesa quasi quanto il Belgio e si chiamerà Neom, la smart city più grande al mondo con taxi volanti, camerieri robot, pioggia nei periodi di siccità e persino una luna artificiale
STATI UNITI
2 sett
Cosa accadrebbe se esistesse un dispositivo tecnologico in grado di creare qualsiasi cosa?
Il nano-fabbricatore, la macchina teorica che produce qualunque cosa manipolando la materia a livello degli atomi, potrebbe rivoluzionare per sempre il mondo e la società umana così come li conosciamo
RUSSIA
14.10.2017 - 19:340

Chi controlla l’AI controlla il mondo: parola di Vladimir Putin

In un video inviato agli studenti di 16 mila scuole russe, il Presidente Vladimir Putin ha lanciato un inquietante messaggio: chi controlla l’AI, controlla il mondo

L’affermazione certo non è nuova, anzi è un punto di vista espresso da diversi influencer già da molto tempo. Ma se a dirlo è Vladimir Putin è inevitabile che la cosa susciti un po’ di ansia. In un video inviato a 16 mila scuole russe, il Presidente ha dichiarato:

«L’intelligenza artificiale è il futuro, non solo per la Russia ma per l’intero genere umano. Chiunque diventerà il leader di questa tecnologia sarà il padrone del mondo»

La Russia non è l’unico paese a interpretare l’AI come il prossimo grande traguardo degli armamenti militari. Sia Stati Uniti che Cina sono convinti che l’AI sarà il fattore chiave per il successo nei conflitti del futuro. Tra le prime reazioni quella di Elon Musk, CEO di Tesla, che ha pesantemente criticato l’utilizzo di armi autonome controllate dall’intelligenza artificiale.

Di fatto l’AI potrebbe avere un impatto dirompente e rivoluzionario nella tecnologia militare paragonabile all’avvento degli aeromobili e delle armi nucleari.

Call to action diretta agli studenti

Nonostante le sue ambizioni, è molto improbabile che la Russia raggiunga per prima questo traguardo. Infatti, Cina e USA vantano industrie tecnologiche e digitali che si stanno sviluppando con un ritmo di gran lunga superiore rispetto alle concorrenti sovietiche. Esiste però un aspetto da non sottovalutare. Anche se la Russia non è riconosciuta come una potenza delle tecnologie informatiche, il paese annovera un numero impressionante di hacker che è stato in grado di sabotare la rete ucraina, infiltrarsi nei piani nucleari degli Stati Uniti e persino nelle ultime elezioni a stelle e strisce.

Se guardato da questa prospettiva, il video messaggio di Putin è una vera e propria call to action diretta a più di 1 milione di studenti.

Il vaso di Pandora

Lo scenario futuro è difficile da intravedere. A differenza delle innovazioni dirompenti del passato, che assicuravano ad una nazione il dominio in determinati settori a livello globale, oggi le cose sono molto differenti. Anche se un paese dovesse sviluppare prima di altri tecnologie, militari e non, governate interamente dall’AI, sarebbe impossibile pensare che non avvenga in tempi stretti una diffusione virale. In sostanza, in uno scenario ora non più tanto fantascientifico, tutto il mondo si troverebbe con lo stesso potere.

Di certo c’è che nella corsa verso l’AI, una volta aperto il vaso di Pandora, sarà difficile richiuderlo.

Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-27 09:51:18 | 91.208.130.89