Immobili
Veicoli

LUGANOMondiali di calcio e sostenibilità digitale

18.11.22 - 07:35
La ricerca di Karmametrix.com svela le emissioni di CO2 dei siti web delle nazionali ai Mondiali di calcio.
Ated
Mondiali di calcio e sostenibilità digitale
La ricerca di Karmametrix.com svela le emissioni di CO2 dei siti web delle nazionali ai Mondiali di calcio.
Il Brasile è al 1° posto per sostenibilità digitale, mentre la Svizzera si colloca al 30°.

LUGANO - Mancano poche ore dal fischio d’inizio dei Mondiali di calcio in Qatar, la competizione che ogni quattro anni catalizza l’attenzione di tutti gli appassionati e tifosi a tutte le latitudini. E se ancora non si sa chi solleverà l’ambitissima coppa, dal punto di vista della sostenibilità web e digitale, il mondiale se lo aggiudica la nazionale del Brasile.

È quanto emerge, infatti, da un’analisi realizzata da KarmaMetrix.com, che ha misurato le emissioni di CO2 delle home page dei siti delle squadre qualificate alla Coppa del Mondo di calcio FIFA, ripercorrendo il tabellone dei mondiali, con i gironi e gli incroci esattamente come saranno in Qatar. Questo perché ogni pagina web di ogni sito online inquina, emettendo CO2, ma spesso non vi è molta consapevolezza e conoscenza sul tema della cosiddetta “digital pollution”.

Quindi, venendo all’indagine, tra le squadre qualificate al prossimo campionato mondiale in Qatar, il sito della federazione di calcio del Brasile risulta essere quello più eco sostenibile (55 kg di Co2 l’anno*), seguito da Danimarca e Germania (111 kg di Co2 l’anno* ciascuna) a completare il podio a pari merito. L’Italia, se avesse partecipato ai mondiali, si sarebbe posizionata al 15° posto, con un 388 kg di CO2 emessa.

Tra i meno virtuosi, invece, troviamo all’ultimo posto della classifica di sostenibilità digitale gli Stati Uniti (6.655 kg di Co2 l’anno*), seguiti da Canada (4.521 kg di Co2 l’anno*) e Svizzera (1.323 kg di Co2 l’anno*), che si colloca al 30° posto di questa particolare classifica.

«Il calcio è un fenomeno globale. Con il mondiale di calcio della sostenibilità digitale vogliamo aumentare la consapevolezza che anche il web inquina e contribuisce al cambiamento climatico che colpisce ogni angolo del nostro pianeta» - commenta Ale Agostini, fondatore di Karma Metrix. «In questi giorni si è anche svolta la COP 27 in Egitto e si è parlato poco del Web, che nel suo complesso è il 4° Paese al mondo in termini di emissioni CO2. Fare oggetti digitali più efficienti ed eco-sostenibili significa contribuire alla lotta contro il cambiamento climatico. Il calcio e lo sport possono contribuire e dare l'esempio».

Peraltro, Karma Metrix è il 1° percorso di sostenibilità digitale scelto dai grandi brand che misura, compara e migliora l’impatto ambientale di un sito web. La misurazione avviene attraverso un innovativo algoritmo (patent pending), che prende in considerazione molteplici elementi «on-page» della pagina web che impattano sull’efficienza energetica. Ogni pagina analizzata viene comparata con un benchmark di riferimento. Il miglioramento infine avviene attraverso l’individuazione delle aree di efficienza energetica a livello di pagina e sito.

*Metodologia analisi siti delle Nazionali di calcio: la misurazione è stata effettuata con lo strumento Karmametrix.com sulle homepage delle federazioni delle squadre, che hanno avuto accesso alla fase finale dei mondiali di calcio. La misurazione è stata effettuata tra il l’1 e il 4 novembre 2022, ipotizzando 120.000 visualizzazioni in un anno. Le emissioni misurate possono variare nel tempo sulla base di vari fattori, come dispositivo e browser. Per motivi tecnici legati ai siti, non è stato possibile effettuare la misurazione sui siti delle federazioni di: Messico, Uruguay e Corea del Sud.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE