ATED -ICT TicinoLa robotica scommette sulla “metamobilità”

11.03.22 - 07:40
All’ultimo CES di Las Vegas alcune case automobilistiche hanno spinto sulla convergenza tra la robotica e il metaverso.
Ated
La robotica scommette sulla “metamobilità”
All’ultimo CES di Las Vegas alcune case automobilistiche hanno spinto sulla convergenza tra la robotica e il metaverso.
Proprio in tema di robotica, è in procinto di sbarcare in USA la squadra degli Smilebots in finale alla First Lego League.

Lo scorso gennaio al CES di Las Vegas alcune case automobilistiche hanno mostrato al mondo le loro ultime novità in tema di prototipi e nuove idee. E fra questa si segnala Hyundai, che ha svelato la sua visione futura sulla robotica e sulla mobilità. L'azienda ha introdotto il nuovo concetto di "Metamobility", con l'obiettivo di sperimentare una connessione fra smart device e metaverso, che espanderà il ruolo della mobilità alla realtà virtuale (VR), permettendo così alle persone di superare i limiti fisici del movimento nel tempo e nello spazio. Hyundai ha anche illustrato la sua visione di come i robot agiranno da collegamento tra il mondo reale e gli spazi virtuali, consentendo agli utenti di apportare modifiche nel metaverso in grado di avere un riflesso nella realtà.

L'azienda prevede, peraltro, che le distinzioni tra le mobilità del futuro saranno sfumate, grazie all'ulteriore sviluppo della tecnologia robotica, come l'AI e la guida autonoma. Diversi mezzi di mobilità, tra cui automobili e Urban Air Moblity (UAM), saranno utilizzati anche come dispositivi intelligenti per l'accesso alla piattaforma metaverso. “L'idea alla base della Metamobilità è che lo spazio, il tempo e la distanza diventeranno irrilevanti. Collegando i robot al metaverso, saremo in grado di muoverci liberamente tra il mondo reale e la realtà virtuale. Andando un passo avanti rispetto all'esperienza immersiva di 'essere lì' che il metaverso fornisce per procura, i robot diventeranno un'estensione dei nostri stessi sensi fisici, permettendoci di rimodellare e arricchire la nostra vita quotidiana con la Metamobilità” – ha commentato al CES di Las Vegas Chang Song, Presidente e Head of Transportation-as-a-Service (TaaS) Division di Hyundai Motor Group.

E proprio in tema di robotica, il nostro territorio sta esprimendo un progetto di grande successo. Si tratta della sezione Roboticminds, il programma dedicato ai ragazzi e alle ragazze dai 9 ai 16 anni promosso da ated4kids. Infatti, i nostri giovani ticinesi si rivelano anno dopo anno naturalmente predisposti e veloci nel passare le selezioni in rassegne internazionali di grande rilevanza e poter offrire loro la possibilità di partecipare a progetti stimolanti è un’opportunità che noi di ated4kid riteniamo sia molto importante per avviarli a un futuro ricco di soddisfazioni professionali. Fra queste iniziative, si distingue la “First Lego League”, una competizione di robotica a livello globale, che vede coinvolte decine di migliaia di squadre provenienti da tutto il mondo. Anche in questa edizione, come già successo tre anni fa, i nostri ragazzi ticinesi della squadra Smilebots si sono qualificati per la finale mondiale, che si terrà nel mese di aprile (dal 20 al 23) a Houston, negli Stati Uniti.  Un risultato che già di per sé è entusiasmante, ma che consente loro di puntare a un ulteriore obiettivo molto concreto: replicare o migliorare l’ottimo risultato ottenuto a Detroit tre anni fa, quando si qualificarono dodicesimi sulle oltre 40mila squadre partecipanti all’intera competizione globale.  

E se la nostra squadra degli Smilebots senior è in procinto di partire per gli Stati Uniti, anche la compagine più giovane, gli Smilebots Junior dovrà affrontare le squadre svizzere il prossimo 2 aprile a Windisch, per raggiungere le fasi finali del campionato europeo di maggio. Il Comitato della First Lego League ha, infatti, deciso di cambiare il regolamento delle qualifiche per motivi logistici, ed è per questo motivo che in caso di vittoria l’ultimo step degli Smilebots Junior sarà rappresentato dalle qualifiche europee.   

Visti i risultati più che esaltanti che le squadre degli Smilebots stanno ottenendo, l’associazione ated-ICT Ticino ha avviato un’iniziativa di crowdfunding per sostenere economicamente le due squadre nelle rispettive competizioni a cui partecipano. Il contributo serve per consentire agli Smilebots Senior di partecipare alla trasferta in America, coprendo per coprire le spese dei biglietti aerei, e dell’alloggio e della permanenza a Houston; ma ci serve anche poter aiutare economicamente anche la squadra degli Smilebots Junior, sicura protagonista della sfida svizzera a Windisch nel canton Argovia. 
Maggiori informazioni sul crowdfunding per chi volesse sostenere le squadre di ated4kids sono a questo link 

NOTIZIE PIÙ LETTE