Immobili
Veicoli
Ated-ICT Ticino
ULTIME NOTIZIE ated ICT Ticino
LUGANO
2 gior
Arriva Nintendo Switch Sports
Il mitico Wii Sports torna con un nuovo capitolo all’insegna del divertimento
LUGANO
4 gior
Shopify compra Deliverr per 2,1 miliardi di dollari
Si tratta della più grande acquisizione nella storia di Shopify
LUGANO
6 gior
QR Bill: una questione svizzera
La QR-Fattura diventa obbligatoria a partire da ottobre 2022.
LUGANO
1 sett
InformatiCH Sagl presenta l’LPD Day
La prima edizione dell’LPD Day è il prossimo 14 giugno al LAC di Lugano
ATED
1 sett
Claranet chiama AWS
Sono in programma alcuni appuntamenti in Ticino promossi da ated-ICT Ticino in collaborazione con Claranet.
ATED
1 sett
La Cina impedisce l’accesso all’agenzia delle Nazioni Unite WIPO per Wikimedia Svizzera e altri capitoli nazionali
ATED
1 sett
Genuine Way annuncia il primo round da 550'000 euro
Grazie all’investimento la startup potrà integrare nuove funzionalità alla piattaforma con sede anche a Lugano
ATED-ICT TICINO
2 sett
Carpanzano entra nell’Accademia Svizzera delle Scienze Tecniche
Il Professore Emanuele Carpanzano, membro di ated-ICT Ticino, nominato membro dell’Accademia svizzera delle scienze
ATED
2 sett
Miglioriamo su Wikipedia i contenuti sui Musei
In vista Giornata Internazionale dei Musei 2022 (18 maggio), circa 30 Capitoli di Wikimedia uniscono le forze
ATED
2 sett
Una soluzione, numerose possibilità. È Business POS
I moderni sistemi di cassa sono dei multitalenti
ated ICT Ticino
3 sett
Le nanotecnologie entrano nello stadio del Siviglia FC
Alcune tecnologie sanificano le superfici da virus e batteri.
ated ICT Ticino
3 sett
Gli Smilebots trionfano in USA
La squadra ticinese è arrivata 18esima nella finale a Houston della First Lego League.
ATED ICT TICINO
1 mese
Big tech e ambiente
Stripe, Alphabet, Shopify, Meta e McKinsey lanciano un Advance Market Commitment (AMC).
ATED ICT TICINO
1 mese
Nuova LPD: cosa cambia per le aziende?
L’evoluzione tecnologica ha imposto una revisione totale della legge federale sulla protezione dei dati (LPD).
ated ICT Ticino
1 mese
Elon Musk punta al 100% di Twitter
Dopo l'acquisto di oltre il 9%, il patron di Tesla ha dichiarato il suo interesse alla totale acquisizione.
CANTONE
1 mese
Best Computing: tecnologia e informatica per il Ticino
Intervista al CEO Alberto Paioni, per conoscere una delle realtà storiche, associate ated al servizio del territorio.
ated ICT Ticino
1 mese
Telelavoro, smart working o rientro in ufficio?
Le organizzazioni si stanno orientando verso formule di lavoro flessibili per i propri collaboratori.
ATED
1 mese
Digitalizzazione degli archivi cartacei per essere più green
ated-ICT Ticino in collaborazione con Tectel promuove eventi e percorsi per la gestione elettronica documentale.
ATED-ICT TICINO
15.12.2021 - 07:490
Aggiornamento : 16.12.2021 - 08:59

2021: spartiacque digitale?

Milena Folletti ha moderato una tavola rotonda su dati e digitalizzazione. Ecco la sua intervista per concludere la serie di incontri con i relatori presenti alla tavola rotonda sui 50 anni di ated-ICT Ticino.

LUGANO - Lo scorso 19 novembre l’associazione ated-ICT Ticino ha festeggiato in una serata dedicata ai propri soci partner il suo primo mezzo secolo di vita. Nel corso dell’appuntamento, Milena Folletti, madrina di Swiss Virtual Expo ha moderato una tavola rotonda dal titolo: “2021: spartiacque digitale?”. Hanno preso parte alla chiacchierata l’Onorevole Christian Vitta (qui il suo saluto e intervento introduttivo), Ryan Mancino, co-founder della startup KIN e Business Analytics Lead in Everli (intervistato qui), Carlos Garcia, presidente dell’Associazione e-Health Ticino e ICT Architect presso l'EOC e Maria-Grazia Giuffreda, Associate Director & Head of User Engagement and Support at Swiss National Supercomputing Centre (intervista da leggere qui).

Abbiamo raccolto come ultimo il punto di vista di Milena Folletti, così da avere una visione di sintesi e una chiave di lettura sulle evoluzioni cui stiamo assistendo.

Milena, perché hai voluto dare questo titolo alla tavola rotonda?
«Per sottolineare, con gli invitati, che il cammino verso la digitalizzazione (tecnica e tecnologica) e la trasformazione digitale (acquisizione di competenze digitali per tutti, rivisitazione dei processi organizzativi per aziende ed istituzioni ed evoluzione culturale) è un cammino iniziato ormai da anni. Quel che è mutato radicalmente con l’emergenza pandemica è la percezione dell’importanza e il senso dell’urgenza, elementi che hanno dato una forte spinta al cambiamento. È proprio in questi termini che interpreto il periodo che stiamo vivendo come uno spartiacque digitale».

In quali ambiti particolari hai osservato le evoluzioni che con maggiore peso stanno modificando i paradigmi e soprattutto il nostro modo di lavorare e vivere? 
«Il cambiamento di paradigma è dato da tutto ciò che prima dell’emergenza sanitaria veniva considerato un fenomeno di nicchia o di difficile attuazione. Qualche esempio: personalmente, in ambito professionale, almeno una volta a settimana se non due, viaggiavo in tutta la Svizzera, anche per riunioni di breve durata. I meeting a distanza erano visti con reticenza. Oggi riunioni a distanza e telelavoro sono prassi acquisite e molte aziende li adotteranno, almeno in termini parziali, anche dopo l’emergenza. Vi è poi l’esplosione dell’e-commerce anche per i piccoli commerci, fino a poco tempo fa appannaggio quasi esclusivo dei grandi gruppi come Amazon. Cresce l’abitudine a non stampare qualsiasi documento si riceva/spedisca o a farne copie. Si passa sempre più a distribuire ed archiviare in modo digitalizzato i documenti e ad utilizzare la forma elettronica. Naturalmente un presupposto essenziale è la garanzia di sicurezza del flusso. Come cittadina, apprezzo il fatto di poter dialogare con la pubblica amministrazione in termini digitali per moltissimi servizi, di poter pagare con una “app” dal telefono, di non essere costretta ad avere le monete per il parcheggio. Gli ambiti ormai sono infiniti, fruizione dei media compresi. Il cambiamento abbraccia sfera pubblica e privata, modifica il modo di relazionarsi e ha un impatto su tutta la nostra vita, che viene memorizzata nella nostra identità digitale e nella traccia che lasciamo ad ogni mossa che compiamo. Non per nulla nella quarta rivoluzione industriale, quella digitale, i dati vengono definiti il nuovo petrolio. E non per nulla i temi come la cyber sicurezza sono essenziali».

Si parla moltissimo di metaverso e realtà virtuale. In che modo questo genere di innovazioni entreranno nelle nostre consuetudini? Come potrà essere inclusiva questa tecnologia virtuale? 
«Per dirla in parole semplici, il metaverso corrisponde ad un mondo virtuale che assomiglia moltissimo a quello reale, nel quale posso vivere attraverso un avatar in grado di parlare, fare gesti e interagire con il mondo circostante. Personalmente credo che più il mondo virtuale assomiglierà a quello reale, maggiori saranno le possibilità che decolli verso grandi numeri. La velocità con cui questo succederà dipenderà da più fattori. Se pensiamo al gaming, in parte questo già accade e con un’economia di scala invidiabile. ated-ICT Ticino ha lanciato la propria Expo virtuale. Avrà successo? Sarà in grado di generare traffico e richiamare un numero sufficiente di visitatori per generare massa critica? Difficile dirlo a priori. Interessante, dal mio punto di vista, è vedere un’associazione, della quale fanno parte aziende, accademie e istituzioni del territorio, essere aperta a partenariati di varia natura per sperimentare e creare innovazione, insieme. La digitalizzazione, da questo punto di vista, offre un’opportunità unica».

 ***

ated-ICT Ticino

ated - ICT Ticino è un’associazione indipendente, fondata e attiva nel Canton Ticino dal 1971, aperta a tutte le persone, aziende e organizzazioni interessate alle tecnologie e alla trasformazione digitale. 
Dal suo esordio, ated - ICT Ticino ha organizzato oltre 1.500 manifestazioni e promosso innumerevoli conferenze, giornate di studio, visite e viaggi tematici, workshop e corsi. ated - ICT Ticino collabora con le principali istituzioni pubbliche e private, enti e aziende di riferimento, nonché altre associazioni vicine al settore tecnologico e all'innovazione. Grazie alla costante crescita qualitativa dell'attività svolta sul territorio, ated – ICT Ticino è riconosciuta come un'associazione di riferimento nell'ambito economico, politico ed istituzionale del cantone, in grado di favorire il dibattito tra aziende e professionisti e capace di coinvolgere le giovani generazioni, grazie ai percorsi promossi dal programma ated4kids.

Per ulteriori informazioni
T. +41(0)91 8575880 
media@ated.ch
ated - ICT Ticino


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-22 16:42:50 | 91.208.130.89