ULTIME NOTIZIE ated ICT Ticino
CANTONE
7 ore
Google Foto: la condivisione è più smart
Un nuovo aggiornamento rende più facile diffondere sui social foto e video e migliora l’editor su iPhone
ATED
4 gior
Rischiare per evolvere: Visionary Day diventa tutto digitale
La manifestazione a tutto hi-tech si adatta ai tempi del Covid, con un ampio ventaglio di talk gratuiti in streaming
ATED ICT TICINO
5 gior
Come sta evolvendo la tecnologia blockchain
La blockchain regolamentata soppianterà la blockchain pubblica, quella privata e la ibrida?
STATI UNITI
1 sett
Facebook è pronta per gli occhiali smart
Il colosso dei social ha stretto un accordo con EssilorLuxottica per sviluppare insieme i prossimi occhiali intelligenti
LUGANO
1 sett
Coderdojo Lugano ai nastri di partenza
Riparte il programma di ated4kids per giovani dai 6 ai 15 anni per usare e capire la tecnologia
LUGANO
1 sett
Tradizione VS Globalizzazione
A discutere del tema i giovani di ForeverYoung, moderati da Don Emanuele di Marco e Valentina Testoni
ATED
2 sett
Swisscom è a Visionary Day 2020
Per parlare di contaminazione positiva, ma anche della nuova normalità digitale
LUGANO
2 sett
L’Hackathon Fu-turismo è online
Il 3 e 4 di ottobre, nell’ambito di Visionary Day, c’è una maratona collaborativa e gratuita online
ATED
2 sett
Nuovi modelli di business in tempi di crisi
Come utilizzare la tecnologia e il digitale per far fronte agli strascichi economici del Covid-19? Ve lo spiega un talk
ATED
2 sett
Con Alexa si pagherà il pieno di benzina
Funziona solo in America, ma diventa realtà un servizio presentato all’ultimo CES di Las Vegas
LUGANO
3 sett
AIL è sponsor di Visionary Day
La sostenibilità passa attraverso la tecnologia e la trasformazione digitale
LUGANO
3 sett
Visionary Day si presenta: una settimana nel segno dell'innovazione
Che si terrà dal 3 al 9 ottobre, gratuitamente e via web. Almeno 60 gli incontri e i seminari con ospiti internazionali
ATED
3 sett
Il know-how aziendale a confronto con la tecnologia
Come si proteggono i dati e le informazioni sensibili in un mondo digitale? Ce lo spiega un webinar
ATED
4 sett
La stagione d’oro dei thermoscanner
Le telecamere termiche con la misurazione della temperatura corporea sono fondamentali per prevenire nuovi contagi
CANTONE
08.02.2019 - 13:060

Come trasformare i clienti da sconosciuti a fan di un’azienda

L’Inbound Marketing è una metodologia che nasce per fidelizzare il cliente

Conquistare un cliente per la prima volta è molto faticoso. Per questo motivo, molte aziende si ritengono già soddisfatte una volta che sono riuscite a concludere la prima vendita. Grave errore! Perché un cliente può essere definito tale a tutti gli effetti solo se è un cliente abituale, che ha sposato in pieno i valori del brand, la sua offerta e si è convinto che porterà avanti con l’azienda un rapporto duraturo e pieno di soddisfazioni reciproche.

L’Inbound Marketing per fidelizzare il cliente - Come riuscire a creare tutto questo? L’Inbound Marketing, ideato dalla società americana HubSpot, è la metodologia che nasce proprio con l’intento di trasformare un cliente da sconosciuto a fan di un brand. In contrapposizione alla logica Outbound, cioè “mandare fuori”, colpire un target con spot tv, radio, telefonate, campagne stampa senza che questi abbia mai mostrato interesse nei confronti di un prodotto, la metodologia Inbound si pone l’obiettivo di attrarre, conquistare e fidelizzare clienti realmente interessati all’attività dell’azienda.

Obiettivo numero 1: studiare il target - Prima di avviare le attività di marketing vere e proprie, la strategia Inbound viene costruita su un’analisi approfondita del target e sull’individuazione della “buyer persona”: cioè un profilo di cliente-tipo, completo di dati anagrafici e demografici, interessi, stile di vita e customer journey, ovvero una traccia dei percorsi tipici svolti dal cliente online e nelle fasi di acquisto di un prodotto/servizio.

Come attrarre clienti qualificati - Dopo aver definito il tono di voce da adottare, i canali da utilizzare e la tipologia di contenuti da offrire sulla base della “buyer persona”, le attività di Inbound marketing possono partire, con l’obiettivo primario di attrarre un target qualificato. Questa prima fase viene svolta attraverso:

  •  il blog, prezioso per fornire contenuti interessanti e creare un legame forte
  • la SEO, che serve per posizionare al meglio i contenuti sui motori di ricerca e renderli raggiungibili
  • la SEM, che permette di impostare campagne adv mirate sul target giusto
  • i social media, che veicolano i contenuti proposti dal sito e non solo

Costruire legami duraturi - Sebbene la fidelizzazione dei clienti sia l’obiettivo finale della metodologia Inbound, ogni passaggio di questo processo deve servire a costruire una relazione solida con loro e, passo dopo passo, ad aiutarli nel loro processo d’acquisto, fino a ottenere la loro fiducia. Come? Cercando di fornire contenuti utili, provando a risolvere i loro bisogni, rendendo la comunicazione più umana e valorizzando i punti di forza dell’azienda.

Come ottenere un lead - Solo coloro che saranno conquistati da questi contenuti lasceranno spontaneamente i propri dati all’azienda: compilando il form presente sul sito o su una landing page entreranno nel suo mondo, accettando di ricevere comunicazioni mirate. È così che un utente viene convertito in lead: cioè in un contatto qualificato che il brand ha la possibilità di raggiungere con l’email marketing, un flusso di informazioni manuale o automatizzato studiato in base alle abitudini e ai desideri della persona a cui si rivolge.

 Ottimizzare e automatizzare la vendita - Dopo aver ottenuto un lead, durante la fase di vendita vera e propria l’attività dell’azienda può essere supportata da alcuni strumenti in grado di definire e automatizzare i processi, ottimizzare la pipeline e la gestione dei deal più caldi e una reportistica dettagliata. Grazie a queste risorse, sarà più semplice chiudere la vendita e conquistare il cliente.

Trasforma il cliente in un fan - Ed è proprio qui che comincia la fase più importante: cioè quella successiva alla prima vendita con l’obiettivo di fidelizzare il cliente. Questo è possibile attraverso la cosiddetta lead nurturing, cioè continuando a “nutrire” l’utente con contenuti utili via mail, sul blog e sui social, con attività di feedback, utili per coinvolgere il cliente indagando la sua opinione, fornendogli un customer service puntuale in tempo reale e proponendogli prodotti di qualità superiore o complementari rispetto a quelli che ha già comprato.

Chiedi una consulenza sull’Inbound Marketing - Solo se un’azienda rispetterà tutti questi passaggi riuscirà a trasformare i clienti da sconosciuti ad ambasciatori del brand. Sei interessato all’Inbound Marketing? Chiedi una consulenza gratuita!

Emanuel Paglicci

General Manager @ Ander Group SA


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-28 15:21:44 | 91.208.130.85