Segnala alla redazione
Amico Animale
15.04.2019 - 18:120

Gran Bretagna, il dramma dei levrieri dopati

Sempre più cani da corsa morti o trovati positivi alla cocaina

 

Anche i cani conoscono il doping. Ma a differenza degli uomini, i nostri amici a quattro zampe non scelgono volontariamente di alterare le proprie prestazioni sportive, anzi sono vittime di allevatori e scommettitori senza scrupoli. Parliamo infatti del caso dei levrieri da corsa che in Gran Bretagna sono stati trovati positivi alla cocaina: un numero sempre più alto, come riferito in un articolo dell’Independent.

Questa droga, infatti, rende gli animali più reattivi e permette loro di correre più velocemente. Naturalmente ci sono effetti collaterali devastanti: tremori, attacchi d’ansia e anche infarti. Le autorità si stanno muovendo per limitare il fenomeno, affibbiando multe salate agli allevatori i cui cani vengono trovati positivi alla cocaina, ma per un levriero “dopato” stanato ce ne sono molti altri che sfuggono ai controlli.

Nel 2017 su 400mila corse effettuate in Inghilterra sono stati centinaia i casi di cani morti improvvisamente o colti da malore e successivamente soppressi. Il fenomeno è così grave che le associazioni animaliste britanniche hanno chiesto al governo di nominare un organo indipendente che controlli la salute dei cani da corsa.  

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-24 16:09:42 | 91.208.130.85