Segnala alla redazione
Amico Animale
28.02.2019 - 19:380

Morto il cane-eroe di Rigopiano

Falco aveva salvato tre bambini dopo la valanga del 2017

 

Il 18 gennaio del 2017 una valanga travolse l’albergo di Rigopiano, località appartenente al comune di Farindola, in Abruzzo: una delle più grandi tragedie di montagna della storia italiana, che causò 29 vittime. Un numero che fu limitato dallo straordinario lavoro dei soccorritori, anche grazie all’aiuto delle unità cinofile: in quella dei vigili del fuoco militava Falco, cane eroe che a Rigopiano salvò tre bambini, diventando una celebrità sul web.

Falco è morto a soli 9 anni: ad ucciderlo una mielopatia degenerativa, malattia che in poco tempo lo aveva portato alla paralisi degli arti inferiori. A dare l’annuncio della morte di Falco è stato Fabrizio Cataudella, il vigile del fuoco “collega” del cane, nonché suo padrone, che ha salutato “l’amico e collega” in un lungo post su Facebook. “Vorrei scrivere di te, ho mille ricordi, ma il dolore fa troppo male”, si legge nella nota di Cataudella, che a Rigopiano era stato tra i primi a intervenire, insieme a Falco. Mentre aspettavano una turbina che avrebbe dovuto aprire loro la strada tra la neve, il cane iniziò ad agitarsi, conducendo poi il suo padrone e altri vigili del fuoco in un punto in cui vennero ritrovati ancora vivi tre bambini, Edoardo, Samuel e Ludovica.

“Mentre scrivo piango - conclude il padrone di Falco - perché forse avrei dovuto farlo prima, ma non trovavo il coraggio per tale gesto. Ora “cerca” Falco e attento... che San Pietro s’è nascosto bene”. Col suo fiuto, Falco non faticherà a trovare anche il santo. 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-19 02:32:54 | 91.208.130.85