mobile report Segnala alla redazione
Amico Animale
10.10.2018 - 09:180

Lo sguardo, la “lingua” di Fido

La comunicazione attraverso gli occhi è fondamentale per il benessere del vostro cane

 

Chi possiede un cane ha ben chiara la sensazione che deriva dall’essere costantemente osservati, tenuti d’occhio, mentre si sta a casa. Fido, infatti, trascorre gran parte del tempo in cui siamo insieme a lui osservandoci e anche quando si dedica ad altre attività tende a non perderci mai d’occhio.

Questo perché riconosce nel padrone la figura del capobranco e dunque prova un bisogno costante di ricevere da lui suggerimenti e indicazioni circa il comportamento da tenere. Fido ci guarda e vuole essere guardato. O meglio, vuole ottenere a sua volta l’attenzione del vostro sguardo. Senza di esso, ad esempio, non potrà sapere in che direzione andare durante una passeggiata oppure se è autorizzato a compiere una determinata azione.

È con lo sguardo che gli trasmettiamo sicurezza e la nostra approvazione, fondamentale per un animale sociale e “di branco” come il cane. Per questo motivo, ad esempio, è bene limitare l’uso dello smartphone durante il tempo “di qualità” con Fido: vedendovi con lo sguardo incollato allo schermo, il cane potrebbe sentirsi spaesato e messo da parte in favore di un altro elemento, il telefono. 

Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-19 01:07:12 | 91.208.130.87