Immobili
Veicoli

AlimenTIamoci correttamenteArtrite reumatoide: sintomi e rimedi

03.11.22 - 08:00
L'artrite reumatoide è una malattia infiammatoria autoimmune cronica
FN Project
Artrite reumatoide: sintomi e rimedi
L'artrite reumatoide è una malattia infiammatoria autoimmune cronica

Spesso questa malattia causa dolore, gonfiore, rigidità e perdita delle funzioni delle articolazioni. Sebbene possa colpire qualsiasi tipo di articolazione, le parti del corpo più colpite sono: le dita delle mani, i polsi, i piedi, le ginocchia e le caviglie; mentre nei casi più gravi, troviamo anche le spalle, i gomiti e la colonna vertebrale.

Questa malattia colpisce maggiormente le donne rispetto agli uomini.

Si può manifestare a qualsiasi età, anche se si verifica più spesso negli adulti e nelle persone anziane. Infatti il 70% dei pazienti affetti da artrite reumatoide hanno un’età compresa tra i 40 e i 60 anni.

L'artrite reumatoide si può sviluppare anche in età infantile o adolescenziale e manifestare sintomi nell’immediato oppure dopo molti anni.

L’infiammazione può colpire anche organi interni come, i polmoni, i reni, il cuore, il sistema nervoso, i vasi sanguigni e gli occhi.

FN Project

 Quali sono le cause?

Le cause dell’artrite reumatoide non sono ancora chiare.

Nei pazienti affetti da questa malattia, il sistema immunitario, invece di difendere il corpo dai batteri e virus, produce degli anticorpi che attaccano le pareti delle articolazioni, causando l’infiammazione e quindi il dolore.

L'infiammazione produce le citochine, sostanze chimiche che provocano l’ispessimento e l'aumento di volume della membrana sinoviale e danneggiano le ossa, le cartilagini, i tendini e i legamenti circostanti. Le citochine possono causare la deformazione dell’articolazione e distruggerla completamente.

La malattia generalmente, colpisce persone geneticamente predisposte che vengono esposte ad un virus o ad un batterio che innesca una reazione immunitaria.

Alcuni fattori di rischio sono:

    • fattori genetici, la malattia, a volte, compare in membri della stessa famiglia anche se il rischio di ereditarietà è basso;
    • fattori ormonali, come per esempio la produzione di estrogeni che si pensa possano essere una delle cause;
    • fumo, le persone che fumano sembrano avere maggiori possibilità di ammalarsi.
    • psoriasi, le persone che soffrono di psoriasi hanno una maggior probabilità di imbattersi nell'artrite reumatoide.

 

Per questo motivo abbiamo ideato il metodo IMMUNE SYSTEM DIET. Il metodo permette di dimagrire, alleviare problematiche gastrointestinali e ripristinare corretti valori ematici tramite la scelta degli alimenti corretti al proprio sistema immunitario. Puoi contattarci al numero 0763602900 (anche su whatsapp) oppure inviare una mail a info@fnproject.ch.

Abbiamo scritto un eBook che spiega in maniera approfondita il metodo dando suggerimenti utili su come impostare la propria alimentazione. È possibile scaricarlo gratuitamente cliccando QUI.

FN Project

 Quali sono i sintomi?

Come abbiamo già detto all’inizio l'artrite reumatoide colpisce prevalentemente le articolazioni, ma può causare problemi anche in altre parti del corpo.

Il segno più indicativo della sua presenza è il dolore percepito che può essere accentuato dal movimento e dal peso del corpo su tutte le articolazioni infiammate. Queste ultime appariranno calde, gonfie, tese, rosse e, soprattutto, difficili da muovere.

L’artrite reumatoide generalmente colpisce le articolazioni in modo simmetrico e bilaterale.

Durante la giornata il paziente avvertirà una maggiore rigidità delle articolazioni la mattina appena sveglio, mentre sarà più sciolto durante il resto della giornata grazie al movimento.

Nelle fasi iniziali della malattia, il dolore si può manifestare sporadicamente, mentre con il passare del tempo può diventare una costante e generare gonfiore nelle articolazioni.

I sintomi variano da persona a persona e da un giorno all’altro. In molti casi, compaiono gradualmente nell’arco di settimane o mesi, mentre in altri si aggravano nel corso di qualche giorno. La maggior parte dei pazienti ha dei periodi di riacutizzazione, alternati ad altri di remissione.

Insieme al gonfiore e dolore delle articolazioni si potrà avere anche:

    • febbre, specialmente nel pomeriggio
    • stanchezza e mancanza di energia
    • sudore
    • inappetenza
    • perdita di peso
    • pallore

Circa il 40% dei malati di artrite reumatoide manifestano un’infiammazione del sacco sieroso che riveste il cuore, chiamata pericardite oppure un’infiammazione della membrana polmonare, chiamata pleurite. Si possono anche verificare casi d’infiammazione dei vasi sanguigni con danni a pelle, nervi e altri organi e secchezza degli occhi e della bocca.

 Come viene diagnosticata?

L'artrite reumatoide non è facile da diagnosticare in quanto ci sono tantissime altre patologie che causano rigidità e infiammazione delle articolazioni.
Il medico generalmente prescrive esami del sangue come: test per valutare il grado di attività della malattia, test diagnostici, test di monitoraggio delle cure.
Il grado di attività della malattia si individua attraverso la misurazione della velocità di eritrosedimentazione (VES) e della proteina C-reattiva (PCR).
La VES e la PCR, in genere, aumentano nelle fasi acute della malattia e diminuiscono nelle fasi di remissione della malattia.
Nei malati di artrite reumatoide si riscontra un aumento dei globuli bianchi e delle piastrine, più marcato nelle fasi di riacutizzazione e spesso associato ad anemia.
In fase di diagnosi della malattia, vengono ricercati dei fattori reumatoidi come: gli anticorpi specifici per una determinata regione, le immunoglobuline G e la anti-citrullina.

Questi fattori reumatoidi sono presenti in circa il 70-80% dei pazienti.
Per il monitoraggio della malattia, oltre agli esami del sangue, possono essere effettuati esami ai raggi X, un’ecografia e una risonanza magnetica.

FN Project

 Quali sono i rimedi?

L'artrite reumatoide è una malattia che necessita di lunghe cure e quindi molto tempo per poter tornare ad essere autonomi.

Bisogna prendere regolarmente i farmaci prescritti dal medico ed effettuare regolarmente gli esami del sangue.

Le persone affette da artrite reumatoide inoltre devono alternare momenti di riposo fisico a momenti di esercizio fisico.

Il riposo aiuta a ridurre l’infiammazione delle articolazioni e il dolore mentre l’esercizio fisico, da effettuare nelle fasi di remissione della malattia, permette di mantenere sani e forti i muscoli, preservare la mobilità e la flessibilità delle articolazioni.

Dal punto di vista alimentare, consigliamo di evitare il consumo di bevande alcoliche, cereali con il glutine, latte, formaggi, latticini, carne di maiale e poi smettere di fumare.

Inoltre esistono diverse terapie in grado di ridurre l'infiammazione e il dolore nelle articolazioni, che variano da paziente a paziente.

Per poter tornare ad essere autonomi e guarire dall'artrite reumatoide sono necessarie terapie lunghe, dalle quali solo in pochi riescono a guarire completamente.

 

CONTATTI

Tel: 0763602900 (anche su whatsapp)

Per prenotare un primo appuntamento gratuito con il nostro nutrizionista cliccare QUI

 

Articolo a cura FN Project 
 
 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE