Immobili
Veicoli

AlimenTIamoci correttamenteColite ulcerosa: sintomi e rimedi

31.10.22 - 08:00
La colite ulcerosa è un’infiammazione della parete intestinale
FN Project
Colite ulcerosa: sintomi e rimedi
La colite ulcerosa è un’infiammazione della parete intestinale

Se non viene trattata per diversi anni, può provocare diarrea, spesso associata a sanguinamenti, dolore, debolezza e un calo di peso.

La colite ulcerosa, proprio come il morbo di Crohn, fa parte delle malattie infiammatorie croniche dell’intestino e si manifesta con la formazione di ulcere superficiali nell’ultimo tratto dell’intestino.

Questa malattia colpisce le persone indipendentemente dall’età, ma sappiamo solo che ha un tasso di incidenza più alto nei paesi industrializzati.

Di solito è più facile che affligga le persone adulte, ma negli ultimi anni si è riscontrato un aumento nei bambini e negli adolescenti.

Quando la malattia colpisce i bambini, può portare ad un blocco nella crescita.

FN Project

 Le varie tipologie

In base al tratto d’intestino colpito la colite ulcerosa assume diverse forme. Per cui avremo:

    • La proctite se colpisce solo il retto;
    • La colite sinistra se colpisce il retto e il colon discendente;
    • La colite estesa se colpisce il retto, il colon discendente, il colon orizzontale e il colon ascendente.

La colite ulcerosa può generare infiammazioni nelle articolazioni, sulla pelle e negli occhi.

 Quali sono i sintomi?

La malattia presenta una fase acuta dei sintomi e una fase in cui i sintomi sono lievi o addirittura assenti e la malattia è in remissione.

I sintomi che fanno pensare allo sviluppo della malattia, fin dai primi segnali, sono:

    •  Necessità di evacuare frequentemente;
    •  Sensazione di incompleta evacuazione;
    •  Sanguinamenti più o meno abbondanti dal retto;
    • diarrea cronica o stitichezza;
    •  dolori addominali;
    •  perdita di peso;
    •  stanchezza;
    •  febbre;
    •  perdita di appetito;
    •  e nei bambini, un rallentamento della crescita

Di solito i sintomi come: l’urgenza di evacuare, il sanguinamento e la sensazione di incompleta evacuazione si presentano nel caso di proctite ulcerosa.

Se invece si soffre di colite estesa saranno più probabili i sintomi come: febbre, sensazione di stanchezza e perdita di peso.

 

Per questo motivo abbiamo ideato il metodo IMMUNE SYSTEM DIET. Il metodo permette di dimagrire, alleviare problematiche gastrointestinali e ripristinare corretti valori ematici tramite la scelta degli alimenti corretti al proprio sistema immunitario. Puoi contattarci al numero 0763602900 (anche su whatsapp) oppure inviare una mail a info@fnproject.ch.

Abbiamo scritto un eBook che tratta in maniera approfondita la tematica della colite ulcerosa. È possibile scaricarlo gratuitamente cliccando sul pulsante QUI.

FN Project

 Quali sono le cause?

Le cause della colite ulcerosa non sono ancora chiare, così come nel caso di morbo di Crohn e di un intestino irritabile. Tra le possibili cause vi è un’impropria stimolazione del sistema immunitario, che può essere determinata da fattori ambientali, come il tipo d’alimentazione, che agiscono negativamente sul microbiota intestinale nelle persone geneticamente già predisposte.

I fattori che causano lo sviluppo della malattia, possono essere:

    • I fattori genetici,
    • I fattori immunologici, dati da un meccanismo di difesa del sistema immunitario nei confronti dei microrganismi che costituiscono la normale flora intestinale.
    • I fattori ambientali, come una dieta ricca di zuccheri raffinati, grassi saturi, alcolici, latte e latticini che con il passare degli anni danneggiano il microbiota intestinale ed un’eccessiva sedentarietà.

Altri fattori di rischio possono essere:

    • l’età, in quanto generalmente la malattia colpisce i giovani sotto i 30 anni;
    • l’etnia, in quanto i bianchi hanno una maggiore probabilità di ammalarsi rispetto alle altre etnie;
    • la familiarità, in quanto il rischio di ammalarsi è maggiore se si ha già un familiare di primo grado malato.

 come viene diagnosticata la malattia?

La diagnosi della malattia si basa su una combinazione di dati clinici, indagini endoscopiche, analisi istologiche ed esami radiologici oltre che una valutazione dello stato di salute del paziente. 

Se non si interviene per tempo la malattia può portare a delle complicazioni come: l’anemia, la disidratazione, un aumento del rischio di contrarre un cancro al colon, lo sviluppo dell’osteoporosi, una condizione d’infiammazione generale che colpisce le articolazioni, gli occhi, la pelle e la bocca, lo sviluppo di malattie del fegato come la colangite sclerosante ed un aumento del rischio di coagulazione del sangue.

FN Project

 Quali sono i rimedi?

Per allungare i periodi di remissione della malattia e ridurre la sintomatologia bisognerebbe apportare delle modifiche alla propria alimentazione.

Tuttavia non ci sono alimenti da evitare che sono uguali per tutti ma ogni paziente ha una propria storia clinica che va analizzata singolarmente.

Generalmente nella fase acuta della malattia si sconsiglia il consumo di alimenti ricchi di fibre, i cereali con il glutine ed i prodotti caseari in grado di accentuare i sintomi.

Un consiglio che possiamo dare è di tenere un diario alimentare in modo da capire quali alimenti limitare o evitare.

Nelle fasi di remissione della malattia consigliamo l’eliminazione di tutti gli alimenti potenzialmente irritanti della mucosa intestinale come il caffè, l’alcol, il cioccolato, i cibi molto speziati e gli alimenti ricchi di grassi saturi.

 

CONTATTI

Tel: 0763602900 (anche su whatsapp)

Per prenotare un primo appuntamento gratuito con il nostro nutrizionista cliccare QUI

 

Articolo a cura FN Project 
 
 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE