Immobili
Veicoli

AlimenTIamoci correttamenteAterosclerosi: cause, sintomi e cure

17.10.22 - 08:00
L’aterosclerosi è una malattia che rientra nella categoria dell’arteriosclerosi
FN Project
Aterosclerosi: cause, sintomi e cure
L’aterosclerosi è una malattia che rientra nella categoria dell’arteriosclerosi

Il lume ristretto ostacolerà il corretto afflusso di sangue nelle varie parti del corpo. Quando le placche che si formano sono di piccole dimensioni, non si hanno manifestazioni sintomatiche, ma quando le placche ostruiscono buona parte delle arterie, cominciano a insorgere i primi sintomi.

 

 Quali sono le cause?

L’aterosclerosi presenta diversi fattori di rischio che possono presagire lo sviluppo della malattia. Tra questi troviamo:

Le placche aterosclerotiche sono costituite principalmente da grasso, colesterolo e depositi di calcio.

Il colesterolo, soprattutto l’LDL non riesce ad essere correttamente metabolizzato ed eliminato dall’organismo e per questo si accumula all’interno delle arterie. I depositi di LDL all’interno dei vasi arteriosi comportano alcune alterazioni della patologia come la sua ossidazione, che va a richiamare le cellule infiammatorie come i macrofagi. Questi macrofagi agiscono negativamente sulle cellule LDL ossidate e danno vita ad una cellula definita foam cell, ossia cellula schiumosa, per il suo aspetto chiaro e schiumoso.

Le foam cells inoltre, creano un ambiente pro-infiammatorio all’interno delle pareti dei vasi arteriosi, secernendo citochine infiammatorie e fattori di crescita. Nei vasi arteriosi infiammati vi sarà quindi una proliferazione delle fibrocellule muscolari, che insieme al colesterolo LDL e le foam cells, costituiranno le placche aterosclerotiche nelle arterie.

FN Project

L’accumulo di colesterolo e cellule schiumose viene ricoperto da una capsula fibrosa, che stabilizza la placca e la rende asintomatica fino a quando la situazione non si complica. Con il passare degli anni la placca crescerà fino ad occludere una parte del vaso arterioso e cominceranno a manifestarsi i primi sintomi, quali:

    • fissurazioni, ossia delle lesioni del vaso arterioso,
    • ematomi,
    • trombi o emboli che possono ostruire il vaso arterioso, generando situazioni gravi e potenzialmente mortali come l’infarto del miocardio o l’ictus.

 

 Quali sono i sintomi?

Come abbiamo appena visto l’aterosclerosi può rimanere asintomatica per molti anni, fin quando la placca non ostruisce buona parte del vaso sanguigno. In media i primi sintomi cominciano a manifestarsi negli uomini intorno ai 40 anni e nelle donne tra i 50 e i 60 anni.

Quando l’ostruzione delle arterie diventa rilevante possono comparire i primi sintomi che differiscono in base all’arteria interessata e all’organo irrorato.

Se il fenomeno interessa le arterie coronarie, ad esempio, si avvertirà un dolore toracico dopo uno sforzo fisico che regredisce con il riposo (angina), mentre, se coinvolge le arterie degli arti inferiori (gambe), si avvertirà un dolore al polpaccio o alla coscia dopo una camminata.

In particolare se ad essere colpite sono le arterie coronarie, ossia i vasi responsabili di portare sangue ossigenato al cuore, l’aterosclerosi si manifesta con:

    •  dolore toracico;
    •  difficoltà a respirare,
    •  aumento della sudorazione,
    •  nausea,
    •  vertigini,
    •  palpitazioni.

Se invece l’aterosclerosi colpisce le arterie periferiche, che forniscono sangue alle gambe, alle braccia e al bacino, si hanno manifestazioni quali:

    •  un dolore muscolare avvertito alle gambe o alle braccia durante lo svolgimento di un’attività fisica.
    •  L’intorpidimento e la debolezza degli arti,
    •  Il pallore dell’arto colpito, che risulta anche più freddo,
    •  I ritardi nella crescita dei peli o delle unghie.

 

Per questo motivo abbiamo ideato il metodo IMMUNE SYSTEM DIET. Il metodo permette di dimagrire, alleviare problematiche gastrointestinali e ripristinare corretti valori ematici tramite la scelta degli alimenti corretti al proprio sistema immunitario. Puoi contattarci al numero 0763602900 (anche su whatsapp) oppure inviare una mail a info@fnproject.ch.

Abbiamo scritto un eBook che spiega in maniera approfondita il metodo dando suggerimenti utili su come impostare la propria alimentazione. È possibile scaricarlo gratuitamente cliccando QUI.

FN Project

 

 Quali esami effettuare?

Per diagnosticare l’aterosclerosi vengono effettuati diversi esami, quali:

    •  esami del sangue,
    •  elettrocardiogramma
    •  test da sforzo.
FN Project

 

 Come prevenire lo sviluppo della malattia?

Lo sviluppo della malattia aterosclerotica può essere contrastato attraverso:

    •  una dieta sana,
    •  una costante attività fisica,
    •  l’astensione dal fumo,
    •  il mantenimento di un peso equilibrato.

 Come curarla?

Una volta diagnosticata la malattia, il medico curante prescriverà il consumo di specifici farmaci che tratteranno lo sviluppo dei fattori di rischio elencati in precedenza. Questi farmaci di solito sono:

    •  le statine, che abbassano i livelli di colesterolo LDL,
    •  i farmaci antipertensivi che abbassano la pressione sanguigna.

Nei casi più gravi, si ricorre ad operazioni chirurgiche quali l’endoarteriectomia, l’istallazione di stent endoarteriosi o il bypass.

 

CONTATTI

Tel: 0763602900 (anche su whatsapp)

Per prenotare un primo appuntamento gratuito con il nostro nutrizionista cliccare QUI

 

Articolo a cura FN Project 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE